Alieni: Base Dulce – Blue Planet Project

Base Dulce – CODE: J.B. III (Blue Planet Project)

Il materiale seguente proviene da persone che affermano l’esistenza della base sotterranea Dulce. Costoro, hanno lavorato nei laboratori (portati in alcuni casi con la forza), hanno assistito alla costruzione, hanno fatto parte del personale di intelligence (NSA. CIA, ecc.), e alcuni ricercatori specifici di UFO. Questa informazione è stata inserita per coloro che sono seriamente interessati alla base di Dulce. Per la propria protezione, si consiglia di “usare prudenza” se si decide di indagare sul complesso. Segue un’indagine fatta da J.B. III, (Codice: SR24.3B7).

La Base Dulce

Questa struttura è un laboratorio di genetica ed è collegato a Los Alamos, tramite Tube-Shuttte. Parte della loro ricerca è legata agli effetti genetici delle radiazioni, (mutazione e genetica umana). La sua ricerca include anche altre specie intelligenti, nonché, Forme di vita aliene biologiche o “Entità”. Nella rivista di settembre, dell’edizione del 1950, sugli effetti delle armi atomiche, in collaborazione con il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti e della Commissione per l’energia atomica, sotto la direzione del Los Alamos Scientific Laboratory, si legge di come sia auspicabile il posizionamento completo sotterraneo di basi. A pagina # 381: “Non esiste alcuna difficoltà, a quanto pare, nella costruzione di strutture sotterranee le quali possono essere collocate in alcune miniere esistenti o scavate per lo scopo”.

Caught in the Game – Secoli fa, delle persone potenti ma superficiali, alcuni dicono gli Illuminati, hanno stipulato un patto con una razza aliena nascosta all’interno della Terra. Il governo degli Stati Uniti, nel 1933, diede il permesso di abusare di animali ed esseri umani in cambio di conoscenze e di alta tecnologia, consentendo loro di “lavorare” indisturbati in alcune zone sotterranee degli U.S.A. Fu formato un gruppo speciale che doveva interagire con questi alieni, in una o più basi negli Stati Uniti occidentali. Nel 1940, “delle forme di vita aliene, (ALFs)” hanno iniziato a spostare la loro attenzione per queste operazioni, dal Centro e Sud America agli Stati Uniti.

Il Continental Divide, è vitale per queste specifiche entità.

continental dividela linea rossa è quella di cui si parlava

Parte di questo ha a che fare con i substrati magnetici delle rocce e le condizioni dell’alta energia al plasma, (vedi: Beyond the Four Dimensions, reconciling physics, parapsychology and UFOs, di Karl Brunstein, e: Nuclear Evolution, discovery of the rainbow body/aura di Christopher Hills).

– In questa zona vi è una concentrazione molto alta per quanto riguarda l’attività di fulmini; corsi d’acqua sotterranei e sistemi di caverne, campi di IONI atmosferici, etc.

A chi appartiene questo pianeta? – Questi alieni (che vivono nel sottosuolo) si considerano nativi terrestri. Si tratta di una razza antica, discendenti da una specie di umanoidi rettiliani che furono incrociati con alcuni dei più primitivi superstiti Uni-Terrestri. Sono inaffidabili e manipolatori, agenti mercenari provenienti da un’altra cultura extraterrestre, “La Dracos” tornarono sulla Terra, il loro antico avamposto prima della venuta degli Uni-Terrestri, per cercare di riutilizzarla come area di sosta. Tuttavia, la cosa non gli fu affatto facile, perché non rispettava le ideologie delle diverse centinaia di specie aliene (170) le quali non si trovano d’accordo riguardo i segreti del Metagene [*Credo si riferisca ad un qualcosa che ha che fare con le modifiche genetiche].

Esiste un conflitto che riguarda varie culture aliene che stanno proseguendo con i loro scopi (neutri e ostili) su questo pianeta. Nel frattempo viene utilizzato il controllo mentale che ha lo scopo di manovrare molti esseri umani per alcuni dei loro scopi oscuri (dagli anni quaranta). Il complesso Dulce è un progetto che comprende, un “patto di alleanza” tra il governo degli Stati Uniti e gli alieni. Tuttavia, questa base non è stata la prima costruito tramite collaborazione aliena. Altre strutture si trovano in Colorado, Nevada, Arizona, Alaska, ecc.

L’Attività Segreta – Dulce: Le truppe entrano ed escono da quel posto ogni estate, a partire dal 1947. I nativi ricordano che fu costruita anche una strada, proprio di fronte ai cittadini di Dulce. Sono stati visti camion entrare e uscire per un lungo periodo. Quella strada poi, fu bloccata e distrutta. Sui camion si riconosceva una scritta, “Smith Corp”, provenienza Paragosa Springs, Colorado. Non esiste “oggi” alcuna società con questo nome, non esistono registrazioni, e credo che la base, almeno per i primi lavori, sia stata sotto copertura di un progetto segreto. Non sono mai stati trasportati tronchi, ma solo grandi attrezzature.


R&S e la Mliltary Industrial Complex – La Rand Corp, fu coinvolta per studiare la geologia di tutti i laghi vicini. La maggior parte dei laghi che si trovano nei pressi di Dulce sono stati creati artificialmente attraverso sovvenzioni del governo, “per” gli indiani, come tale concessione completata. La diga di NAVAJO è una fonte principale di energia elettrica convenzionale, la seconda fonte si trova a ELVADO (che funge anche da entrata sotterranea alla base Dulce).

NOTA: Se Rand è la madre di “Think Tanks“, la “Ford Foundation” deve essere considerata il Padre.

Rand Secrecy non si limita alle relazioni, ma a volte si estende per conferenze e riunioni. A pagina #645 del Progetto Rand, procedimenti di Deep Underground Cnstruction Symposium di marzo del 1959, si legge:

“Così come aerei, navi e automobili hanno dato all’uomo la padronanza della superficie della Terra, i tunnel, e le alesatrici, daranno l’accesso al mondo sotterraneo”.

NOTA: Nella questione OMNI del Settembre 1983, pagina 80, c’è un disegno a colori di “The Subterrene”, le macchine nei tunnel di Los Alamos Nuclear che scavano nella roccia nelle profondità del sottosuolo riuscendo a fondere qualsiasi pietra, rendendola simile al magma che successivamente si raffredda permettendo di proseguire con i lavori.

Quello che si vede a lavoro finito è una galleria con una superficie liscia, in fibra di vetro. Questi tunnel sotterranei sono alimentati elettro-magneticamente e vengono utilizzati dei veicoli che possono viaggiare a velocità elevate. Si collegano così questi “Hidden Empire”, o complessi di città sotterranee.

Inoltre, il progetto top secret nome in codice “NOAH’S ARK” (ARCA DI NOÈ), comprende l’utilizzo di navette che viaggiano per questi tunnel su un sistema di più di cento bunker, che sono stati costruiti in vari luoghi sulla Terra. Nella stessa maniera sono stati costruiti lo stesso tipo di tunnel sotterranei in un progetto “ultra top secret” sulla Luna e su Marte, comprese le basi. Molte di queste città sotterranee sono complete di strade, marciapiedi, laghi, piccole auto elettriche, edifici, uffici e centri commerciali.

Erano oltre seicento cinquanta (650) i partecipanti del Rand Symposium del 1959, la maggior parte erano rappresentanti della Corporate Industrial State, qualche nome:

The General Electric Company, Hughes Aircraft Company, Sandia Corporation, Walsh Construction Company, Colorado School of Mines, AT&T, Northop Corporation, Stanford Research Institute, The Bechtel Corporation, etc.

Bechtel (pronunciato Beck-tul) è un super segreto internazionale della società Octopus, fondata nel 1898.

Alcuni dicono che si tratta davvero di un “Governo Ombra”, un braccio segreto della CIA. È la più grande sede di attrezzatura e ingegneria, degli Stati Uniti (per alcuni, del mondo). I posti più importanti nel governo americano sono occupati da ex ufficiali della Bechtel. Fanno parte di “The Web”, un sistema interconnesso di controllo, che collega i piani Tri-Laterali, il C.F.R., gli Ordini degli Illuminati, (culto della All-Seeing Eye) e altri gruppi.

Rating: 4.1. From 22 votes.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

1
2
3
loading...

6 COMMENTI

  1. Ciao, sai io ce l’ho stampato in italiano il blue planet project completo perchè appunto mi interesso di queste cose, però vorrei sapere una tua precisa opinione al riguardo, secondo te è veramente attendibile questo documento? Non pensi sia frutto di un pessimo scherzo di qualcuno? Io non lo credo perchè non capisco perchè uno debba inventarsi tutte quelle cose e come possa soprattutto. Spero mi risponderai presto, ciao.

    • Ciao Nicola, sicuramente la documentazione non può essere considerata attendibile al 100%, del resto come – praticamente – tutte le “news” che ci vengono trasmesse per mezzo dei vari canali televisivi. Ad ogni modo rimango dell’idea che Blue Planet Project contenga parecchie informazioni che si avvicinano di molto alla realtà aliena. Inoltre, delle persone hanno perso la vita, stranamente hanno deciso di suicidarsi, e già solo questo fatto dovrebbe far riflettere. Viviamo in un mondo pieno di segreti dove difficilmente la “pura” verità viene rivelata alla gente comune. Ci si concentra quasi sempre sui personaggi “famosi” quelli che mostrano il loro volto sorridente in TV, ma la verità è che esistono delle associazioni, dei gruppi o élite, se preferisci, anonime che muovono i fili di queste marionette che all’apparenza sembrano tanto grandi e invincibili… Sicuramente si tratta di persone molto potenti economicamente. Giusto per fare un esempio, molti non sanno che esistono programmi spaziali “privati”.

      Che la Terra non sia l’unico pianeta abitato da esseri più o meno intelligenti, è per me troppo scontato, basta fare due calcoli. Solo la nostra galassia ha un diametro di circa 120 mila anni luce, e contiene migliaia di stelle, anche considerando solo 100 stelle simili al nostro sole con 2-3 pianeti ciascuna, vuoi che non ci sia un pianeta abitato? Non abbiamo “forse” ancora la tecnologia adatta, ma questo non significa che siamo soli nell’universo. Esistono “sicuramente” stelle molto più antiche del nostro sole (secondo gli esperti ha circa 4 miliardi di anni e il suo ciclo dovrebbe terminare ad una cifra approssimativa che si aggira intorno ai 10 miliardi, prima di esplodere scatenando il “finimondo”), mettiamo il caso esista (considerando che ci sono miliardi di “galassie” sparse qua e là nell’universo) una stella più antica di qualche millennio rispetto al nostro sole, con qualche pianeta roccioso dove si è sviluppata la vita evolvendosi sempre di più. Quelle persone/umanoidi avranno avuto i loro Einstein, Newton, Galileo Galilei, Kepler, Pascal, Leonardo da Vinci, ecc., vuoi che non abbiano scoperto una tecnologia utile per spostarsi tra un sistema stellare e un altro?

      Una volta raggiunta la giusta meta tecnologica, la colonizzazione planetaria è il primo traguardo da raggiungere, per poter garantire la continuità della specie (I nostri vogliono colonizzare Marte, se non l’hanno già fatto…).

      A mio parere tutto è iniziato in questo modo, antiche civiltà hanno seminato qua e là i loro simili. Probabilmente la vita è cominciata in maniera casuale, perché da qualche parte dovrà pur essere nato il primo essere intelligente, che sia accaduto in questa galassia, o in un’altra, o addirittura un altro universo, questo non lo sapremo mai. Soprattutto, noi, persone di “adesso” di questa tecnologia ancora troppo poco sviluppata. Ma gli antichi (più evoluti) “forse” sono già in grado di andare avanti e indietro nel tempo, ma meglio non pensarci perché questo complicherebbe ancor di più le cose. Per adesso accontentiamoci di sapere che qualcuno, da qualche parte, è in possesso di una tecnologia che gli permette di fare lunghi viaggi nel cosmo, e molto probabilmente non sente neanche più la necessità di presentarsi fisicamente, come forse accadeva spesso migliaia, o forse milioni, di anni fa sul nostro pianeta (vedi le varie leggende raccontate dagli antichi popoli riguardo gli dei, giganti, angeli…).

      Al giorno d’oggi vanno di moda le sonde (forse → sfere di luce avvistate un po’ dappertutto sulla Terra). E chissà, forse alcuni di quei dischi volanti, sono prototipi sviluppati qui sul nostro pianeta, frutto di retro ingegneria aliena.

      Per concludere. Credo che non sia poi così assurdo pensare che i nostri antichi antenati furono alieni colonizzatori. Ma ci sta anche la faccenda della scimmia modificata/trasformata (ovviamente da altri esseri intelligenti) in quello che siamo diventati oggi. Se fosse avvenuto in maniera naturale come qualcuno afferma, allora non esisterebbero centinaia di razze di scimmie non evolute (rimaste allo stato “primordiale”).

      Nicola, chiaramente tutto il materiale (alieni/UFO) che ho inserito qui (su coscienza-universale) non va preso per verità assoluta, più che altro dovrebbe far riflettere e incuriosire le persone, così da poter eseguire le varie ricerche a livello personale e non accontentarsi della solita zuppa servita dai mass media, o anche dai blogger senza scrupoli. Sicuramente gli argomenti scottanti che vengono esposti/condivisi nel Web hanno ricevuto almeno qualche piccola modifica, questo per il semplice fatto che si tratta sempre, e comunque, di “bozze” di documenti “top-secret”. In buona sostanza, non “posso” garantire l’autenticità di un documento scovato in rete, ma è anche vero il contrario. Una mossa intelligente è cercare sempre altre fonti valutandole per bene, cercando di restare alla larga dai soliti sapientoni illuminati. Chi asserisce di saper tutto non può che essere un fanfarone (ipocrita), specialmente quelli che vogliono sempre aver ragione su ogni cosa.

  2. Vero hai ragione però sempre colpa degli americani! È assurdo se non era x loro eravamo tutti tedeschi con hitler. Vedi un esempio di vedere al contrario. Comunque ti do ragione x il resto bravo.

  3. È bene che ognuno si dia da fare per cercare la Verità in ogni direzione e in ogni Uni-Verso! Aver timore e paura di affrontare anche questo tipo di realtà finora nascosta significa allontanarsi dalla Verità! Dunque, i coraggiosi che non temono, saranno coloro che arriveranno alla Meta … Gli altri, i codardi e gli stolti, fino a quando continueranno a non voler sapere… Troveranno sempre il buio dell’ignoranza e mai la Luce della Sapienza e della Pace!

  4. Ciao di nuovo! Spero di non scocciare troppo con i miei commenti, ma magari altri lettori trovano un po’ di voglia 🙂
    Intanto grazie, posti sempre begli articoli interessanti..
    In questo particolare contesto la base di Dulce e’ uno di quei casi che mi fanno davvero rabbrividire..tu dici (e molti altri): la ricerca dello spirito, dell’anima, multi dimensioni, scambio di culture, viaggi, conoscenza, condivisione..etc etc etc.. Invece questi sono violenti, biechi, cechi nella violenza e nel cercare sempre soluzioni a problemi in realta’ falsi.
    Hai tradotto una lista di nomi di progetti ed attivita’ che si farebbero nella base, hai provato a categorizzare le voci? Ne escono 2, comuni peraltro: guerra e armi.
    Sono decisamente piu’ attratto da episodi tipo il W56. Non sono americano, e il mio senso di positivita’, cioe’ qualcosa che mi faccia spuntare un sorrisino un po’ ebete, e’ ben altro. Purtroppo credo che neanche l’americano medio sia cosi negativo.. il problema e’ che lo sono senz’altro i potenti, venali, ricchi burocrati e governanti. Il che basta a inguaiarci tutti. Credo abbastanza che la morte non sia la fine di tutto, ma se siamo in questa realta’ e’ perche’ dobbiamo beneficiarne in qualche modo, ecco: siamo fuori strada proprio, ma di tanto!

    • Ciao, sei libero di commentare fin quando ne senti la necessità, tra l’altro mi fa anche piacere ciarlare di certi argomenti. 🙂

      Capisco cosa vuoi dire, questa parte soprattutto, è un po troppo negativa, ma secondo te non è giusto che la gente conosca (ogni tanto) anche le amare faccende che ci vengono nascoste da sempre? Anche perché questo non è pensare in negativo, a me non fa questo effetto e mi auguro che non lo faccia ad altri perché non è proprio quello che voglio trasmettere.

      Piace anche a me il Caso Amicizia e i w56, ma ragionandola in questa maniera non faremo altro che seguire il brutto esempio dei nostri governi, o del nostro sistema. Mi spiego meglio, mostrare alla gente solo una parte della storia, come ha fatto la chiesa, e i governi fino ad oggi, non la vedo come una buona soluzione. Bisogna prendere coscienza degli eventuali problemi e trovare “tutti insieme” la soluzione più adatta. Questa sarebbe la cosa giusta da fare, peccato che chi ci governa è marcio come la più marcia delle mele. Ma le cose cambieranno, ci vorrà del tempo, ma cambieranno.

      Il mio ragionamento è questo… esistono i buoni come esistono i cattivi, questa legge prevale in tutto il nostro pianeta e forse oltre. Gli americani hanno il brutto vizio di vedere la guerra come ogni soluzione, questo perché hanno la necessità di sentirsi “padroni del mondo”. Secondo loro è solo ed esclusivamente grazie alla forza bruta che si ottiene tutto, e da una parte “forse”, posso anche capirli perché gli americani fin dai tempi antichi sono stati colonizzati e schiavizzati quindi è come se dentro di loro sentono la necessità di combattere per la libertà, anche se in realtà non penso che questa possa essere considerata tale. In altre parole gli si è fermato il tempo, non hanno ancora capito (o forse fingono) che devono cambiare sistema di ragionare. La verità è che le persone cattive bisogna considerarle come dei bambini immaturi, sono uguali a tutti gli altri, hanno solo bisogno di più tempo. Chissà magari come diceva qualcuno, un giorno ritroveranno la retta via.

      D’altra parte noi “tutti” dobbiamo imparare, siamo qui per questo motivo. Ma se devo esprimere il mio umile parere, di questo passo, dovranno passare centinaia di anni prima che l’umanità viva rispettando se stessa e il pianeta in cui vive. E’ stato stimato che tra 50 anni non potremo più usufruire del petrolio e chissà quante altre risorse scarseggeranno, non è una favola, è la realtà.

      Ma non è tutto nero come sembra, molte persone si stanno dando da fare per cercare di trovare soluzioni alternative, altre stanno cercando di piantare gli alberi che sono stati abbattuti senza alcuno scrupolo, molti lavorano per riformare l’ecosistema di questo pianeta, compresi gli animali in via di estinzione. Non ne parlano perché questi “poveri illusi” mirano a trasmettere messaggi negativi, alimentando la cattiveria e la paura nelle persone.

      Ma un giorno le persone si faranno furbe e non seguiranno più la massa, cominceranno a distaccarsi e a mettere in moto il loro cervello, perché saranno stanchi di vivere come marionette. Se è vero che siamo esseri spirituali, un’energia si sveglierà in ognuno di noi, perché questa energia è già dentro ognuno di noi, si trova solo in una specie di letargo, prolungato da tutte quelle cattive persone egoiste, le stesse persone egoiste che un giorno sono destinate a perdere il potere sull’intera umanità.

LASCIA UN COMMENTO