Alieni: Una donna parla di un essere della specie dei Grigi

Alieni: Una donna parla di un essere della specie dei Grigi

Questa è un’ipnosi regressiva abbastanza sconcertante, la donna “sembra” abbia vissuto una sua esistenza come un clone della specie dei Grigi. Ho scritto “clone” perché ad un certo punto gli viene chiesto come si riproduce e se hanno sesso, e la donna risponde che sono tutti uguali, e non sa come si riproducono.

Analizzando tutti i video che ho visto fino ad ora, una ventina (escludendo quelli di Malanga), ne viene fuori, che lo spirito può impersonare qualsiasi essere, di qualsiasi specie che si può trovare nell’infinito universo (o Multiverso), e l’unico scopo sembra quello di apprendere un qualcosa, a differenza di quello che sostiene qualcuno, cioè che quelli che si ricordano sotto ipnosi regressiva, non sono altro che memorie aliene che non appartengono a noi.

Ovviamente ognuno è libero di trarne le sue conclusioni. Io preferisco pensare che essendo uno spirito posso impersonare qualsiasi corpo, visto e considerato che anche gli esperti sono sempre più d’accordo che la vita sulla Terra proviene dall’esterno.

Fra qualche giorno tradurrò un video molto interessante di una donna, la quale afferma che fino ad ora ha svolto diversi compiti, sia da incarnata che da “spirito”, tutto quello che gli è stato chiesto di fare lei lo ha fatto, o meglio il suo spirito. Esempio, se deve aiutare una persona a trapassare trasmettendogli sicurezza e un senso di pace, lo fa, se deve andare in altri pianeti e impersonare una qualsiasi specie, lo fa. Questa donna, che tra l’altro non è l’unica, si è vista dentro vari corpi alieni, l’unica sua esperienza spiacevole sembra essere stata quella dentro un rettiliano. Un essere molto grosso, pesante e cattivo, ma non voglio rivelarvi di più, lo farò quando posterò il suo video.

Esiste solo un punto che potrebbe smontare le ipnosi regressive, ma anche se fosse dimostra sempre l’esistenza degli spiriti. Secondo alcuni medium di vecchio stampo, noi siamo circondati costantemente da spiriti che fanno i fatti loro, potrebbero essere spiriti di parenti defunti, amici di questa o di un’altra vita, spiriti a noi simpatici. Ora, sempre secondo questi medium, gli spiriti che si trovano più vicini a noi, sono quelli meno evoluti, i quali gli spiriti evoluti, considerano burloni.

Il che non significa che siano per forza cattivi, potrebbero essere semplicemente “annoiati”(permettetemi l’aggettivo). Pare siano quegli spiriti che erano troppo attaccati alla vita materiale e hanno avuto difficoltà a proseguire con il proprio percorso, anche solo per il dispiacere di lasciare una persona cara su questa dimensione (ignoranza). Ebbene, questi spiriti possono presentarsi facilmente utilizzando l’energia di un medium, più una persona ha sviluppato questo potere (anche se di potere non si tratta visto che lo posseggono in realtà tutti gli uomini e donne, in alcuni è più sviluppato in altri meno) e più è facile entrare in contatto con questi spiriti “burloni”(anche quelli saggi ovviamente).

Ma cosa fanno questi spiriti burloni? niente di grave, lo dice la parola stessa, si burlano di noi, impersonalizzano qualsiasi personaggio più o meno famoso e inventandosi una marea di stupidate, approfittando della credulità di una brava persona.

Se tutto questo fosse vero, i famosi medium saggi ed esperti, fanno notare che più uno spirito è meno evoluto e più i dialoghi sono meno costruttivi, si sentono parolacce, perversioni, attaccamento alle cose materiali come il denaro, cercano di spingerci a fare azioni egoiste, etc.. Perché gli spiriti evoluti ci danno solo buoni consigli, azioni di altruismo, pace e amore..

Considerando questi fattori, dovremmo supporre che visti i dialoghi che si hanno tramite queste ipnosi regressive, i presenti non hanno quasi mai avuto a che fare con questi “burloni” e anche se si trattasse di spiriti burloni, non agiscono con cattiveria, potrebbero essere meno evoluti per via del loro livello raggiunto tramite le varie reincarnazioni.

Questo è quanto è scritto nei libri di medium considerati “seri” (forse un po’ troppo pignoli) che parlano di spiritismo, ma adesso concentriamoci sulle ipnosi, che comunque hanno sempre un qualcosa di interessante. Buona lettura..

A: Aurelio – I: Ipnotizzata (poca fantasia? non fa niente ci capiamo :))

A: Cosa stai immaginando, cosa stai visualizzando?

I: Sto osservando il cielo, vedo una nube molto grande dorata, dove al di sopra c’è una città di luce dorata, una città con molte costruzioni, molta luce, e mentre la sto osservando provo una sensazione di nostalgia, mi sento molto lontana, molto lontana…. un luogo che non mi piaceva molto..

A: Continua..

I: Io credo che si tratta di ricordi, perché.. ho smesso di osservare e ho provato molta tristezza, un posto che non ho mai visto prima..

A: Provi nostalgia?

I: Molta nostalgia..

A: Andiamo a cercare nel tuo passato se sei mai stata in quel posto, conterò da 1 a 5, e lascerai che il tuo spirito ti porti molto lontano, guarda se sei già stata lì, se ci sei già stata, ricordatelo.. 1..2..3..4..5..

I: Sembra di cristallo.. le strade sono molto brillanti.. è come una clinica di guarigione molto avanzata

A: Come ti vedi in quel posto, qual’è la tua forma?

I: Sembro grigia senza vestiario..

A: Hai fratelli?  (inteso come amici o compagni)

I: Si..

A: Come comunicate fra di voi?

I: Con la volontà..

A: Avete delle coltivazioni come noi?

I: Non lo so, io sto entrando in un posto molto grande che secondo me è una specie di clinica, qualcuno ci dice quando è il nostro turno.. è presente qualcun altro, penso che si tratti del mio maestro però non riesco a vedergli la faccia, sento solo la sua presenza.. sembra un’ascensore, è molto alto e vedo delle camere singole dove viene ricaricata l’energia alle persone.. vedo un cerchio che passa attorno alle camere in continuazione, in questo modo le persone si curano e ricaricano le proprie energie..

A: Vi alimentate con qualcosa?

I: No.. solo energia..

A: Durante la vostra vita attraversate delle tappe come noi, bambino, ragazzo, adulto e anziano?

I: No..

A: Utilizzate qualche elemento per trasportarvi da un luogo all’altro?

I: No, la volontà, è una cosa immediata..

A: Cos’altro fate con la volontà?

I: Mi stanno mostrando come (non capisco la parola) gli altri..

A: Sei uguale agli altri o sei differente?

I: Sono uguale..

A: Utilizzate un nome per identificarvi?

I: Si io ho un nome..

A: Qual’è?

I: Yöl.. ( i greca, o con due punti sopra, e una l)

A: Avete i due sessi?

I: Siamo tutti uguali..

A: Come vi riproducete?

I: Non lo so…

A: Devi svolgere qualche missione lì?

I: Apprendere..

A: In che maniera?

I: Osservando e ricevendo energia da una luce molto chiara…

A: Tra voi ci sono esseri superiori?

I: Si, i maestri..

A: Chi li elegge?

I: Qualcuno che sta più in alto..

A: Morite?

I: No..

A: Yöl da dove ti trovi, puoi eseguire una scansione, una revisione, a qualcuno qui sulla Terra?

I: E’ quello che sto apprendendo, sto facendo pratica…

A: Viaggiate in altri pianeti?

I: Si..

A: Siete mai venuti sulla Terra?

I: Si..

A: Cosa venite a fare qui?

I: Aiutare a guarire, ma non il corpo.. lo spirito.. dovete apprendere a concentrarvi solo sull’indispensabile e lasciare da parte tutto quello che non vi serve, ma è un processo difficile..

Secondo molti, i Grigi sono malevoli, dovremmo però specificare che di questa razza ne esistono se non vado errato 5 specie, e non tutti “sembrano” malevoli. Aggiungo che il buon Aurelio a volte fa delle gaffe grossolane, come puoi non indagare sul suo aspetto? la sua provenienza? sono le basi di un’ipnosi. Ma noi questo abbiamo… e questo ci teniamo… 🙂

A: Mi parli del tuo pianeta, com’è?

I: Sento che è armonia.. armonia nell’architettura, nella convivenza, nel linguaggio, armonia in tutto.. è stupendo..

A: Hai detto armonia nell’architettura, come fate le costruzioni?

I: Vedo dei cristalli trasparenti, sono dei piccoli blocchi, però non so come avviene.. ci sono altri che si dedicano a questo.. non me ne occupo io perché non è compito mio..

A: Maneggiate concetti di religione, déi?

I: No.. questo è della Terra…

A: Vi siete mai chiesti quale sia l’origine dell’universo?

I: No, perché è armonia.. il nostro essere superiore ha creato tutto in armonia e lo mantiene in armonia..

A: Quindi credete ad un qualche essere superiore?

I: Si..

A: Però non avete nessuna religione?

I: Non è una credenza, è una realtà che ci alimenta, ci motiva e ci riempie di felicità..

A: Quindi avete emozioni?

I: Noi siamo felici di svolgere i nostri compiti, saperli fare…. questa è la felicità per noi..

A: Utilizzate un qualche tipo di combustibile o energia?

I: No, la volontà muove tutto.. la volontà è il motore..

A: In mezzo a voi ci sono buoni e malvagi?

I: Io non conosco nessuno che è malvagio…

A: Bene Yöl, suppongo che la tua esistenza prima o poi finisce, come avviene?

I: Io sento che andiamo in questo posto a ricaricarci nuovamente, in questo luogo di guarigione, non so se è lo stesso che ho visto prima o si tratta di un altro veicolo, fatto sta che ci ricarichiamo e torniamo ad essere come prima..

A: Possedete qualche tipo di arma?

I: No, e per fare cosa..? No!

A: Utilizzate qualche veicolo per muovervi nel cosmo?

I: No, con la forza di volontà, per noi è facile spostarci da un posto all’altro..

A: Quando andati un altro pianeta, cambiate la vostra forma?

I: Si, ci trasformiamo nella stessa forma pensante che è presente su quel pianeta che andiamo ad aiutare..

A: E come fate ad impersonarvi con le varie culture, nazionalità, come fate per eventuali permessi, frontiere..?

I: E’ difficile, nel pianeta Terra esiste molta cattiveria soprattutto con gli animali… (piange) io chiedo predono, chiedo scusa tutti i giorni per come li trattiamo, utilizziamo, non li rispettiamo. Li utilizziamo come nostro alimento, non mi piace questo pianeta, questo mi fa molto male..

A: Questa è la maggiore difficoltà che stai sentendo nella tua missione sulla Terra?

I: Si questa è la cosa più difficile.. non mi piace e porta via molto del mio tempo… sta rallentando il mio lavoro quì sulla Terra.. mi riesce difficile capirlo, non capisco come fate… devo imparare..

A: Che consiglio daresti agli umani oggi?

I: Siamo spirito, non sappiamo niente.. ci stiamo perdendo.. stiamo causando dolore.. al nostro pianeta, agli esseri, alle piante, agli animali… non li rispettiamo e questo è molto duro.. il fatto è che l’essere umano non è malvagio, semplicemente non sa… però non vuole apprendere.. non gli si può dire niente perché neanche ti ascolta…

A: Yöl puoi dirmi che cos’è la presenza che sente vicina Maruja, la mia amica? (è il nome di questa donna, ma non era stato ancora pronunciato fino ad ora)

I: Si, è mia nonna..

A: Bene Yöl allora ti saluto perché devo proseguire con Marija, che la pace dell’universo ti accompagni sempre..

I: Grazie, anche a te..

A: Questa è la nostalgia che sentiva Maruja quando sentiva di non essere di questo mondo?

I: Si, ma capisco che è solo una tappa..

A: Bene adesso vai per la tua strada Yöl. Maruja con te c’è la nonna, dialoga con lei e aiutala ad andare verso la luce, così che possa proseguire nel suo percorso spirituale…

I: …………

A: Di che state discutendo?

I: La sto ringraziando perché mi ha insegnato molto, è stata lei ad insegnarmi di non utilizzare gli animali come alimento, ad essere forte, non esitare, e non ascoltare le persone che avrebbero potuto ingannarmi. Di andare sempre avanti per la mia strada, lei è molto valorosa, e sono contenta di aver appreso tutto questo da lei.. In questa mia vita tanto complicata lei è sempre stata la mia luce e la amo molto.. ti amo nonna!.. grazie!

A: Quando hai finito con la nonna dimmelo…

I: Grazie nonna, grazie! se ne va, se ne sta andando sorridendo…

A: Ora Maruja, osserva se stai proseguendo nella giusta strada in questa vita, se stai compiendo la tua giusta missione…

I: Si è questo il momento, ho passato molti anni per la preparazione, mi chiedevo tanto il perché di tutta questa preparazione, di tanto studio, però adesso sento che è il momento, dovevo maturare. Adesso sono pronta e le esperienze che ho avuto sono state molto utili, “mi dicono di si”..

A: Ora puoi connetterti con tuo figlio Paolino, con il suo campo energetico, con il suo registro, fino a dove te lo permettono…

I: Lo amo molto Paolo… anche lui mi ha insegnato tanto, così forte, valoroso e onesto.. c’è qualche problema nella sua testa, qualcosa non è connesso..

A: Tu non puoi provare a connetterlo?

I: Si..

A: Bene, attiva questi circuiti…

I: Si, c’è qualcosa che non va, sembra ce ne siano alcuni scollegati…. sto cercando di rimettergli apposto, sta venendo un bel lavoro… è molto sano, i suoi pensieri sono puliti e questo aiuta molto… non ha rancori, risentimenti, è molto pulito… il suo spirito è puro, nonostante tutto quello che ha vissuto.. ok io credo che vada bene così..

A: Cerca un rancore nel tuo corpo, nel cuore o nella tua anima, vedi se c’è ancora qualcosa che vuoi cambiare o sistemare..

I: Tutta la tristezza che mi porto dietro, per come mi sono comportata come madre, avrei dovuto dare più amore e affetto, toccarli, abbracciarli, ma non riuscivo perché facevo da madre e da padre allo stesso tempo.. ero molto stanca però sono cresciuti molto bene e puliti tutti e due (probabilmente si riferisce ai suoi figli). Siamo molto vicini tutti e 3 non abbiamo bisogno di comunicare, siamo sempre molto vicini anche se ci troviamo a parecchi chilometri di distanza… mi rattrista non avergli potuto dare quello che avrei voluto, ma sono stata una madre molto impegnata, essendo madre e padre non è stato un compito facile per me.. una mamma sola è stata sempre mal vista è criticata dalle mie parti.. però non fa niente andiamo avanti e proseguiamo con tanta tenerezza e tanto amore..

A: Tutta questa tristezza non ti è più necessaria…

I: No, non la voglio più…

A: Consegnala a me, te la porterò via…

I: Si!

Aurelio fa il solito gesto e gli porta via un sentimento non più necessario.

A: Ora andrò a potenziare la tua mente perché voglio che ricordi quel tuo incontro ravvicinato con quello strano essere.. conterò fino a 5… 1…2…3…4..5..

I: Pensavo fosse stato un sogno.. mi trovavo a tavola ed ero circondata da molti esseri piccoli.. non erano attorno a me per mangiare, mi stavano semplicemente osservando… ho sognato molte volte questo.. sono stata toccata con un oggetto da uno di loro, che ha prodotto una specie di scossa, una sensazione molto forte, ma indolore.. questo l’ho sempre considerato come un sogno ricorrente, mi sono trovata molte volte lì.. non so se mi ricaricano di energia o se mi analizzano, so solo che mi è accaduto molte volte..

A: Ora vai ad un altro momento…

I: C’è ne veramente tanti, ma non è chiaro… pensavo che fossero sogni….. non pensavo fosse una cosa reale… sto volando, mi sto muovendo, vedo le stelle muoversi velocemente, mi piace, è un bello spettacolo…

A: Ricorda un altro momento…

I: Non mi riesce vedere chiaro, non riesco a spiegarlo.. vedo le immagini ma non posso spiegarlo..

A: Allora, voglio che torni a Houston dove hai avuto un incontro con uno di questi esseri..

I: Sono a casa mia e sto navigando in internet… sono con mio figlio, vado per uscire di casa, ma non riesco ad aprire la porta.. cammino per casa e vedo un piccolo essere riflesso sul vetro della finestra.. ma io lo conosco.. vedo che entra in casa, vedo la sedia, lo schermo del computer.. provo paura, ma non capisco il perché, io lo conosco.. mi si avvicina, e io ho paura, ma lo conosco non ricordo chi è ma lo conosco… però il suo aspetto mi provoca paura..

A: Ok, potenzio ancora la tua mente così potrai ricordare..

I: Mi stava cercando.. voleva dirmi qualcosa ma talmente avevo paura che non capivo cosa volesse dirmi.. adesso comprendo che voleva darmi solo un messaggio, ma io mi sono persa questa opportunità per la paura.. non ho saputo approfittarne.. mi stava cercando era lì per me, voleva comunicare…

A: Che forma aveva?

I: Era piccolo, occhi grandi, un corpo delicato, di colore grigio, verde-giallo, è un essere buono.. ma io lo fatto andare via perché ho avuto paura.. adesso ricordo, è la stessa immagine che ho quando ero Yöl.. che peccato mi sono lasciata scappare un’opportunità… voleva dirmi qualcosa perché sapeva che io ero lì..

A: Bene pensi di essere pronta per poter ritornare e goderti la tua vita di adesso?

I: Si..

A: Bene allora preparati…. continua con il suo processo di risveglio….

Per concludere, questi Grigi sono buoni o cattivi?

Per quel poco che ne sappiamo tramite, abduction, ipnosi regressive e i pochissimi documenti top secret rilasciati da qualche governo, i Grigi in generale, sono stati sempre descritti come malvagi.

Dall’ultimo documento che ho letto; “Blue Planet Project”, sembra che i Grigi Rigeliani siano senza dubbio malvagi. Va anche detto, che la donna afferma che non vengono utilizzati mezzi per muoversi, a differenza di alcuni dei Grigi (es. Roswell). Personalmente ho letto parecchio sui Grigi, ma non è mai abbastanza, per questo non basta leggere un documento o ascoltare un addotto. Per capirne di più non bisogna mai fermarsi, più ci si documenta, e più si avranno le idee chiare.

Sarebbe utile che il signor Aurelio indagasse più a fondo invece di fare le solite 5 domande. Non capisco perché non si fa dare una descrizione accurata dei corpi alieni, nessuno pretende l’anatomia completa, ma perlomeno la descrizione degli arti, della testa, del viso, e ancora il pianeta dove si trova rispetto alla Terra..

Non ho ancora capito se non gli interessa saperlo, se fa finta, o se ha paura di indagare…?!? Sembra che il suo interesse sia concentrato, 1° sulla cura del paziente (il che mi sembra giusto visto che paga), 2° comunicare con maestri o spiriti evoluti che possono dare consigli, 3° ha la fissa delle piramidi e dell’Egitto, niente da dire anche a me attirano le piramidi, però cavolo chiedi qualcosa in più, dico io, ..scrivile su un pezzo di carta così non devi pensarle.., possibile che non ci arriva da solo??

D’altra parte come ho già detto all’inizio, Aurelio sembra sia l’unico che indaga almeno un po’ sulle razze aliene, in questa maniera. Quindi questo abbiamo, e questo ci teniamo 🙂 anzi.. dovremmo ringraziarlo per il lavoro che svolge.

loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti ...dello stesso autore

lascia un commento
(javascript deve essere abilitato)