Alieni e UFO secondo Barry H.Downing

Da tempo si discute sul fatto che i nostri governi ci abbiano mentito riguardo gli UFO. Quando ho pubblicato per la prima volta La Bibbia e i dischi volanti nel 1968, scrittori come Donald Keyhoe e Frank Edwards erano sicuri che i nostri governi stessero mentendo al riguardo.

In alcuni casi, ricercatori UFO seri, come il Dr. Jacques Vallee, hanno sostenuto che il governo non è poi così colpevole della confusione creata da questa “copertura”, tuttavia penso che la prova dell’insabbiamento sia inoppugnabile.

Ricercatori UFO, come Lawrence Fawcett e Barry Greenwood, grazie al Freedom of Information Act Maze (legge per la libertà di informazione), sono riusciti a far pubblicare il loro libro, Clear Intent: The Government Coverup of the UFO Experience (1984), una raccolta di documenti governativi classificati inizialmente come UFO. Fawcett e Greenwood stavano ottenendo talmente tanto successo nell’acquisire informazioni sugli UFO, che il nostro governo ha chiesto ed ottenuto un’ordinanza giudiziaria per impedire la pubblicazione di molti documenti in nome della sicurezza nazionale.

Esattamente, in che modo gli UFO sono una questione di sicurezza nazionale?

Chi sono adesso i cattivi là fuori? Perché non ci è permesso saperne di più? A questo punto, so che non ci sono risposte certe.

Non sappiamo di cosa siano a conoscenza i nostri governi, sappiamo solo che sanno più di quanto dicono. Alcuni ricercatori UFO, come Stanton T. Friedman e Don Berliner, nel loro libro Crash at Corona (1992), affermano che i nostri governi sono in possesso di uno o più UFO incidentati e probabilmente anche dei corpi dei piloti alieni. Infatti, inizialmente, riguardo l’incidente nei pressi di Corona, la U.S. Air Force disse che si trattò di un “disco volante” caduto nel New Mexico nel 1947, poi cambiò versione e parlò di un pallone sonda. Solo recentemente la U.S. Air Force ha ammesso di aver mentito ed ora dice che in realtà si trattò di un oggetto più grande che raccoglieva informazioni militari.

Il ricercatore di UFO, George Knapp si recò in Russia dopo il crollo politico dell’Unione Sovietica e constatò che molti leader militari e scientifici credevano negli UFO ed effettuavano studi segreti da decenni (vedi il suo articolo What the Russian Know About UFO, MUFON 1994 International UFO Proceedings).

Ma se gli UFO sono reali e il governo americano, così come la maggior parte dei governi del mondo, hanno scelto di mentire al riguardo o di rimanere in silenzio, non si spiega comunque perché, 50 anni dopo l’avvistamento di Kenneth Arnold, gli UFO rappresentino ancora un mistero. Forse, gli UFO sono ancora un mistero, perché è questo che hanno scelto di essere. Nessun UFO è atterrato nel giardino della Casa Bianca, dicendo: “Prendetemi come vostro leader”, né ha cercato di avere un contatto con l’umanità. Nelle storie sugli UFO, li abbiamo immaginati avvicinarsi alle nostre auto o ai nostri aeroplani e dire: “Salve, noi siamo qui”. Oppure, molte persone oggi credono che gli alieni possano rapire gli umani, portarli su un disco volante ed esaminarli, per poi riportarli sulla Terra, talvolta con un’importante perdita di memoria. Ricercatori, come Budd Hopkins nel suo libro Intrusi, sono arrivati alla conclusione che gli alieni trattano gli umani come noi trattiamo gli animali da laboratorio. Questa visione suggerisce che se venissimo osservati da una realtà aliena, con questa realtà dovremmo avere una sorta di relazione divina, anche se forse non nel senso religioso ortodosso. Dovremmo chiederci se gli alieni possano avere il controllo su di noi allo stesso modo in cui crediamo che gli angeli di Dio controllavano e guidavano il destino dell’umanità. Naturalmente, io mi chiedo molto più di questo. Mi domando se ciò che noi oggi chiamiamo UFO e ciò che la Bibbia chiama angeli di Dio, non siano in realtà la stessa cosa. Se fosse vero, avremo molto a cui pensare: a Dio, alla natura, al destino della razza umana, alla connessione tra gli UFO e tutto ciò che l’umanità è stata e sarà. Infatti, in un universo che gli scienziati credono vecchio 15 miliardi di anni, dobbiamo domandarci in che modo la vita biologica si sia evoluta sulla Terra, se questo sviluppo sia avvenuto da sé, oppure se sia stato in qualche modo guidato. La Terra potrebbe essere il laboratorio di qualche Realtà Superiore? Questo vorrebbe dire che la vita sulla Terra non è il risultato della “pura evoluzione”, come hanno sostenuto molti scienziati da Darwin ad oggi.

Nemmeno il racconto biblico della creazione, nel libro della Genesi, ci rivela tutta la storia. Per più di venti anni sono stato consulente di teologia presso il Mutual UFO Network (MUFON) di Seguin, in Texas, diretto da Walter H. Andrus, Jr; inoltre faccio parte del consiglio di amministrazione del Fondo per la Ricerca sugli UFO (FUFOR) di Washington, D.C., presieduto da Richard Hall. Queste associazioni indipendenti hanno affrontato la questione degli UFO seguendo gli standard della ricerca scientifica ed hanno ottenuto prove, costruito una tesi, hanno lasciato che altre persone verificassero i loro risultati. Come teologo, sono stato invitato a prendere parte a questo processo scientifico, perché è ovvio a molti ricercatori scientifici UFO che esistono diverse dimensioni religiose nella questione. Cosa c’entra la religione con gli UFO? Più di 400 anni fa, la Chiesa Cattolica Romana considerò Galileo un eretico per aver ipotizzato che fosse la Terra a ruotare intorno al sole. Recentemente, i leader vaticani si sono domandati se, in caso avessimo incontrato esseri di un altro mondo, li avremmo dovuti battezzare. La religione e la scienza si trovano in questo stato di tensione da centinaia di anni. L’era spaziale e tutte le storie sugli UFO hanno sollevato nuove domande per la religione, non solo per quella giudaico-cristiana, ma anche per l’Induismo, come ha ben illustrato il dott. Richard Thompson nel suo libro Alien Identities (Identità aliene)del 1993. Nel Marzo del 1977 ho pubblicato un articolo sulla rivista Ancient Astronauts, intitolato UFOS and Religion: Were the Ancient Astronauts Mistaken for Gods? (UFO e Religione: gli Antichi Astronauti sono stati scambiati per Divinità?) In questo articolo suggerisco che anche nella tradizione giudaico-cristiana, la mia tradizione, ci sono diverse interpretazioni sulla connessione tra la religione e gli UFO. Gli UFO possono essere un mito religioso moderno, oppure antichi astronauti atterrati sulla Terra e scambiati per angeli o divinità dagli uomini primitivi; messaggeri di una verità superiore di una Nuova Era, che stanno portando l’umanità verso un mondo utopico e si preparano ad accoglierci come fratelli e sorelle dello spazio; o ancora demoni, oppure angeli mandati dal Dio dell’universo.

UFO come mito religioso

Rating: 4.5. From 2 votes.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

1
2
3
4
loading...

1 COMMENTO

  1. Nel complesso avvincente ma troppo negativo sul esistenza di dio persona unica , onnipotente, ecc, nessuno può dire non esiste dio, come nessuno può dire che forme di vita aliene non esistono, ne far oro colato che la vita sulla terra sia avvenuta per caso e per giunta con così mirabile varietà di forme, colori, bellezza. Ne si può dire che le cose esistenti sono vere se possono essere rifatte in laboratorio, lo studioso su alcune cose può dare certezze, su altre per la loro unicità non può dire non è stato creato da una vita superiore alla nostra solo perché invisibile, o Liena, infatti tutto è regolato da leggi e se ci sono leggi uno deve aver deciso che la terra deve girare sul proprio asse rotazione terrestre, giorno, notte, stagioni, e non solo ciò ma fare anche un giro in torno al sole rivoluzione? E tutto quello che ne consegue, purtroppo ormai la scuola è assai lontana e devo fare riassunto per non dire sciocchezze, in ogni modo è un ottimo libro dal riassunto letto.

LASCIA UN COMMENTO