Incontro con la razza aliena Ebens

Ottava lettera di Anonymous (29 novembre, 2005)

Ho deciso di concentrarmi questa sul team, la loro selezione, i problemi di comunicazione e lo scambio finale, poiché sono state poste diverse domande relative a questi temi.

L’alieno catturato nell’incidente di Roswell (Ebe) ci ha insegnato ad utilizzare un dispositivo di comunicazione presente nel velivolo precipitato a Corona nel 1947. Grazie a questo strumento siamo stati in grado di comunicare con il pianeta Serpo. Tuttavia, inizialmente il dispositivo non funzionava correttamente quindi non riuscimmo a comunicare con Serpo. Prima che l’alieno catturato morisse, uno scienziato americano di Los Alamos riuscì a comprendere il funzionamento del dispositivo e quindi a farlo funzionare grazie all’assistenza della creatura. I primi segnali furono inviati durante l’estate del 1952 e le prime risposte ci giunsero ad inizio autunno 1952, ricevemmo diversi segnali.

Grazie all’alieno riuscimmo ad inviare determinate richieste al pianeta Serpo.

  • Nel primo messaggio l’alieno comunicò di essere un sopravvissuto.
  • Nel secondo messaggio spiegò dell’incidente avvenuto nel 1947 e della morte del suo equipaggio.
  • Nel terzo messaggio chiese un mezzo di soccorso per lui.
  • Nel quarto messaggio suggerì un incontro formale con i leader della Terra.
  • Il quinto messaggio suggerì un programma di scambio.

(Nota: la creatura aliena sopravvissuta all’incidente non era uno scienziato, ma un meccanico, quindi non era in grado di affrontare argomenti complessi)

Dobbiamo considerare, inoltre, che l’alieno ci ha aiutato finché era in vita, dopodiché abbiamo dovuto mettere in pratica quei pochi insegnamenti che ci furono dati. Inviammo diversi messaggi su un periodo di sei mesi (1953) ma senza alcun risultato. Solo nel 1955 ricevemmo una risposta.

Siamo stati in grado di tradurre circa il 30% dei messaggi. Ci siamo rivolti a diversi esperti linguisti provenienti da diverse università degli Stati Uniti e persino da università straniere. Infine, siamo stati in grado di tradurre la maggior parte dei messaggi. Abbiamo deciso di rispondere in inglese pensando che essendo una civiltà più evoluta della nostra forse sarebbe stata in grado di tradurre la nostra lingua.

Circa quattro mesi dopo, abbiamo ricevuto una risposta in una forma d’inglese stentato. Ci sono voluti diversi mesi per tradurre i messaggi. Abbiamo poi inviato agli Ebens le nostre risposte con tanto di correzioni dei loro messaggi precedenti. Alcuni mesi dopo, abbiamo ricevuto un altro messaggio in inglese. Questa volta fu più chiaro, ma non abbastanza. Gli Ebens confondevano i vocaboli quindi le nostre comunicazioni non erano il massimo.

Nonostante tutto, siamo riusciti a stabilire una comunicazione di livello basico. Gli Ebens in un messaggio successivo ci inviarono il loro alfabeto con accanto la lettera inglese corrispondente.

Ovviamente per i nostri esperti linguisti non è stato facile riuscire a decifrare la loro lingua, tuttavia, dopo cinque anni siamo stati in grado di perfezionare la nostra comprensione della lingua Ebens, e lo stesso avvenne per loro.

Si presentarono altri problemi quando dovemmo stabilire una data, compresa di ora, e luogo di atterraggio sulla Terra. Non riuscivamo a capirci sul fattore “tempo”, quindi abbiamo inviato loro alcuni dati che riguardavano la nostra misura del tempo, il periodo di rotazione terrestre, etc.


Gli Ebens fecero lo stesso ma non avendo alcun riferimento (mappa stellare) sul loro sistema, era tutt’altro che semplice per i nostri scienziati avere uno schema preciso riguardo l’ubicazione del loro pianeta, giacché queste creature non inviarono dati astronomici riguardanti Serpo. Quindi decisero che sarebbe stato più proficuo inviare immagini della Terra con punti di riferimento, e una semplice numerazione con lo scopo di indicare i vari periodi di tempo.

Dopo non poche incomprensioni, gli Ebens inviarono un messaggio che indicava che sarebbero tornati sulla Terra in una data specifica e su un luogo (posizione) scelto da noi. La data decisa corrispondeva al 24 aprile 1964 e la posizione era nel settore meridionale del White Sands Missile Range, New Mexico. Una volta organizzato il tutto, i nostri funzionari di governo si incontrarono in segreto per pianificare l’evento. E dopo varie contraddizioni riuscirono ad organizzarsi. Avevamo a disposizione circa 25 mesi per pianificare l’evento.

Furono coinvolte squadre speciali, per lo più militari, e scienziati anche civili. Spettò al presidente Kennedy approvare il piano di scambio di una squadra militare speciale. L’USAF fu nominata agenzia leader. I funzionari USAF riunirono scienziati civili speciali per assistere alla pianificazione e la selezione dell’equipaggio.incontro-e-scambio-umani-alieni-ebens-kennedyIl processo di selezione non fu cosa facile, poiché ci vollero diversi mesi per decidere quali criteri dovevano avere i volontari che avrebbero formato il team. Fu presa la decisione che i membri scelti dovevano essere militari, single, senza figli, con abilità speciali, e con un’anzianità militare di almeno quattro anni. Le persone selezionate, oltre ad essere dotate di una serie di qualità non da poco, sarebbero state “cancellati” dai registri militari. In questo modo avrebbero potuto agire senza dover preoccuparsi di problemi futuri che sarebbero potuti sorgere durante la missione.

Per cancellati si intende, previdenza sociale, dichiarazione dei redditi, cartelle cliniche, e qualsiasi altro documento che riportava la loro identità. Fu cancellata ogni cosa che riguardava il loro passato, e presente. Parteciparono circa 56 mila persone, ma di queste ne furono presero in considerazione solo 16, che poi si sarebbero ridotti a 12 (i migliori). Il loro addestramento durò circa sei mesi, e quelle 4 persone in più erano i sostituti, in caso di incidenti o qualsiasi altra ragione.

Percorso addestrativo: ogni membro del team selezionato fu inviato ad un impianto speciale situato a Camp Perry, Virginia. Questo era un luogo addestrativo d’Intelligence, e la maggior parte dei membri ha trascorso la sua formazione in quel posto. Tuttavia, per alcune formazioni speciali furono trasferiti in altri complessi; Sheppard Air Force Base, Wichita Falls Texas; Ellsworth AFB, South Dakota; Dow AFB, Maine; e altri luoghi isolati in Messico e Cile. L’addestramento è durato 167 giorni, e alla squadra fu permesso solo un riposo di circa 15 giorni durante questo periodo di tempo, tuttavia, furono gelosamente tenuti sotto controllo.

Poco prima del loro viaggio, ogni membro del team fu trasportato alle United States Disciplinary Barracks, Ft. Leavenworth, KS e confinati in celle bloccate. Questo ha impedito loro di comunicare con chiunque del mondo esterno, poiché erano tenuti sotto stretta sorveglianza.

Cambio di piani: Ricevemmo un messaggio dagli Ebens dove affermavano che non avrebbero eseguito alcuno scambio durante la loro prima visita sulla Terra. Vollero prima incontraci personalmente e poi pianificare lo scambio. Questo ha creato molti problemi al nostro team che era già pronto.

Lo sbarco: Nel dicembre 1963 gli Ebens inviarono un messaggio di conferma con data, ora, e luogo di atterraggio. Il messaggio affermava che due dei loro velivoli erano in rotta verso la Terra, e che sarebbero atterrati nel luogo previsto.

(Nota: In questo periodo gli Stati Uniti soffrivano della perdita del presidente Kennedy. Alcune persone del progetto pensarono di annullare lo scambio alieni/umani a causa della sua morte. Ma il presidente Johnson abbia indicato di proseguire, anche se alcune fonti affermano che Johnson era un uomo al quanto scettico.)

Erano previste due posizioni. Una posizione di copertura (cover-up) a Holloman Air Force Base nei pressi di Alamogordo, New Mexico e l’altra, che era il luogo effettivo di atterraggio, si trovava ad ovest di Holloman, vicino l’ingresso sud di White Sands Army Post.

Rating: 3.7. From 6 votes.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

1
2
loading...

LASCIA UN COMMENTO