Diario del capitano del team di scambio – umani/alieni – diretto sul pianeta Serpo

Day 2 (secondo giorno)

Ho perso la concezione del tempo, non so da quanto tempo siamo dentro questi contenitori. Dopo che ci siamo seduti hanno posto una sorta di contenitore trasparente di protezione che prendeva noi e il nostro posto a sedere. Eravamo isolati in questa bolla o sfera. Eravamo in grado di respirare e di vedere l’esterno, ma ci siamo sentiti storditi e confusi. Penso di essermi addormentato, o svenuto. Credo che questo sia un altro giorno, ma il mio orologio dice che è passata solo un’ora da quando ci siamo seduti, ma non credo, penso che sia passato un giorno.

La nostra strumentazione si trova nei nostri zaini in un’altra area di questa stanza. Sembra tutto OK. Beh, 899 ha capito come uscire perché lo vedo in piedi. Apro questa specie di sfera, ma non so se è una buona idea uscire fuori. 899 dice che un EBE è venuto a controllarci. Gli altri membri del team dormono. 899 e io camminiamo intorno a questa stanza.

Sono andato a prendere la strumentazione per misurare il tempo (sarà un orologio particolare che hanno nello zaino? In realtà dice; sono andato a prendere gli strumenti del tempo, ma non ha molto senso, non credo sia andato a prendere una clessidra no? ;-)). Sembra che abbiamo viaggiato circa 24 ore. Non abbiamo la possibilità di vedere cosa c’è all’esterno. Inizialmente ci hanno detto che questo viaggio corrisponde a 270 dei nostri giorni. OK, uno di loro (EBE) entra e fa segno guadando le nostre postazioni, credo che dobbiamo tornare ai nostri posti.

Dal momento che non sono sicuro di quale giorno sia non voglio affermare nulla. Siamo tutti malati abbiamo vertigini e stomaco sottosopra. 700 e 754 ci hanno dato un farmaco per lo stomaco. Ma ci sentiamo veramente male. Ci manca la concentrazione, non riusciamo a mettere a fuoco un’immagine (credo che intenda dire fissare un punto, insomma, sono ubriachi d’aria) e non si capisce se siamo sotto, o sopra, è davvero una brutta sensazione.

La medicina aiuta un po’, riusciamo a mangiare qualcosa. 700 e 754 dicono di mangiare e bere acqua così ci sentiremo meglio, e di concentrarci su qualcos’altro. Ma è difficile in questo momento.

Mi sento molto meglio. Uno di loro (EBE) è entrato e ha fatto qualcosa per la stanza. Adesso sembra tutto più chiaro e non sono più confuso e stordito. Abbiamo mangiato ancora e beviamo più acqua. Ci sentiamo molto meglio. Siamo fuori dalla sfera, ma non sempre possiamo uscire. L’EBE ci ha mostrato una serie di luci che si trovano sopra i nostri posti. Sono tre; verde, rossa e bianca. Se la luce è rossa dobbiamo entrare nella sfera, quando è bianca possiamo uscire. L’EBE non ci ha spiegato cosa significa il colore verde, forse non è nulla di buono.diario-capitano-team-scambio-pianeta-serpoNon abbiamo idea di che giorno sia, so solo che l’orologio segna le 23:19. Secondo 633 c’è qualcosa che non quadra con il tempo, gli strumenti non stanno funzionando come dovrebbero. Credo che stiamo viaggiando da 10 giorni ma non ne ho la certezza. Siamo sempre rimasti confinati in questa stanza per tutto il tempo. forse questa è un stanza adatta a noi, qui siamo al sicuro.

Credo non sia saggio uscire da questa stanza. In assenza di peso, non so come farlo. Ci sentiamo un po’ storditi quando camminiamo. La stanza sembra pressurizzata, lo si sente nelle orecchie. Se dobbiamo stare in questa stanza per 270 giorni sarà veramente noioso. Non possiamo fare molto, tutta la nostra attrezzatura si trova chiusa in un altro settore.

Abbiamo i nostri zaini ma contengono solo pochi elementi. Vorremmo darci una rinfrescata, ma non si riesce a trovare un bagno ad eccezione di questi contenitori che stiamo usando. Si tratta di piccoli contenitori metallici che vengono svuotati dall’EBE ogni ora e poi uno di loro ci porta il cibo, il loro cibo. Lo abbiamo provato e ha un sapore simile alla carta non ha nessun gusto paticolare, ma forse è il cibo adatto ai viaggi spaziali. 700 lo mangia.

Sembrava gradirlo ma adesso ha problemi di stomaco. La loro acqua ai nostri occhi è lattiginosa e sa di mele. Strano. Secondo noi siamo in viaggio da circa 25 giorni ma potrebbero anche essere 5. Siamo rimasti chiusi nella nostra sfera per un lungo periodo di tempo. Siamo dovuti rimanere dentro per stabilizzare i nostri sintomi e, infine, siamo stati in grado di aprire la sfera e uscire.


Comunque siamo tutti ammalati, a volte proviamo un senso di vertigine che ci impedisce di camminare. Abbiamo anche avuto difficoltà a urinare e problemi di stomaco. 700 e 754, che hanno mangiato il cibo EBE non sembrano soffrire come noi. Ci hanno dato dei farmaci e un’EBE ha proiettato una luce bluastra sulle nostre teste. Questa cosa ci ha fatto sentire meglio, molto meglio.

Ci indica le sedie e capiamo che dobbiamo tornare a posto. Gli abbiamo mostrato i contenitori di rifiuti ma lui indica le sedie, sono un po’ confuso. Sembra aver capito, lascia la stanza. L’EBE torna con un piccolo contenitore che potremmo collocare all’interno della sfera.

Ha portato anche delle piccole brocche con del liquido lattiginoso e fa il gesto di berlo. Così siamo tornati nella sfera e ci siamo seduti lì con i contenitori per i rifiuti e questa caraffa con del liquido simile al latte. Beviamo, sembra ci faccia star meglio, tranne 518. Ci hanno avvertito che dobbiamo restare dentro la sfera.

Questa volta non ho idea di quanto tempo siamo rimasti dentro la sfera. Ma uno di questi esseri è entrato facendoci segno di uscire. Siamo stati in grado di muoverci senza soffrire di vertigini o altri sintomi. L’EBE ci ha permesso di lasciare la stanza. Abbiamo camminato per lungo un corridoio molto stretto, sembra sia passato molto tempo, forse 20 minuti. Siamo poi entrati in una sorta di ascensore, che si muoveva veloce, perché abbiamo potuto sentire il movimento.

Siamo finiti in una stanza molto grande che conteneva molti Ebens seduti al loro posto. Forse questo è il centro di controllo. Dopo un po’ ci fanno capire che dobbiamo tornare nella nostra stanze. Abbiamo potuto vedere dei pannelli di controllo con molte luci. C’erano quattro postazioni differenti contenenti sei Ebens ciascuno. Erano in livelli.

Il livello superiore all’interno di questa stanza conteneva solo un posto a sedere. Uno di loro era seduto. Secondo noi è il comandante pilota. Sembrava occupato su un quadro con degli strumenti. Abbiamo visto molti schermi con immagini del linguaggio EBEN, e una serie di linee, sia verticale che orizzontale. Forse una sorta di grafico.

Siamo stati in grado di andare in giro da soli, nessuno di loro ci ha infastidito. 633 e 661 erano davvero interessati, più 633. C’era una sorta di finestra ma non siamo riusciti a vedere nulla. Era buio, abbiamo intravisto delle linee ondulate, forse una sorta di distorsione del tempo. Ci muoveremo sicuramente più veloci della luce, ma noi non possiamo vedere nulla fuori dalla finestra.

OK, finalmente è arrivato MVC. Egli ci spiega in inglese che siamo a metà strada. Che sta andando tutto bene e che ci sentiremo meglio una volta usciti da quest’onda, o come la chiama lui. MVC dice che siamo liberi di camminare dove vogliamo, ma dobbiamo restare uniti.

Ci mostra come far funzionare i vari strumenti per poterci spostare da una zona all’altra, riferendosi agli ascensori. Sembra semplice, basta porre la mano sopra una delle luci di funzionamento, una bianca e l’altra rossa. Sulla bianca si muove mentre la rossa lo arresta. Abbiamo sentito una sorta di suono ma MVC dice che proviene dall’esterno, sono suoni spaziali. Siamo stati in grado di camminare per la nave, ma è così grande, ed è difficile capire come faccia una nave di queste dimensioni a muoversi così velocemente.

633 vuole vedere i motori. MVC prende quattro di noi e ci porta alla sala macchine o qualsiasi altra cosa sia. Vediamo dei grandi contenitori in metallo. Sono in un cerchio, con le estremità di ogni punta verso il centro. Ci sono molti tubi, alcuni più grandi collegati.

Rating: 4.7. From 9 votes.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

1
2
loading...

4 COMMENTI

  1. Ragazzi la penso come voi, qualunque sia la realtà dell’intera faccenda la trovo ugualmente interessante. In ogni caso sono dell’idea che tutte “queste storie” nascondono sempre un fondo di verità. Comunque dobbiamo tener presente che tutte le informazioni che vengono “finalmente” rilasciate sono in realtà una piccolissima parte. E se in queste piccole parti sono state incluse informazioni riguardanti razze aliene, abduction, accordi segreti, viaggi interstellari e tecnologie aliene, possiamo solo immaginare “quello che non ci dicono”.

    Ci illudiamo di conoscere alcune verità, ma non sappiamo nulla di ciò che non vogliono farci sapere. Mi fanno sorridere quelle persone che sono convinte di scovare verità (su basi aliene e/o UFO) utilizzando un programma alla portata di tutti come Google Earth. A mio parere la storia del nostro pianeta è assai più complessa di ciò che raccontano i libri di scuola, ma non ci viene dato a sapere. Sembra che qualcuno preferisca tenere la massa sotto controllo rilasciando le informazioni (come dicevo pima) a briciole. Vi siete mai chiesti perché per oltre 2000 anni è stato fatto credere all’uomo di essere l’unico “paraKulato” dell’universo? E perché la chiesa (la religione in generale) ha nascosto così tanta informazione? E’ chiaro che siamo stati tenuti buoni da “qualcuno”, gli umani sono entrati in letargo (mentalmente) per diversi secoli e solo ora (da qualche decennio) la massa (o almeno una buona parte) comincia a svegliarsi tagliando questi assurdi fili da marionetta che ci tengono ancorati ad un passato vecchio di migliaia di anni. Beh, penso che tra un paio di generazioni la mentalità dell’uomo cambierà completamente poiché la conoscenza/consapevolezza cambia l’uomo.

    Un giorno, non so se sarà un bene o un male, la religione non avrà più molto valore, a meno che non avvenga una trasformazione che stia al passo con l’evoluzione della nostra consapevolezza. Lo diceva il 3° Segreto di Fatima? Ma ragazzi, le apparizioni mariane sono sempre state opera di creature aliene. Un essere evoluto che ci conosce “molto bene” assumerà una forma credibile di quel determinato periodo della storia. Pensate stia esagerando? Va bene! Ognuno è libero di credere ciò che vuole, e non sarò di certo io a farvi cambiare idea. Infondo questa è solo la mia opinione personale.

    Comunque almeno per adesso la fede è un valore troppo importante per milioni di persone ed è questa la sola ragione che tiene in piedi alcune credenze (chiesa). Molti sono convinti che quelle orientali siano le vere religioni, ma credo che nessuna religione dica “la verità”, forse alcune si avvicinano, solo.

    Persino i monaci tibetani per quanto ne sappia (potrei anche sbagliarmi), o almeno mi pare di ricordare che per raggiungere il Nirvana usano fare a pezzi il monaco defunto per darlo poi in pasto alle aquile. Se le aquile si nutriranno di lui, allora gli sarà possibile raggiungere il Nirvana altrimenti, dovrà reincarnarsi. Ora, secondo voi è possibile che un Creatore (Dio) insegni questo alle sue creature? Dov’è l’amore in tutto questo? Come minimo manchiamo di rispetto al nostro corpo che ci è servito per vivere qui sulla Terra, che si suppone abbia creato lui stesso. Una “persona” che crea può mai pensare di distruggere una sua creazione fatta con tanto amore? Se questa regola vale per noi umani, allora varrà anche per un Creatore sempre se è vero che la creazione avviene per mezzo di amore, se poi tutto avviene per gioco, questa è un’altra storia poiché significherebbe che non esiste né amore né odio, tutto avviene secondo una forza intelligente non emotiva.

    • Perche’? Non ti piacerebbe che fosse qualcosa di piu’ ? Magari un giorno ci facciamo un giro su Serpo, e sappiamo gia’ cosa aspettarci 🙂

LASCIA UN COMMENTO