Il caso del camionista rapito in Virginia

La trovo una teoria affascinante. In realtà sul nostro pianeta ci sono dei luoghi dove la gravità gioca brutti scherzi, e lo stesso accade per alcuni fenomeni fisici (Oregon Vortex, Triangolo delle Bermuda, ecc.).

Tuttavia, tale fenomeno non sembra naturale, ma piuttosto “pilotato” da qualcuno e/o qualcosa. Infatti, quando Harry entra in cabina, oltre a notare la grossa anomalia leggendo i chilometri percorsi, vede la sua pistola appoggiata sul cruscotto e 6 bossoli esplosi sparsi qua e là. E da quel momento comincia a ricordare quel che è successo, o almeno in parte.

Il testimone ricorda che ad un ceto punto una luce molto forte trattiene il suo mezzo, al punto di sollevarlo da terra come attratto da una forza magnetica. Inizialmente si presenta davanti a lui uno strano essere dalle fattezze umane vestito con una sorta di uniforme bianca, poi ne vede un secondo. Queste persone (alieni) all’apparenza sembravano di carne e ossa, tuttavia Harry ad un certo punto preso dal panico esplode alcuni colpi contro entrambi ma senza avere alcun esito. Sembra che questi strani tizzi sono protetti da un qualche scudo energetico. In realtà l’uomo asserisce che i proiettili attraversavano i corpi di questi esseri ma con lo stesso effetto che avrebbero se sparati a un fantasma.

Uno dei due afferra il camionista per una spalla procurandogli dolore (dopo la vicenda Harry rimane semi paralizzato per qualche tempo). Quel dolore fu così intenso da fargli perdere i sensi, per poi svegliarsi davanti al magazzino.

Il suo orologio segnava le 23:00, ma un altro nei pressi dello stabilimento le 3:00, per cui una differenza di 4 ore, come si è già registrato in casi analoghi (di missing time). Harry si libera del suo carico e fa ritorno a casa (Winchester).

Con il passare dei giorni l’uomo comincia a ricordare sempre più particolari riguardo l’accaduto. Sembra che quella sera fu rapito da esseri dall’aspetto umano che comunicavano telepaticamente, e da quel che ricorda la loro provenienza era “Alpha Centauri” (distanza – circa 4.3 anni luce) e di essersi trovato dentro un’astronave aliena.

Nei giorni seguenti Harry non se la passa molto bene (soffre spesso di attacchi di panico) per via degli strani sintomi che gli si presentano. A suo dire, durante la notte osservando il soffitto della sua camera da letto riesce inspiegabilmente a vedere il cielo stellato come se la soletta e i muri fossero trasparenti. Questi fenomeni (di breve durata ma incontrollabili) pare gli permettessero anche una visione a raggi X. Harry pensava di impazzire, così una notte esce di casa scappando, sotto lo sguardo incredulo della moglie, per andare a prendere l’auto e correre come un disperato per le strade della sua citta, dove puntualmente viene arrestato dalla stradale per eccesso di velocità.

La polizia stradale lo sottopone ad alcuni test (droga e alcol), ma sembra tutto regolare. Il camionista racconta di avere sentito un suono insopportabile dentro la sua testa, tanto da fargli pensare che togliersi la vita sarebbe stata l’unica soluzione.

harry-joe-turner-rapimento-alieno

Pare che la MUFON abbia indagato sul caso scoprendo che Harry, nonostante abbia prestato servizio in Marina, sia stato cancellato dagli archivi. Di quest’uomo non si è più saputo nulla ed è finito nel dimenticatoio come tanti altri che avevano forse scoperto qualcosa di scomodo.

Letture consigliate:

loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti ...dello stesso autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.