Alieni: l’invasione dei Grigi e le loro basi

Durante l’occupazione, dei gruppi di alieni Grigi, si sono stabiliti in certo numero di basi sotterranee situate in diverse zone del pianeta, soprattutto negli Stati Uniti. Una di queste di trova sotto Archuleta Mesa, che si trova a circa 4 km a nord ovest di Dulce, New Mexico. I dettagli su questa base ci sono arrivati mediante due fonti. La prima, per mezzo di un rapimento di una donna e suo figlio, la quale ha assistito alla cattura di un vitello per l’estrazione di materiale biologico.

Accadde nel mese di maggio del 1980 a nord del New Mexico. Una donna in compagnia di suo figlio mentre stava percorrendo una strada rurale vicino Cimarron osservò due velivoli alieni mentre stavano “prelevando” un vitello. Subito dopo entrambi furono rapiti e portati a bordo di questi velivoli. La testimone affermò di aver visto dei fusti contenenti parti del corpo di bestiame che galleggiano in un liquido, e un’altra vasca contenente il corpo di un essere umano di sesso maschile. La donna è stata sottoposta ad un esame e affermò che gli furono impiantati piccoli oggetti metallici nel suo corpo e in quello del figlio. Venne scoperto poco dopo che la donna non mentiva riguardo gli impianti, poiché furono rivelati con la strumentazione adeguata.

La donna venne sottoposta a ipnosi regressiva grazie alla quale fu in grado di determinare la posizione della struttura sotterranea: un chilometro di profondità sotto Archuleta Mesa nella Jicarilla Apache Indian Reservation, vicino Dulce, New Mexico (dal 1976, una delle zone degli Stati Uniti più colpite da mutilazioni di bestiame). Sempre tramite questa donna, si scoprì che l’impianto era gestito congiuntamente come parte di un programma in corso di cooperazione tra il governo degli Stati Uniti e questa razza conosciuta come EBE.

Esistono basi sotterranee anche a Kirtland AFB e Holloman AFB, inoltre sappiamo che esistono almeno un’altra decina di basi in diverse zone del pianeta, tra cui Bentwaters, in Inghilterra.

La base di cui si parlava prima si trova a circa 4 km a nord ovest di Dulce, e non è molto distante dalla città. E’ presente una strada statale in quella zona dove si possono osservare diversi edifici e una sorta di cupola. Sono state viste limousine nere e veicoli della -CIA, e chiunque tenta di oltrepassare quella zona viene costretto anche con la forza a tornare indietro. A nord c’è un sito di lancio. Ci sono poi due velivoli di circa 10 metri di lunghezza (con le ali), e si possono osservare bombole di ossigeno e idrogeno. Si tratta di velivoli a propulsione nucleare alimentati con plutonio. Il rifornimento del plutonio è realizzato a Los Alamos, e la base di trova in quella zona dal 1948.

Sarebbero presenti (secondo chi scrive queste informazioni) dei mezzi dalla forma discoidale pilotati anche dalla -NSA. Il perimetro della base si sviluppa per circa 4.000 piedi, e si vedono con una certa frequenza elicotteri che entrano ed escono. Tuttavia quando la notizia sulle mutilazioni si diffuse (1979) il sito fu temporaneamente chiuso. La faccenda prese una brutta piega e avvenne un vero e proprio scontro a fuoco con questa razza ostile, dove persero la vita 66 uomini e altri 44 riuscirono a scappare.

Alcuni dei sopravvissuti riuscirono a portare con sé informazioni, registrazioni di videocassette e foto. Si organizzarono in maniera tale da non perdere questo materiale, quindi venne consegnato a diverse persone le quali lo custodirono per diverso tempo, si crede che queste persone (per lo meno il responsabile che riuscì a portare con se il materiale scappando dalla base) lavoravano per la -CIA.

Dopo qualche tempo venne contattata una persona del MUFON. In qualche modo, venne rilasciato del materiale (Dulce Papers) nel dicembre del 1987. Il “Dulce Papers” comprendeva 25 fotografie in bianco e nero, una videocassetta e una serie di documenti che comprendevano informazioni tecniche relative all’impianto occupato congiuntamente da umani e alieni, sotto Archuleta Mesa, vicino Dulce, New Mexico. La struttura esiste ancora ed è attualmente operativa. Si ritiene che esistano altre quattro strutture aggiuntive dello stesso tipo, a pochi chilometri a sud-est di Groom Lake, Nevada.

alieni grigi-terra-krill

Una descrizione generale di ciò che questi documenti contengono è riferita alla lavorazione e trattamento di materiali come il rame, molibdeno, magnesio e potassio, ma per lo più tratta articoli sul rame. Sono presenti grafici e strani diagrammi, si parla poi di raggi di luce UV, e gamma. Su queste carte è scritto quali sono gli alieni che fanno parte del “progetto” e come viene utilizzato il sangue (estratto da bovini). Gli alieni sembrano assorbire gli atomi, nutrendosene. Gli basta immergere le mani nel sangue per assorbire ciò di cui hanno bisogno, come una sorta di spugna. Ma non è solo il cibo ciò che vogliono; alterano il DNA dei bovini e degli esseri umani. La creatura chiamata Type One (Tipo Uno) è un animale da laboratorio. Questi alieni sanno come cambiare gli atomi per creare una creatura temporanea quasi umana. Questa creatura viene realizzata con tessuti animali e dipende da un computer che funge da simulatore di memoria, pare che venga “registrata” (o estratta) la memoria da un essere umano e poi trasmessa al computer con lo scopo di ritrasmetterla successivamente ad un clone. Questi sono esseri “quasi umani” ma sono lenti e goffi. Gli esseri umani reali vengono utilizzati per la formazione, e sperimentazione con lo scopo di cercare di raggiungere la perfezione su questi cloni. Alcuni esseri umani vengono rapiti e utilizzati definitivamente per questo scopo. Sono intubati e vengono tenuti in vita immersi in un liquido ambrato.

Agli umani che ne escono “vivi” viene eseguito un lavaggio del cervello per distorcere la verità. Vi sono esperimenti dove vengono presi in considerazione gli esseri umani di sesso maschile che hanno un elevato numero di spermatozoi. Il loro sperma viene utilizzato per modificare il DNA e creare un’altra creatura chiamata Type Two (ovvero; Tipo Due). Lo sperma viene modificato in qualche modo. Queste creature sembrano una brutta copia degli umani e il feto richiede solo pochi mesi per svilupparsi.

Hanno una vita breve, meno di un anno. Per questa operazione vengono coinvolte donne umane. Sono innumerevoli le donne che hanno avuto un improvviso aborto spontaneo dopo circa tre mesi di gravidanza. Alcune non sapranno mai di essere state fecondate, altre ricordano in qualche modo il contatto alieno. Il feto viene utilizzato per mescolare il DNA nei tipi uno e due. Poi viene estratto, probabilmente perché non sopravvive dentro il grembo della madre, quindi viene estratto al terzo mese per essere poi cresciuto altrove.

Beh, questo è quello che dice la recensione “Dulce Papers”. Ci sono alcuni schizzi fatti a penna che riproducono delle foto dei laboratori (3), per dare un’idea, ci sono schizzi di quello che assomiglia ad un ventre (2′ x 4′), e ancora, uno dei tubi dove si “coltivano” questi “quasi umani”, una pagina che mostra un semplice diagramma su un metallo cristallino, cristallo in oro puro, e quello che sembra rappresentare un diagramma o un grafico sulla genetica, o metallurgica. C’è anche in allegato quella che appare come una diffrazione di raggi X, un modello, e un diagramma di cristalli esagonali, con un commento che riguarda la conduzione elettrica.

Sembrerebbe che la seconda metà del materiale nella “revisione” si applica al metallo super cristallino utilizzato per la struttura dello scafo, o qualcosa che ha comunque a che fare con il mezzo alieno.

Ovviamente, l’intera faccenda è piuttosto strana da un certo punto di vista. Tuttavia, la presenza di materiale supportato da anni con tanto di descrizioni e moltitudini di conferme, devono significare qualcosa.

Rating: 2.5. From 2 votes.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

1
2
loading...

1 COMMENTO

  1. i tempi possono essere più o meno contemporanei e la ragione può essere determinata dalla coscienza e dalla memoria che hanno più energia e che sono in qualche modo volute dal contesto spazio e tempo con la rispettiva vita in essa.

LASCIA UN COMMENTO