Sono presenti notizie che trattano misteri e fenomeni di ufologia comprese novità su cure alternative o tecnologia, novità astronomiche e molto altro

Medium e sensitivi ricevono messaggi anche da alieni

Medium e sensitivi contattano entità aliene

Da sempre la scienza ci insegna che i pianeti oltre la miracolosa Terra mostrano solo qualità fisiche e chimiche impossibili per l’eventuale sopravvivenza di qualsiasi essere vivente al di fuori (forse) della vita microbica. C’è sempre troppo freddo, o troppo caldo, l’acqua non si trova da nessuna parte, l’atmosfera è quasi sempre assente, e la gravità non è mai fattibile da poter permettere la sopravvivenza di una qualsiasi specie vivente. Questo è sostanzialmente ciò che ci viene riferito giornalmente, e quei 4 documentari interessanti che mostrano l’Universo nella maggior parte dei casi non fanno altro che parlare di eventuali disastri in caso (che). Se ci colpisse un asteroide di determinate dimensioni cosa accadrebbe, i danni che potrebbero farci i raggi gamma si un’eventuale supernova, lo scontro fra due galassie, la morte dell’Universo, ma quante ne sparano? Questi sono convinti che l’Universo stia morendo, pensate un po’ dove sono arrivati. Solo da qualche anno hanno concordato dell’esistenza della materia oscura, e già hanno capito come e quando finirà l’Universo. Fanno solo supposizioni, non può esistere una conferma perché di teorie si tratta, sostengono che siccome la scimmia è tra gli animali più simili all’uomo, allora i nostri avi erano delle scimmie, poi oltre 100 specie sono rimaste scimmie (povere sfigate) noi invece siamo stati raccomandati e ci siamo trasformati/evoluti in uomini intelligenti, che fortuna!

Ma quante ce ne raccontano?

Hanno finalmente ammesso da qualche anno che le comete essendo per lo più composte di acqua (e roccia) sono le responsabili degli oceani che si trovano sulla Terra. Gli scienziati (almeno alcuni) descrivono le comete come una palla di neve sporca, quindi le immagini che girano in rete riguardo il vero aspetto della cometa di Rosetta (vedi img sotto) sono un falso, poiché se una cometa è composta per lo più di ghiaccio, non può apparire di colore marrone terra. Seconda cosa, se di cometa stiamo parlando, dovrà per forza avere anche solo una piccola coda di cristalli di ghiaccio, o sbaglio? Sapete ancora oggi ho il dubbio se si tratta effettivamente di una cometa o di un semplice asteroide, beh, poco importa, sopravvivo lo stesso.

cometa-rosetta

Mi sono accorto qualche giorno fa, più che altro ho avuto la conferma di quello che pensavo già da anni (forse da sempre), ovvero che tutte le immagini che ci vengono mostrate dalle varie agenzie spaziali vengono ritoccate e addirittura trasformate. Beh, forse detta così non ci sarebbe nulla di strano visto che le immagini reali delle varie galassie, supernove, nebulose, etc., vengono sempre montate altrimenti non vedremo quello spettacolo di colori, ma io non intendo questo. Osservando per esempio il canale in streaming della ISS (ustream.tv) mi sono reso conto che a questi furboni piace sovrapporre le immagini.

Mentre stavo osservando il giro attorno la Terra, ad un certo punto sparisce la sagoma della ISS e anche la Terra che si trova sotto, quindi viene mostrato lo spazio buio dove si riescono ad intravedere (miracolosamente) “alcune” stelle, ma andando avanti, dopo qualche minuto ad un certo punto si vede la luce solare che spunta con la classica forma ad arco (giustamente la Terra si vede sferica dallo spazio), ma al posto del nostro pianeta (che dovrebbe trovarsi sotto), si vede sempre lo spazio buio. Fintanto che, come per magia si vede apparire pian piano di nuovo la ISS al posto dello spazio buio in cui dovrebbe esserci il nostro pianeta visto che la ISS ci gira attorno.

ISS

Ora, è chiaro che per qualche assurda ragione sovrappongono le immagini e non solo, quando si vede la ISS che esegue i suoi soliti giri, lo sfondo è sempre nero, e questo non è possibile. In pratica utilizzano dei filtri che impediscono di visualizzare lo spazio per come appare realmente.

Io mi lamentavo del fatto che non ci fanno mai vedere la Luna, ma mi sono reso conto che in realtà non ci mostrano neanche la Terra 😉 o per lo meno non completamente.

Ci prendono in giro da una vita, anche gli astronauti che dicono di non aver visto mai nulla, sono tutte stupidate. Poi quando invecchiano prima di morire come per togliersi un peso, alcuni ci raccontano di avere addirittura interagito con creature di altri mondi.

Per chi non se ne fosse ancora accorto, questa è la realtà dei fatti.

Vi dirò di più, personalmente ho intravisto strani oggetti luminosi vicino la ISS, e a questo punto non so se lo fanno a posta per abituarci, mostrandoci una piccola parte della realtà, o se per errore non riescono a coprire tramite i vari software di video montaggio questi fenomeni.

ufo-iss

La foto sopra fa parte di un video che ho registrato, e ad un certo punto quando stavo staccando la registrazione è iniziato a venire fuori quel piccolo oggetto che è rimasto fermo per forse un minuto, per poi sparire nel nulla. Non so se si è trattato di un UFO, fatto sta che non mi sono reso conto del fatto fin quando non ho rivisto il video.

Un giorno se avrò voglia, o tempo, caricherò qualche video su YouTube. L’unica parte noiosa è la registrazione, sistemare la qualità video, eliminare i vari spazi neri che puntualmente vengono fuori, etc. Insomma c’è da perdere qualche ora, non lo so. Mi piacerebbe dimostrarvi che non dico bugie ma a volte non è così semplice, vedremo.

Beh, che mi crediate o no, vi assicuro che è l’ultimo dei miei problemi. Ad ogni modo, nonostante la stragrande maggioranza degli scienziati non si sbilancia nell’ammettere che esistono altri esseri intelligenti a parte il fortunato uomo terrestre, esistono circa 700 mila (probabilmente adesso avrà superato il milione) tra sensitivi e contattati sparsi per il mondo, che asseriscono di aver ricevuto comunicazioni telepatiche da esseri che risiedono in pianeti lontani o addirittura in altre dimensioni.

Traduco una parte di un lungo articolo di Ignacio Darnaude Rojas, uno scrittore e esperto ufologo andaluso, uno dei massimi esperti della vicenda UMMO. Secondo quest’uomo, là fuori esisterebbero migliaia di civiltà evolute, anche molto più evolute della nostra. Nella maggior parte dei corpi celesti che si trovano nei vari sistemi stellari (e non solo) vi sarebbero attività intelligenti, addirittura invisibili all’occhio umano. Qui si parla di vibrazioni energetiche che differiscono dalla nostra e dalla nostra stessa comprensione.

A mio parere (potrei sbagliarmi) l’esempio che si avvicina di più a questi esseri potrebbe essere il mondo degli spiriti del quale ne sentiamo spesso parlare, e vediamo nei vari film horror. Si dice che gli spiriti (noi fra 150 anni) siano dappertutto ma i loro corpi sottili spogli di carne e ossa, vibrano ad altre frequenze e quindi non sono percepibili ai nostri sensi. E un po’ come la materia oscura che non si vede ma c’è. In realtà si potrebbero fare diversi esempi, ma non voglio complicarmi la vita palando di fisica quantistica. Insomma, credo di aver capito che alcuni alieni “evoluti” non sarebbero altro che spiriti, gli stessi spiriti con cui un medium o un sensitivo riescono a stabilire un qualche contatto. La cosa potrà sembrarvi strana ma solo perché, alcune persone (addotti) affermano che gli alieni non hanno anima (o spirito). Ma questa informazione non può essere considerata l’unica realtà, poiché come esistono uomini cattivi esistono uomini buoni, spiriti evoluti e spiriti poco evoluti. Quindi se questa regola vale sulla Terra, varrà (credo) anche su altri pianeti e dimensioni. Ci sarà quindi, l’alieno che non ha uno spirito perché probabilmente è artificiale (clone, robot) e quello che come noi ha uno spirito. E’ chiaro che chi non possiede quella, che molti amano definire anima, si presenta agli addotti perché vuole appropriarsene in qualche modo utilizzando la tecnologia. Non verrà sicuramente chi già la possiede, anche perché si suppone sia una creatura evoluta e certe cose non le fa.

Immaginate se un giorno l’intelligenza artificiale evolverà a tal punto da riuscire a svilupparsi autonomamente. Potrebbero esistere pianeti dove la razza umana si è estinta e questi robot super intelligenti vivono tranquillamente. Questi un giorno girando per il Cosmo potrebbero aver scoperto l’esistenza dell’anima in alcuni esseri “primitivi” e hanno cominciato a pretenderla. So che questa “adesso” è fantascienza ma un giorno, forse fra 300 anni (chi lo sa, forse anche meno) la cosa potrebbe essere fattibile. Questi “alieni” si trovano nelle stesse condizioni, vogliono anche loro un’anima, vogliono somigliare agli umani perché si sentono forse anche loro creature di quel famoso Dio che da qualche parte nell’Universo un giorno ha cominciato a giocare (forse per noia) con la creazione, e aggiungo “per fortuna”.

D’altro canto gli stessi spiriti che hanno stabilito una connessione con vari medium, hanno dichiarato che il percorso di reincarnazione prevede anche (non per forza) la vita in altri pianeti. Questo fa capire che nonostante non abbiano mai pronunciato la parola “extraterrestre” anche gli alieni sono degli spiriti, poiché anche loro contengono la stessa nostra energia che alcuni amano definire “divina”. Ognuno di noi ha dentro di se un po’ di questa energia, e se l’abbiamo noi perché non dovrebbero averla altri esseri intelligenti (o meno) che vivono in altri mondi?

Questo spiegherebbe le famose apparizioni mariane, gli angeli, etc. Tuttavia, noi poveri umani poco evoluti dobbiamo accontentarci di quello che ci raccontano i libri e le varie religioni. Questo non significa però che si tratta dell’unica verità “assoluta”, la prendiamo per buona solo per convenienza.

Tornando a Ignacio Darnaude Rojas-Marcos

Rojas ha stilato una lista che riguarda medium e contattisti che hanno raccolto dati e scritto libri inerenti ad alcune di queste probabili civiltà aliene (i titoli dei vari libri potrebbero essere diversi visto che sto traducendo dal castigliano):

  1. Il mistico svedese Emanuel Swedenborg (1688-1772) racconta di esseri presenti su Marte, Mercurio, Venere, Giove, Saturno e alcune lune nel nostro sistema solare. Egli parlò dei suoi abitanti, che non erano necessariamente di carne e ossa, infatti parla di spiriti e angeli.
  2. Nel 1880 Henry A. Gaston pubblicò “Planet Mars Revealed”, “Seven Days in the Spirit World”, e altri libri dove trascrisse comunicazioni psichiche provenienti da presunti esseri marziani. Con tanto di linguaggio e alfabeto.
  3. Nel 1894-1895 la sensitiva Katherine Elyse Müller – meglio conosciuta come “Helene Smith” – scrisse nel suo libro “Dall’India a Marte” (446 pagine), il suo viaggio su questo pianeta.
  4. Otto anni dopo Sara Weiss scrive “I miei viaggi verso Marte” (548 pagine), seguirà poi nel 1906 “Romanzo di Marte”.
  5. Nel 1920 Eros Urides scrive “Il pianeta Marte e i suoi abitanti”.
  6. dal 1920 al 1980 Albert Coe sostiene di aver interagito con marziani e venusiani residenti negli Stati Uniti, alcuni di questi colloqui vennero riportati poi in “The Shocking Truth”.
  7. Nel 1924 la medium H. C. Hutchinson, domiciliata a Denver (Colorado), scrive diversi testi che proverrebbero da energie radicate su Marte.
  8. Nel 1927 W.C. Hefferlin elabora dati su un’immigrazione di marziani sulla Terra, migliaia di anni fa.
  9. Nel luglio 1938 Khauga ispira William Ferguson con il libretto “Il mio viaggio verso Marte”.
  10. Il giovane britannico Christopher, che morì nel 1943, detta a sua madre alcuni intensi ricordi “astrali”, in cui racconta la sua visita su Marte e sulla stella Sirio.
  11. Nel 1945 Howard Menger dalle Hawaii sostenne di aver incontrato una bella signorina marziana (più avanti parlerà di interazioni con esseri di Venere), e delle sue esperienze narrate nei “Messaggi provenienti dallo spazio”.
  12. Nel 1949 (1955 secondo Wikipedia) il medium Hercilio Maes a Curitiba (Brasile), sotto l’ispirazione dell’avatar Ramatis, scrive l’enorme volume “A Vida no Planeta Marte e os Discos Voadores”, cronaca estremamente dettagliata della vita, le istituzioni , la filosofia e i costumi della civiltà.
  13. A Buenos Aires, nel 1952 George A. e Napy Duclout parlano di dischi volanti presenti su Marte.
  14. Nel 1954 Buck Nelson contatta in Missouri uomini dello spazio, e scrive le sue esperienze in un’umile libretto dal titolo “Il mio viaggio su Marte, la Luna e Venere.

Mi sono reso conto che la lista è troppo lunga quindi riassumo dicendo che esistono diversi medium e contattisti che dichiarano di essere entrati in contatto con entità provenienti da altri pianeti e dimensioni. La lista dei vari contatti non si riferisce solo alle lune e pianeti del Sistema Solare, ma va anche oltre.

Anzitutto, come avrete già capito stando alle loro percezioni esistono esseri non più umani su; Mercurio, Venere, Marte, Giove, Europa e Ganimede (lune di Giove), Saturno e molte delle sue lune, Urano, Nettuno. Insomma, secondo questi contattisti anche su diverse lune di Giove e Saturno ci sarebbero entità non fisiche. Da questi pianeti ho escluso le diverse civiltà note come i Pleiadiani, Arturiani, quelli di Orione, Zeta Reticuli, etc.

Che dire? Tutti i medium e contattisti raccontano bugie? Stranamente tutte queste persone (compresi gli addotti) hanno visioni o percezioni di esseri che si trovano in altri pianeti? Perché? Non ci sarà un fondo di verità?

Ad ogni modo, che non siamo soli in questo Universo, l’abbiamo già capito da un bel pezzo, e col passare degl’anni vedrete che ne parleranno anche coloro che da sempre hanno taciuto o negato una qualsiasi possibilità. Semplicemente perché un giorno non si potrà più negare l’evidenza.

Se volete approfondire l’argomento che riguarda la lista dei contattisti e medium: ignaciodarnaude.galeon.com

Se invece avete voglia (non sia mai) di tradurre qualcosa di interessante, questo è il suo sito: /revelacion_extraterrestre/index.html il sito contiene parecchie informazioni inerenti agli alieni e UFO.

Alcuni libri:

loading...