Programma scambio umani e alieni Serpo parte finale

Programma di scambio umani e alieni pianeta Serpo, parte finale.

Caro lettore in questa parte dell’allegato sono presenti diversi link inseriti dal moderatore con lo scopo di comprovare le sue affermazioni riguardo DARA/DARPA e altro, che fanno riferimento a siti che trattano alcuni di questi argomenti. Tuttavia, è noto che molti siti con il passare degli anni chiudono o cambiano link, soprattutto quando si affrontano certi argomenti. Quindi eviterò di inserirli e magari salterò qualche esempio trattato dal moderatore, appunto.

In ogni caso, sta analizzando gli argomenti che sono stati inviati in precedenza da Anonymous. Infatti iniziava col parlare dello strumento alieno (Crystal Rectangle) e del suo nome in codice “The Magic Cube”. Poi ha parlato di un best seller scritto nel 2006, e proponeva al lettore di fare un salto su Amazon, di cui personalmente non ho neanche dato uno sguardo anche perché si tratterebbe di libri in lingua inglese.

Note del moderatore:

Il Libro Giallo o The Yellow Book, la Bibbia aliena

“The Red Book” (il libro rosso) è estremamente spesso e molto dettagliato. E’ stato scritto e compilato da parte del governo degli Stati Uniti e contiene dati che vanno dal 1947 ad oggi, trattando indagini ufologiche. Questo libro che in realtà e di un colore arancio-marrone, viene aggiornato ogni cinque anni e contiene alcune informazioni di un altro libro importante, ossia, “The Yellow Book” (il libro giallo) per alcuni noto come la Bibbia degli alieni.

Definita la Bibbia degli alieni poiché contiene la storia del nostro universo scritta dagli alieni stessi, nonché le loro interazioni e il coinvolgimento sullo sviluppo e l’evoluzione della Terra. Fu portato sulla Terra nel famoso sbarco di Holloman AFB, nell’aprile del 1964 da Ebe 2 la quale ha collaborato nella traduzione.

Il famoso film di Steven Spielberg del 1977, “Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo” è basato sullo sbarco di Holloman, nonché lo scambio umani e alieni che viene raffigurato alla fine del film con 10 uomini e 2 donne diretti sull’astronave aliena.

Incontri_ravvicinati_del_terzo_tipoDARA vs. DARPA nel documento Pentagen

Nel documento Pentagen, si fa riferimento alla Defense Advance Research Agency (DARA). A meno che non esistano due agenzie con nomi simili, questo può essere un errore di battitura, poiché il nome attuale completo e ufficiale è: Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA).

L’agenzia DARPA cercò di creare tecnologia a basso costo per i lanci nello spazio.

Anche qui forse molti di voi non sanno che adesso (da qualche anno) quest’agenzia appartiene al motore di ricerca più diffuso nel mondo. Troverete informazioni in rete con ricerche poco impegnative, se siete curiosi. Potrei aggiungere altro ma non mi sembra una mossa saggia, meglio limitarsi a tradurre questo pdf.

Per quanto riguarda acronimi militari Inghilterra:

Louis, 25 ottobre 1999 – The Boeing Company assegna un contratto alla United Kingdom’s Defence Aviation Repair Agency (DARA) per ispezione e riparazione su CH- 47 Chinook trasmissioni di elicotteri in Europa.

ECHELON:

Non ditemi che non avete mai sentito parlare di questa azienda? Poco male, il moderatore espone un breve riassunto.

Secondo Wikipedia, ECHELON è in tutto il mondo ed è altamente segreta. Un’intelligence che si occupa dell’analisi della rete gestita da UK-USA Community.

ECHELON è in grado di catturare le comunicazioni radio e satellitari, chiamate telefoniche, fax ed e-mail in quasi tutto il mondo e comprende analisi automatica e selezione di intercettazioni tramite PC. Si stima che riesca ad intercettare fino a 3 miliardi di comunicazioni al giorno. Alcune delle stazioni terrestri note o sospette appartenenti o partecipanti alla rete ECHELON sono:

Fort Meade, nel Maryland, Stati Uniti (sede della NSA)

Geraldton (Western Australia, Australia)

Menwith Hill (Yorkshire, UK)

Misawa Air Base (Giappone)

Morwenstow (Cornwall, UK)

Pine Gap (Northern Territory, Australia – vicino Alice Springs)

Sabana Seca (Puerto Rico – Stati Uniti)

Shoal Bay (Northern Territory, Australia)

Sugar Grove (West Virginia, USA)

Yakima (Washington, Stati Uniti)

Waihopai (Nuova Zelanda)

West Cape, Western Australia (Golfo di Exmouth, Australia – USA)

A questo punto del PDF segue la ventesima lettera di Anonymous, ma iniziando la traduzione ho letto (fortunatamente dopo 3 paragrafi) un commento di Bill Ryan il quale afferma che probabilmente si tratta di una lettera inventata da qualcuno che si spaccia per un’agente dell’intelligence britannico. Ora considerando che si tratta di ben 7 pagine piene, come potrete immaginare mi è un po’ passata la fantasia. Quindi, la parte che viene dopo è quella finale che comprende circa 4 pagine. Per adesso mi dedicherò a questa parte, se poi mi renderò conto che varrà la pena di tradure anche le 7 pagine tralasciate, lo farò pubblicandole in un’eventuale ultima parte.

Ventunesima lettera – una compilation (30 agosto, 2006)

Bene, di quest’ultima parte riassumerò il contenuto (cercando di non farmi sfuggire nulla di interessante) non trattandosi di lettere originali di Anonymous.

Secondo una certa Linda Moulton Howe nel programma di scambio che avvenne il 25 aprile del 1964 e che comprendeva un “soggiorno” su un pianeta del sistema stellare Zeta Reticuli, furono coinvolti solamente 3 uomini di cui uno sarebbe morto sul pianeta extraterrestre, un altro è impazzito e non si sa dove sia finito, e l’ultimo sarebbe tornato sulla Terra dove visse il resto della sua vita in isolamento su un’isola scelta dal governo degli Stati Uniti.

Ora, lo stesso Bill Ryan afferma che una sua fonte (Robert Emenegger), uno scrittore UFO, fece riferimento ad un certo John Lear il quale raccontò a Kerry Cassidy esattamente le stesse informazioni (partirono in 3, uno morì, un altro divento pazzo, e l’ultimo tornò sano e salvo).

Stando a quest’ultime informazioni la faccenda del pianeta Serpo sarebbe essenzialmente corretta con la sola differenza che vi sono alcune fonti che affermano la stessa cosa, cioè che il team era composto da soli 3 uomini e non 12, ma non finisce qui.

Bill Ryan sostiene che dopo poco tempo ricevette un messaggio da una fonte anonima che però dichiarò di aver fatto parte dell’intelligence degli Stati Uniti. Questa fonte dichiara che ogni singolo bit di informazioni che ha ricevuto in passato riguardo il programma di scambio umani/alieni sull’equipaggio, è assolutamente corretto.

Inoltre sostiene che egli (la fonte anonima) verificò personalmente le registrazioni ufficiali dei nastri trascritti dall’equipaggio di Serpo. Dice che in totale esistono 5.419 tra cassette e nastri contenenti registrazioni vocali. Tale materiale si trova in un’ambiente protetto, e lui stesso ha ascoltato la registrazione di uno di questi nastri. L’uomo infine aggiunge che è sicuro della genuinità dell’intera faccenda riguardante le note del diario del capitano, e che se qualche mitomane avesse voluto creare questi falsi ci avrebbe impiegato circa 338 giorni.

Quel tipo di cassette oggi (2006) non sono più in vendita, in ogni caso si trattava di materiale militare. Il pubblico non poté maneggiare queste cassette fino al 1968.

L’equipaggio portò con sé 60 scatole con un totale di 6.000 nastri. Questi nastri furono adoperati durante la missione sul pianeta Serpo nel corso della loro permanenza. Ogni membro dell’equipaggio era in possesso di un dispositivo di registrazione per le proprie osservazioni personali, e una volta tornati i nastri furono trascritti su carta, e ci vollero ben sette anni per completare il lavoro.

Riguardo i critici che tentano in tutti i modi di distruggere questa fantastica, ma altrettanto vera storia, se fossi io (parla sempre l’anonimo) il custode di questo materiale, non lo rilascerei a nessuno tranne che al gande pubblico, attraverso i mezzi di informazione.

Nella stessa comunità di ufologi ci sono molti miscredenti che si sono mostrati molto scettici riguardo l’intera faccenda (termina la fonte anonima).

Bill Ryan aggiunge che non potremmo mai conoscere la verità riguardo questa affascinante storia. Potrebbe essere 80% vera e 20% falsa, e viceversa. In ogni caso sappiamo che nel mondo ci sono persone pagate per fare disinformazione. Quindi egli si domanda se l’intera faccenda Serpo è pura disinformazione, cosa ci vorranno davvero nascondere i vari governi? Qui, termina con il saluto e la data: 30 agosto 2006.

Tuttavia, ci sono ancora 4 paragrafi evidenziati che chiudono questo pdf:

Pare che Bill Hamilton sentì parale di una storia molto simile da un certo McCampbell, che se è lo stesso David McCampbell, si tratta di un militare e aviatore statunitense che prestò servizio nella United States Navy come ufficiale aviatore durante la seconda guerra mondiale. Ebbene, egli parlò di 3 uomini in missione su un pianeta alieno, dei quali uno solo fece ritorno.

La sua fonte viveva a Lancaster, CA, e aveva lavorato con Jack Northrop. Secondo Hamilton quest’uomo sapeva che Eisenhower visitò in segreto Edward AFB nel febbraio del 1954 per incontrare personalmente un gruppo di visitatori alieni.

Leggo anche che, il famoso hacker britannico Gary McKinnon aveva scoperto questa faccenda quando riuscì ad entrare nei computer del governo statunitense prelevando alcuni file di ufficiali “non terrestri”.

Infine, Bill Ryan asserisce che questo spiegherebbe l’esplorazione dello spazio a partire dai primi anni 60’ e i vari tentativi di replicare l’astronave aliena (Alien Reproduction Vehicles (ARV)).

alieni-serpo-parte-finale-zeta-reticuliConcludendo

Non so voi ma io l’ho trovata davvero interessante. Diciamo che ognuna di queste storie è un altro piccolo pezzo di puzzle che si va ad aggiungere al curioso fenomeno UFO e alieni. Alla fine si è compreso che questi Ebens provenivano da un pianeta situato sul sistema stellare Zeta Reticuli e probabilmente non mi sbagliavo nell’asserire che il vecchio filmato in bianco e nero (muto) che mostra quello strano essere che indossa una divisa a maniche lunghe, potrebbe (ammesso che il video sia vero – immagine in alto) rappresentare la razza Ebens. Forse sono gli stessi responsabili del famoso rapimento alieno dei coniugi Barney e Betty Hill (foto in alto). In fin dei conti la moglie affermò che non erano ostili e provenivano dallo stesso sistema stellare (il marito morì perché debole di cuore). Ma è pur vero che di questi alieni Grigi ne esistono di diverse specie quindi la loro identità rimarrà un mistero fin quando “forse” un ex militare sul letto di morte ci mostrerà delle prove fotografiche riguardo il programma segreto Serpo.

Prima Parte

loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti ...dello stesso autore

lascia un commento
(javascript deve essere abilitato)