L’uomo che fu aggredito dai rettiliani.

Quella che leggerete di seguito è la traduzione di un’intervista disponibile su YouTube, dove un uomo racconta ciò che gli è accaduto parecchi anni fa a casa sua in presenza della moglie.

Nell’introduzione pre-intervista, si vede un uomo di spalle (preferisce rimanere anonimo) che viene presentato da David Parcerisa come una persona con doti psichiche sviluppate, in grado di canalizzare o mettersi in contatto con entità di altre dimensioni e persone defunte. Lo stesso David afferma di conoscerlo da parecchi anni, quindi lo considera una fonte attendibile.

In questa intervista parlerà di una sua brutta esperienza vissuta circa 15 anni fa, dove sembra ci sia lo zampino di un’entità rettiliana.

testimone attacco rettiliano

L’uomo che fu aggredito da un rettiliano:

Stando alle affermazioni di questo testimone, un giorno qualunque si trovava a casa, e mentre stava pranzando in compagnia di sua moglie (o cenando, non specifica), all’improvviso appare davanti ai suoi occhi un grande essere dalle sembianze rettiliane alto circa due metri con altri sei piccoli rettiliani. Secondo l’uomo si trattava di una madre con le sue piccole creature.

Di colpo, smise di mangiare per lo spavento, mentre sua moglie continuò perché ignara di ciò che stava accadendo (lei non ha visto nulla). Questi esseri avevano la pelle squamata, una grande coda, ed erano di un color grigio, non avevano nessun tipo di abbigliamento, e il più grande di loro (probabilmente la madre) mi disse che l’avrebbero mangiato. Il colore degli occhi non li ricorda bene, ricorda però che erano abbastanza grandi e minacciosi, tutti loro stavano in posizione eretta. Questi esseri avevano una specie di tridente e, stando a ciò che afferma l’uomo, il più grande minacciava di mangiarlo.

Fu in quel momento che l’uomo afferra un coltello per difendersi, ma questa azione fa spaventare la moglie che non vede nulla, a parte suo marito che smette di mangiare per afferrare un coltello, così si allontana e va verso la porta di casa incredula del suo comportamento.

Ma il marito non è arrabbiato con la moglie, l’uomo cerca di difendersi dalle minacce di morte del rettiliano più grande, quindi non fa caso alla moglie e urla contro questi esseri invitandoli ad andarsene via da casa sua perché non sarebbero riusciti ad ottenere ciò che volevano (la sua pelle).

Il testimone è convinto ancora oggi di aver visto questi esseri apparire nella sua casa, ed è consapevole che non avrebbe potuto sfiorarli, perché provengono da un altro piano fisico, ma egli afferma che in quei caso non poteva abbassare la guardia e ha cercato di contrattaccare facendogli capire che avrebbe venduto cara la pelle.

Dopo qualche minuto l’uomo riesce nel suo intento, e questi esseri saltano dalla finestra, una volta in strada afferma di aver visto aprirsi un buco nell’asfalto da dove sono entrati per poi sparire nel nulla. Lo stesso testimone dice di aver visto una specie di scala che poteva essere in pietra, o terra. Una volta scesi tutti, il buco si è chiuso e non ha mai più visto questi esseri.

Una cosa strana che ha notato il testimone (a parte il resto) è che quella strada è sempre trafficata, ma in quel momento, non sa spiegarsi come, non c’era nessuno, neanche una macchina.


L’uomo afferma che di tutte le strane visioni che ha avuto in passato (defunti e/o esseri di altre dimensioni) questa è stata quella più spaventosa, perché nonostante egli sia consapevole di non poter correre alcun rischio fisico, vedere questi esseri rettiliani che lo volevano mangiare lo hanno parecchio spaventato. L’unico modo che conosceva per farli andare via, era quello di reagire con i propri mezzi fisici, ed è ciò che ha fatto d’istinto.

La moglie conosce le potenzialità psichiche del marito ma non ha mai visto quest’ultimo comportarsi in questo modo, tuttavia, anche se non vede nulla, crede in questa strana storia.

Il testimone dice che non si preoccupava tanto dei piccoli, ma di quella che doveva essere la madre che gli urlava contro minacciandolo di mangiarselo. Per lui il messaggio era chiaro, non si è trattato di lingue o suoni sconosciuti, ciò che urlava il rettiliano era comprensibile.

Conclusioni

Ne ho sentite, e lette tante, di storie sui rettiliani ma un racconto del genere è unico. Da quel che ho appreso dalle mie umili ricerche, questa specie comprende diverse famiglie e “sembra” che non siano tutti malvagi, tuttavia, sono più le testimonianze che li ritraggono come esseri spregevoli e soprattutto mangiatori di uomini che altro. In verità secondo alcuni si nutrono della nostra energia, lo dicono: addotti, contattisti, e anche il vecchio zulu Credo Mutwa, e David Icke (sono i primi nomi che mi vengono in mente). Ma probabilmente quest’ultimo, li associa ad alcuni gruppi di Illuminati e ai loro riti sacrificali, dove pare uccidano bambini. In tutto il mondo spariscono migliaia di bambini ogni anno, soprattutto in America, e ce chi è convinto che dietro questo assurdo fenomeno ci siano i rettiliani.

Il caso Lacerta (per molti una favola), parla di un rettiliano di sesso femminile che si presenta ad un uomo per uno scambio interculturale. Io l’ho letto, e mi è parsa una storia interessante, credo che ci sia qualcosa di vero in tutta la faccenda.

Beh, riassumendo spudoratamente, l’essere rettiliano è in grado di presentarsi in qualsiasi forma tramite un potere psichico che posseggono quelli della sua specie, grazie al quale possono illudere l’essere umano facendogli credere di vedere ciò che vogliono. Infatti lei è apparsa in due o tre occasioni, prima di rivelarsi per ciò che era realmente, nelle sembianze di una ragazza bianca dai capelli rossi (se non ricordo male).

Secondo Lacerta (questo è il nomignolo che ha scelto l’uomo), loro vivono nel sottosuolo terrestre in luoghi inaccessibili, anche perché gli ingressi sarebbero mascherati, e invisibili a noi umani. Beh, morale della storia, lei dice che non mangiano gli uomini ma che sono intrattabili, e che l’uomo non dovrà mai avvicinarsi in una delle loro zone se vuole evitare di passare dei guai. Dice ancora, che noi siamo poco furbi e loro sono superdotati e intelligenti, che la Terra è il loro pianeta originario ma sono stati costretti nei secoli, a cedere il posto a noi, per via di altri esseri (alieni), e molto altro. Ragazzi/e basta andare su Google e scrivere “Caso Lacerta pdf” se non sbaglio è ancora reperibile.

Una cosa che mi ha incuriosito del Caso Lacerta è l’aver affermato che l’ingresso di alcune basi (non ricordo se le loro, o di altre specie aliene) si trova nella bocca dei vulcani. Abbiate pazienza, ma l’ho letto anni fa e non ricordo se viene specificato qualche vulcano.

Sta di fatto che sopra il vulcano Popocatépetl sono stati avvistati parecchi UFO, un paio di volte sono stati visti anche entrare, quelli sigariformi. Secondo me non è così impossibile che razze più evolute della nostra abbiano scoperto e/o creato un materiale in grado di resistere alle altissime temperature, questo spiegherebbe gli avvistamenti vicino al Sole.

Adesso, però devo proprio concludere, quindi spetta a voi giudicare se quest’uomo ha avuto un’allucinazione o se ha visto veramente mamma rettile con le sue piccole creature. In ogni caso, il testimone è un uomo di una certa età, e non credo lo faccia per pubblicizzarsi visto che preferisce rimanere anonimo.

L’autore del video lascia una nota interessante in primo piano, che approvo, la traduco solo in parte e cercando di arrivare subito al succo. I più curiosi potranno sempre utilizzare un traduttore.

Rating: 3.5. From 6 votes.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

1
2
loading...

LASCIA UN COMMENTO