Quelle pitture rupestri di diecimila anni che raffigurano alieni e UFO

Le antiche pitture rupestri si trovano a Charama, in Chhattisgarh (India). Il Dipartimento di Archeologia e Cultura indiano interpella la NASA e ISRO (in italiano Organizzazione Indiana per le Ricerche Spaziali, l’agenzia nazionale Indiana per la ricerca spaziale) per riuscire a comprendere meglio queste antiche pitture rupestri risalenti a circa 10.000 anni fa dove pare di scorgere un gruppo di individui dalle teste perfettamente arrotondate, uno strano oggetto che potrebbe raffigurare un UFO, un guerriero che si ritrova davanti un altro individuo umanoide con tre dita su mani e piedi, e apparentemente indossa un casco ma potrebbe anche essere il suo volto, non possiamo saperlo.

Queste pitture raffiguranti alieni e UFO sono state trovate in una grotta nello stato di Chhattisgarh in India, nel distretto tribale Kanker nella regione di Bastar, in una zona situata a circa 130 km da Raipur. Secondo l’archeologo JR Bhagat, questi dipinti rappresentano alieni come quelle mostrati nei film di Hollywood e Bollywood.

“I risultati suggeriscono che gli esseri umani già in tempi antichi potrebbero aver visto o immaginato esseri provenienti da altri pianeti, una questione che tutt’oggi desta curiosità tra le persone e i ricercatori. Sono necessarie ricerche approfondite per ulteriori accertamenti. Purtroppo a Chhattisgarh attualmente non c’è alcun esperto che potrebbe fare chiarezza sull’argomento”, afferma Bhagat TOI.

pittura-rupestre-india-alieni-grigi-charama-Chhattisgarh

Esistono diverse credenze tra la gente del posto di questi villaggi. Alcuni adorano i dipinti, mentre altri raccontano storie che hanno sentito dai loro antenati del popolo di rohela dove si narra che degli esseri di piccole dimensioni sono scesi dal cielo da un’oggetto volante dalla forma arrotondata per prendere con se alcune persone del villaggio che non hanno mai fatto ritorno.

UFO-india-pittura-rupestre

I dipinti sono fatti con colori naturali che si sono sbiaditi con il tempo ma tutto sommato sono ancora ben visibili. Tra le figure si notano individui (prima foto) E’ curioso come questi esseri siano tanto simili ai tanto nominati Grigi, secondo le testimonianze il naso e la bocca sembrano mancare. In poche immagini, sembra di osservare questi individui che indossano tute spaziali.

“Non possiamo affermare nulla, potrebbe essere frutto della fantasia degli uomini preistorici, anche se sarebbe al quanto stravagante”, afferma l’archeologo.

In altre parole, l’archeologo non sa a cosa pensare. Secondo lui potrebbe trattarsi di una coincidenza che tali immagini antiche abbiano una somiglianza con gli UFO mostrati nei film. Lui stesso afferma: “L’antenna a ventaglio e le tre gambe del cavalletto del veicolo mostrano chiaramente una somiglianza con il classico UFO cinematografico”.

pittura-rupestre-india-guerriero-alieno

Nel frattempo saranno consultati altri archeologi con l’intento di risolvere questo nuovo enigma.

Conclusioni – Queste pitture rupestri sono state trovate in diverse parti del globo, in diverse culture, e sono state datate in diversi periodi. E’ scontato che a quei tempi non esistevano mezzi di comunicazione di alcun tipo e quindi non è possibile che tutti questi popoli e antiche civiltà immaginavano le stesse cose, gli stessi esseri provenienti dal cielo a bordo di strani oggetti non identificati. Alcuni artefatti mostrano chiaramente astronauti con tanto di tute spaziali, o strani esseri umanoidi. Ora mi domando anche di queste pitture rupestri non se ne parlerà più e verranno considerate frutto di fantasia degli uomini di quei tempi?

Secondo me nei tempi antichi i visitatori si facevano vedere più spudoratamente visto che avevano davanti persone poco evolute culturalmente, alcuni di questi hanno guidato le civiltà trasmettendo le loro conoscenze, mentre altri (come questi grigi) prelevavano gli umani solo per studiarli. Senza considerare che alcuni di questi esseri potevano coesistere con gli umani. Ad esempio, pare che una razza della famiglia dei rettiliani ha sempre vissuto sul nostro pianeta, tanto da affermare che la Terra è la loro casa.

Ma qui il discorso si complica e non di poco, infatti sembra che di questi esseri ne esistano diverse specie e provengano da sistemi stellari diversi, e mentre alcuni gruppi sono conquistatori e sfruttatori, altri sono neutri anche se diversi da noi. Stesso discorso vale per i Grigi, pare ne esistano di alti otre i 2 metri, e bassi di circa 1 metro e 20, malevoli, neutri e passivi, alcuni sostengono che provano gli stessi nostri sentimenti (vedi Clifford Stone), e ancora ci sono i cloni e gli ibridi, anche se noi generalizziamo (i Grigi e i Rettiliani soprattutto).

Ho preso spunto da testimonianze di ex militari, addotti, contattisti e alcune ipnosi regressive. Se poi andiamo ad indagare sulle presunte razze totali scoperte fino ad oggi, c’è da farsi venire il mal di testa e ho capito che forse è ancora troppo presto per parlare di questo argomento. Conosco molte persone (troppe) che ancora oggi non credono neanche agli UFO e sono convinti che la Terra sia l’unico pianeta abitato, che ve lo dico a fare… 😉

Articolo di riferimento: http://timesofindia.indiatimes.com

Rating: 5.0. From 3 votes.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO