Disclosure Project: Testimonianze concrete eventi Ufo (p.1)

Disclosure Project: Testimonianze concrete sugli eventi Ufo (parte 1)

DOCUMENTO INFORMATIVO DEL DISCLOSURE PROJECT

Redatto per: Membri della Stampa – Membri del Governo degli Stati Uniti – Membri della Comunità Scientifica degli Stati Uniti

Scritto e compilato da:
Steven M. Greer, M.D., Director e Theodor C. Loder III, Ph.D.
Aprile 2001

Il “Disclosure Project” ha concesso il permesso per la traduzione online di questo documento in lingua italiana.

Ho deciso di inserire questi documenti perché so che molta gente ancora oggi, purtroppo non crede che questi eventi siano reali o se vogliamo, realmente accaduti. Così se passate da queste parti, chissà magari date una sbirciatina a questo post, che verrà comunque suddiviso in più parti. L’intero documento contiene 490 pagine, vedrò di inserine il più possibile, ovviamente non le metterò tutte impiegherei molto tempo, e non so se realmente il lettore ha tutta questa voglia di leggerselo per intero. Quello che mi aspetto è che leggiate perlomeno qualche pagina, così che vi rendiate conto che fino ad oggi ciò che avete creduto pura fantasia in verità non è altro che una realtà occultata per anni dai governi. Ma la cosa che non riesco proprio a capire è perché ancora oggi, esattamente qualche mese fa, il signor Barack Obama ha affermato che gli Stati Uniti non hanno mai avuto a che fare con certi fenomeni, e che in realtà non esistono e sono pura fantasia…. E la gente, fortunatamente non tutta, gli crede. Bene io penso che una cosa è fregarsene, perché una persona può semplicemente dire; ma a me, che mi frega! io non sono interessato a questo tipo di informazioni, io vivo quì sulla Terra e mi preoccupo della mia vita quotidiana. Va bene ci sta, ma il problema è che tantissima gente ancora oggi crede che questo genere di cose siano pura fantasia, quando poi, non si rende conto che magari dietro le sue vere credenze non si nasconde altro che pura menzogna, una grande menzogna che ci è stata inculcata da secoli e continua ad oggi, ma questo è un’altro discorso meglio trattare un singolo argomento. L’argomento di questo articolo è il fenomeno Ufo, quindi  vi auguro una buona lettura…..
Questo documento contiene una selezione di informazioni concernenti i fenomeni UFO/ET, sollecitazioni all’azione, informazioni di carattere generale, posizione dei documenti interessanti, prove di avvistamenti
UFO/ET, testimonianze riguardanti eventi UFO/ET da parte di appartenenti ad enti governativi o militari, sommari di due recenti eventi UFO/ET ed una selezione di documenti governativi.

“Esiste un governo ombra, con una propria Forza Aerea, una propria Marina, propri meccanismi di raccolta di fondi e la capacità di perseguire la propria idea di interesse nazionale, fuori da ogni controllo, svincolata dai bilanci ed al di fuori della legge stessa.”

Senatore Daniel K. Inouye

“Nell’azione di governo, dobbiamo guardarci da ingiustificate influenze, manifeste o occulte, da parte del complesso militare – industriale. Esiste e persisterà, il potenziale per l’avvento di poteri fuori controllo. Non dobbiamo mai permettere che il peso di tale potenziale metta in pericolo le nostre libertà o il processo democratico di sviluppo. Non dovremmo mai prendere nulla per scontato. Solo una cittadinanza attenta ed informata può costringere l’enorme apparato industriale e di difesa militare ad un’adeguata armonizzazione all’interno dei nostri metodi e dei nostri obiettivi, affinché sicurezza e libertà possano prosperare insieme”

Presidente Eisenhower Gennaio 1961

PREMESSA – SCOPO DEL DOCUMENTO INFORMATIVO DEL DISCLOSURE PROJECT.

Scopo del Documento Informativo del Disclosure Project di fornire una panoramica d’insieme in merito alla possibile rivelazione al pubblico sulla complessa questione UFO/ET (Unidentified Flying Object/ExtraTerrestrial) e fornire ai soggetti interessati fonti e riferimenti per avviare una propria attività di ricerca. Si tratta di un argomento intrinsecamente determinante in quanto contiene ampie e profonde implicazioni per il futuro del genere umano sul nostro pianeta, sia da una prospettiva intellettuale che da un punto di vista tecnologico. Abbiamo fornito raccomandazioni e suggerimenti utili alle diverse parti interessate, (compresa la stampa, il pubblico, il Congresso degli Stati Uniti, i militari, le istituzioni scientifiche, il Presidente degli Stati Uniti, ed i membri del Gruppo di Controllo sugli UFO/ET). Queste
raccomandazioni dovrebbero contribuire a facilitare il processo di comunicazione, rendendo questo problema oggetto di dibattito aperto e consapevole, sia all’interno del nostro governo che dei pubblici settori. Il
materiale utilizzato comprende le seguenti tipologie di informazioni:

1) Sintesi di registrazioni video ad opera di militari, statali e testimoni privati e diretti di eventi UFO/ET.
2) Una serie di documenti che descrivono lo sfondo nel quale si dipana la storia, la necessità di rendere pubblico quanto è ora nascosto, le implicazioni relative a tale rivelazione ed il pericolo connesso alla
prosecuzione del segreto d’ufficio in merito all’argomento.
3) Una descrizione dei quattordici avvistamenti più rilevanti, con più di due dozzine di testimoni militari, in molti casi testimonianze multiple, ed altre con documentazione governativa a supporto.
4) Una serie di 27 citazioni di scienziati e testimoni a conoscenza della realtà dei fatti.
5) Recensione di due recenti relazioni scientifiche redatte da commissioni, in merito alla necessità di ulteriori ricerche sul fenomeno UFO;
6) Una rassegna di alto livello sui risultati delle ricerche scientifiche su argomenti quali l’energia punto zero, apparati over-unity ed antigravità.

Ci si auspica che attraverso l’utilizzo di tale documentazione, il lettore attento e mentalmente aperto possa rendersi conto di quanto il fenomeno UFO sia reale e che possa, di conseguenza, attivarsi per far comprendere quali siano le implicazioni di questa realtà per i governi e gli abitanti di questo pianeta.

Steven M. Greer, M.D – marzo 2001.
Per la maggior parte delle persone, se siamo o no soli nell’universo è un mero esercizio filosofico, un argomento di interesse accademico, ma di nessuna importanza pratica. Anche la prova che siamo attualmente visitati da avanzate forme di vita non umane sembra essere per molti un argomento irrilevante, nel mondo del riscaldamento globale, della povertà crescente e della minacce di guerra. Di fronte alle vere sfide a lungo termine per il futuro dell’umanità, la questione degli UFO, degli extraterrestri e dei progetti segreti del governo è una mera questione secondaria. Giusto? Sbagliato – catastroficamente sbagliato.
Le prove e le testimonianze presentate nelle pagine seguenti stabiliscono quanto segue:

• che siamo davvero visitati da civiltà extraterrestri avanzate, da molto tempo;
• che questo è il più segreto e compartimentato programma all’interno degli Stati Uniti e in molti altri paesi;
• che tali progetti sono, nonostante l’ammonizione nel 1961 da parte del Presidente Eisenhower, sfuggiti alla supervisione ed al controllo da parte della legge, negli Stati Uniti, nel Regno Unito e altrove;
• che alcune avanzate astronavi di origine extraterrestre, chiamate veicoli extraterrestri (ETVs) da alcune agenzie di intelligence, sono state abbattute, recuperate e studiate almeno dal 1940 e, forse, già nel 1930;
• che significativi progressi tecnologici nella produzione di energia e nella propulsione sono derivati dallo studio di questi oggetti (innovazioni risalenti al lontano tempo di Nicola Tesla), e che queste tecnologie utilizzano una nuova fisica che non richiede l’utilizzo di combustibili fossili o radiazioni ionizzanti per generare grandi quantità di energia;
• che questi progetti classificati ed ultra segreti, possiedono dispositivi di propulsione antigravità e nuovi sistemi di produzione di energia che, se declassificati ed utilizzati per scopi pacifici, porterebbero ad una nuova civiltà umana, senza recare danni ambientali o povertà.

Coloro che dubitano di queste affermazioni dovrebbero leggere attentamente la testimonianza di decine di militari ed agenti governativi che stabiliscono chiaramente questi fatti. La vasta e profonda incidenza di tali asserzioni richiede da parte di ognuno, sia che se ne accerti o se ne metta in dubbio la verità, che finalmente si faccia luce su questa materia, perché è in gioco niente di meno che il futuro dell’umanità.
Implicazioni per l’ambiente:

abbiamo identificato gli addetti e gli scienziati in grado di dimostrare, durante audizioni pubbliche al Congresso, che siamo di fatto in possesso di sistemi antigravità e per la produzione di energie in grado di sostituire, completamente e definitivamente, tutte le forme attualmente utilizzate. Questi dispositivi utilizzano l’elettromagnetismo ed il cosiddetto punto zero per la produzione di energia in grandi quantità e senza generare inquinamento. Essenzialmente tali sistemi producono energia attingendo allo stato di vuoto quantistico, sempre presente, nell’energia – l’energia di base da cui tutta l’energia e la materia fluiscono. Tutta la materia e l’energia sono sostenute da questa stato di energia basale che può essere sfruttato da circuiti elettromagnetici per generare enormi quantità di energia dallo spazio/tempo intorno a noi. Non si tratta di macchine per il moto perpetuo, né vengono violate le leggi della termodinamica – esse semplicemente sfruttano un campo energetico ambientale presente intorno a noi per generare energia.
Ciò significa che tali sistemi non hanno necessità di bruciare carburante o scindere o fondere atomi. Non richiedono impianti per la produzione di energia, linee di trasporto e relative infrastrutture da trilioni di dollari, necessarie per elettrificare zone remote della Cina, dell’India, dell’Africa e dell’America Latina. Questi sistemi possono essere creati in qualsiasi luogo e generare tutta l’energia necessaria. In sostanza, essi rappresentano la soluzione definitiva per la stragrande maggioranza dei problemi ambientali che affronta il nostro mondo.

I benefici ambientali di tale scoperta sopravvalutati; un breve elenco include:

• l’eliminazione del petrolio, del carbone e del gas come fonti di produzione di energia, quindi l’eliminazione dell’inquinamento atmosferico e delle acque connesse al trasporto e all’uso di questi carburanti, fuoriuscite di petrolio, riscaldamento globale, malattie da inquinamento atmosferico, piogge acide etc. potrebbero cessare entro 10-20 anni;
• la cessazione delle tensioni geopolitiche derivanti dall’esaurimento delle risorse e dalla concorrenza per l’approvvigionamento dei combustibili fossili;
• esistono già tecnologie per ridurre a zero, o quasi zero, le emissioni derivanti dalla produzione industriale, sia per l’acqua che per l’aria, ma queste tecnologie usano grandi quantità di energia e pertanto sono
considerate troppo costose per essere pienamente utilizzate. Inoltre, a causa del fatto che esse richiedono grandi quantità di energia ed i nostri sistemi per produrla, oggi, sono la causa principale dell’inquinamento
dell’atmosfera, il loro utilizzo porterebbe velocemente ad un peggioramento della situazione. Una tale equazione potrebbe essere drammaticamente invertita, se le industrie potessero disporre di energia gratuita ed illimitata (non ci sarebbero costi per i carburanti ma solo per l’apparato che non costerebbe più dei normali generatori) ed i nuovi sistemi non produrrebbero inquinamento;
• le procedure di riciclaggio troverebbero piena applicazione in quanto l’energia richiesta allo scopo di trattare i rifiuti solidi sarebbe, una volta di più, gratuita ed abbondante ;
• l’agricoltura, che è oggi largamente dipendente dall’energia, potrebbe subire una radicale trasformazione all’uso di forme di energia non inquinanti;
• potrebbe essere invertito il processo di desertificazione e potenziata l’agricoltura mondiale individuando impianti di desalinizzazione che attualmente richiedono una gran quantità di energia e di risorse che
diventerebbero efficienti qualora si potessero utilizzare fonti non inquinanti di energia;
• i trasporti aerei, terrestri e cittadini sarebbero rimpiazzati dalle nuove tecnologie propulsive (i sistemi antigravità consentono movimento silenzioso), non sarebbe generato inquinamento ed i costi verrebbero
ridotti in modo sostanziale, poiché le spese energetiche sarebbero inconsistenti. I trasporti di massa nelle aree urbane potrebbero utilizzare questi sistemi per consentire una mobilità urbana silenziosa ed efficiente;
• L’inquinamento acustico da aviogetti, camion ed altri mezzi di trasporto sarebbe eliminato con l’uso di questi dispositivi;
• i servizi di diffusione pubblica dell’energia non sarebbero necessari in quanto ogni casa, ufficio e fabbrica avrebbe un proprio dispositivo per produrre l’energia necessaria. Questo significa che le antiestetiche linee di distribuzione, che sono peraltro soggette a tempeste, danni ed interruzioni di corrente, diverrebbero una cosa del passato. Gasdotti sotterranei, soggetti non di rado a rotture con conseguente dispersione nell’ambiente e nelle risorse idriche, non sarebbero più necessari;
• Le centrali nucleari sarebbero smantellate e le tecnologie necessarie per ripulire tali siti sarebbero disponibili. Esistono tecnologie classificate per neutralizzare i rifiuti nucleari.

Utopia? No, perché la società umana sarà sempre imperfetta – ma forse non in modo così disfunzionale come oggi. Queste tecnologie sono reali. Io le ho viste. L’Antigravità è una realtà e così i sistemi di produzione di energia gratuita. Questa non è una fantasia o un falso. Non credete a coloro che affermano che ciò non è possibile: sono i discendenti intellettuali di coloro che affermarono che i fratelli Wright non avrebbero mai volato. L’odierna civiltà umana ha raggiunto la potenzialità di essere in grado di effettuare un planeticidio: la distruzione di un intero mondo. Possiamo e dobbiamo fare meglio. Queste tecnologie esistono ed ogni singola persona preoccupata per l’ambiente e il futuro umano dovrebbe richiedere con urgenza che tali tecnologie vengano divulgate, declassificate ed applicate.

loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti ...dello stesso autore