Notizie su Ufo Giganti avvistati nel mondo

Analisi di una realtà nascosta delle visite di grandi astronavi extraterrestri

Negli ultimi anni sono stati resi noti dei casi su delle persone che hanno dichiarato di aver visto Ufo giganti. In questo articolo si cercherà di documentare ed informare trattando prendendo spunto dagli episodi ad oggi registrati.

A differenza di un normale Ufo (Unidentified Flying Object, oggetto volante non identificato), dei quali tutti bene o male ne abbiamo già sentito parlare, anche se realmente rimane ancora per molti un mistero inspiegabile o addirittura i più scettici non credono nella loro esistenza, questi Ufo giganti sono stati descritti della grandezza di un campo di football (più di 100 metri). E un qualcosa di abbastanza incredibile, per il semplice fatto che un oggetto così dovrebbe essere captato non solo dai molti strumenti disponibili attualmente, ma anche dagli occhi di noi semplici esseri umani.

Ma facciamo un paragone di questi Ufo giganti con gli oggetti naturali e artificiali, perché vi possiate fare un idea, attraverso i distinti casi che sono stati registrati in un lungo periodo di anni.

 1° Caso – 1986: Jal 1628

Questo potrebbe essere considerato uno dei migliori casi registrati ad oggi.

Nel 1986, più precisamente nel novembre, un equipaggio di giapponesi che viaggiava sopra l’Alaska (Stati Uniti), a bordo di un areo Jumbo, dichiarò di aver visto tre oggetti volanti non identificati.

Questo avvistamento generò molta curiosità a livello internazionale, quando l’Amministrazione Federale di Aviazione (FAA) annunciò che si sarebbe occupata personalmente di investigare su questo caso, perché il Centro di Controllo del Traffico Aereo, in Alaska, era stato informato del fatto che probabilmente il radar rilevò un Ufo. Il capitano Terauchi dopo questo fatto, apparve in numerosi programmi televisivi e radiofonici. Dopo qualche mese dall’accaduto, considerando che era stato testimone di questa esperienza avendolo dichiarato, fu declassato dal suo incarico come capitano, nonostante la sua grande esperienza. Anche se fortunatamente, in realtà gli venne permesso di ritornare al suo incarico dopo vari anni, Gli Ufo di cui si sta parlando furono registrati sia dai radar a terra che da quelli in cielo, con tanto di testimonianze date dai piloti e confermato poi dal capo della Divisione della FAA.

Analizziamo un po’ più a fondo questo caso. Secondo la testimonianza del capitano Kenju Terauchi, il primo ufficiale Takanori Tamefuji e l’ingegnere di volo Yoshio Tsukuda, due piccole luci e un enorme oggetto illuminato, furono rilevate dai loro radar per più di mezz’ora. Secondo questi ultimi, volavano a 550 chilometri a sud dell’Alaska da Yukon ad Anchorage. Il capitano Terauchi, un veterano con 29 anni di esperienza alle spalle disse: “Sarà stato una o due volte più grande di una portaerei”. Lui stesso chiese il permesso alla FAA di cambiare la rotta per poter identificare correttamente questi oggetti volanti che li stavano seguendo. Disse che gli oggetti si muovevano rapidamente fermandosi poi all’improvviso. Una volta fermi, una luce fortissima si accese dall’oggetto più grande, con tanta intensità che il capitano disse che quasi poteva sentire il calore nella sua faccia. Affermò che si fermò ad osservare gli Ufo per almeno 6 minuti prima di notificare a qualcuno l’evento, disse che più o meno l’avvistamento sarebbe iniziato per le 18:13.

La FAA in un primo momento confermò l’avvistamento rilevato da vari radar del traffico aereo, i quali rilevarono il 747 e gli oggetti “grandi”, e la stessa cosa fu rivelata dai radar delle forza aerea americana. Più tardi, la verità di questo evento si cerco di coprire, attribuendo questo fenomeno a condizioni meteorologiche. In fine, un portavoce FAA dichiaro: “stiamo accertando le descrizioni della squadra, ma non sono in grado di sostenere ciò che hanno visto realmente”.


2° Caso – 1996: Yukon, l’astronave Nordica

Il primo caso è avvenuto vicino l’Alaska, questo invece è stato registrato nel territorio di Yukon, in Canada nel 1996. In Ufo gigante fu identificato da una 30 di persone, l’oggetto era di una grandezza di quasi un chilometro, molto più grande della portaerei Carrier di cui si parlava nel primo caso del 1986. Ci furono 30 persone che videro con i propri occhi l’oggetto enorme, vuol dire che sono state testimoni reali di questo fantastico evento che è da considerare veritiero e documentabile, grazie appunto alle molte testimonianze presenti all’evento.

Lì’avvenimento è accaduto sopra la rout (strada) Klondike, in Yukon come descritto anteriormente, in data 11/12/1996. Questo oggetto enorme è stato visto da tre città separate da un 215 chilometri di distanza dall’autostrada di Yukon, in Canada. La grandezza dell’oggetto semi sferico (Ufo) era di quasi un chilometro e mezzo di diametro, più grande di uno stadio di football.

Dei 30 testimoni, ne furono intervistati 22, facendo diventare questo avvenimento un caso bene documentato e che non è potuto passare assolutamente inosservato. Per riassumere un po’ questo caso, si può dire che le varie testimonianze raccolte si assomigliavano di parecchio, alcuni nei pressi del lago Fox, hanno riferito di aver visto un oggetto enorme, molti di loro lo hanno paragonato ad una montagna per rendere l’idea della grandezza reale. Fu anche detto che al centro di questo oggetto maestoso era presente una luce, simile a quella che hanno descritto nel primo episodio i testimoni, con la sola differenza che questa non emetteva una luce potente come l’altra avvistata in Alaska. Si osservarono anche luci rettangolari, che si muovevano verso est. Alcuni dei testimoni hanno cercato di avvicinarsi il più possibile a questo grande oggetto, e in molti sono rimasti sbalorditi, non riuscivano a credere quello che stavano osservando, immaginate un oggetto enorme come uno stadio che vola in aria illuminando la zona. Questo è uno dei casi di Ufo giganti che è stato testimoniato con maggiore chiarezza date le molte testimonianze.

 

3° Caso – 2010: Ufo sopra la Luisiana

Questo non è uno di quei casi molto conosciuti, però lo inseriamo in questo articolo perché ha a che vedere con Ufo giganti, così che lo si può paragonare con gli altri oggetti giganti creati dall’uomo.

L’unico testimone di questo caso è un ingegnere in pensione. Con una licenza regolare per poter guidare aerei dal 1973, affermò che prestò servizio anche per la Nasa. L’Ufo riscontrato in questa occasione è di una grandezza approssimativamente vicina ai 260 metri, era molto più grande di un campo di calcio. Egli disse di averne visti 2.

Secondo la testimonianza di questo ingegnere in pensione, erano circa le 6:15 del mattino del 29 settembre del 2010, quando vide una luce vicina, nella direzione dove il sole appare all’alba. Tant’è che l’uomo pensava fosse semplicemente un riflesso, fino a quando non si rese conto che la luce sparì di colpo e apparvero questi due oggetti giganteschi che cominciarono a muoversi. Rimase perplesso per quello che aveva appena visto, e si chiedeva cosa potessero essere quei due oggetti di quelle dimensioni. L’uomo li definì di una forma abbastanza rara, una forma che di solito non viene riportata su possibili avvistamenti del genere, disse che gli oggetti in questione avevano una forma simile a due mezze lune. Secondo la sua esperienza lavorativa, questi due oggetti non identificati andavano ad una velocità di 600 – 700 miglia all’ora, che corrisponderebbe più o meno a 1046 Km orari, una velocità molto simile agli aerei che conosciamo tutt’oggi.

L’altezza in realtà non fu verificata, la comparò ad un 767 che vide passare prima dell’evento, fece anche altri calcoli che però alla fine non si sono potuti dichiarare corretti per via delle dimensioni di questi due Ufo giganti.

Rating: 4.0. From 1 vote.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

1
2
3
loading...

1 COMMENTO

  1. Nell’ estate del 1988,ero sulla riva del Pò a Ro Ferrarese e guardavo il cielo stellato senza nubi.Ad un tratto vidi 2 astronavi molto grandi cilindriche di luce gialla non molto veloci,Poi dopo un pò ne vidi altre 3 ,che viaggiavano una dietro l’altra ma ad un tratto la 3 superò le altre 2 con una accelerata formidabile.Evidentemente qualcuno pilotava quel coso.Sono passati 27 anni,ma io,ricordo la scena perfettamente.


    Già, certe esperienze sono indelebili, ad esempio ricordo un’esperienza simile quando avevo circa 5 anni e mi trovavo in vacanza in Sicilia dalla parte del Mediterraneo. Parlo degli inizi anni ’80, e una sera (naturalmente il cielo era spettacolare, tant’è che si vedeva la striscia bianca di un braccio della Via Lattea) vidi, credo per la prima volta, uno strano oggetto che si trovava poco più in alto della linea dell’orizzonte il quale percorreva delle strane traiettorie. Ad un certo punto compie una virata angolare, credo di circa 45° e sparisce nel nulla. Ciò che mi ha stupito non era tanto come cambiava facilmente direzione (ero un bambino quindi no mi impressionò minimamente quella cosa che si muoveva nel cielo), ma rimasi sorpreso dalla velocità. In pochi secondi attraversò tutto l’orizzonte compiendo quei 2 o 3 movimenti anomali. Purtroppo però, era molto distante, quindi ciò che vidi lo interpretai a quell’età come una stella che si muoveva in maniera anomala. Capirai, quando sei così piccolo la nostra coscienza è molto aperta e poco impressionabile. Credo sia così per tutti i bambini, io lo ero, non mi sorprendevo nel vedere ad esempio una luce e/o uno spirito, ero piuttosto incuriosito da certe stranezze ma non mi spaventavo, forse perché realmente non ho mai visto qualcosa di brutto/cattivo e/o negativo.

    Per cui a mio parere questi “fenomeni” esistono da sempre. Mi piacerebbe vedere un’astronave, un disco volante, un oggetto a distanza ravvicinata, ma fino ad oggi (se la memoria non gioca brutti scherzi) non ricordo di averne mai visto uno, almeno fisicamente. Ho visto solo oggetti luminosi, mai metallici, quindi per me tu sei un privilegiato e un po’ t’invidio. 😉

LASCIA UN COMMENTO