Notizie su Ufo Giganti avvistati nel mondo

Notizie su Ufo Giganti avvistati nel mondo

Analisi di una realtà nascosta delle visite di grandi astronavi extraterrestri

Negli ultimi anni sono stati resi noti dei casi su delle persone che hanno dichiarato di aver visto Ufo giganti. In questo articolo si cercherà di documentare ed informare trattando prendendo spunto dagli episodi ad oggi registrati.

A differenza di un normale Ufo (Unidentified Flying Object, oggetto volante non identificato), dei quali tutti bene o male ne abbiamo già sentito parlare, anche se realmente rimane ancora per molti un mistero inspiegabile o addirittura i più scettici non credono nella loro esistenza, questi Ufo giganti sono stati descritti della grandezza di un campo di football (più di 100 metri). E un qualcosa di abbastanza incredibile, per il semplice fatto che un oggetto così dovrebbe essere captato non solo dai molti strumenti disponibili attualmente, ma anche dagli occhi di noi semplici esseri umani.

Ma facciamo un paragone di questi Ufo giganti con gli oggetti naturali e artificiali, perché vi possiate fare un idea, attraverso i distinti casi che sono stati registrati in un lungo periodo di anni.

 1° Caso – 1986: Jal 1628

Questo potrebbe essere considerato uno dei migliori casi registrati ad oggi.

Nel 1986, più precisamente nel novembre, un equipaggio di giapponesi che viaggiava sopra l’Alaska (Stati Uniti), a bordo di un areo Jumbo, dichiarò di aver visto tre oggetti volanti non identificati.

Questo avvistamento generò molta curiosità a livello internazionale, quando l’Amministrazione Federale di Aviazione (FAA) annunciò che si sarebbe occupata personalmente di investigare su questo caso, perché il Centro di Controllo del Traffico Aereo, in Alaska, era stato informato del fatto che probabilmente il radar rilevò un Ufo. Il capitano Terauchi dopo questo fatto, apparve in numerosi programmi televisivi e radiofonici. Dopo qualche mese dall’accaduto, considerando che era stato testimone di questa esperienza avendolo dichiarato, fu declassato dal suo incarico come capitano, nonostante la sua grande esperienza. Anche se fortunatamente, in realtà gli venne permesso di ritornare al suo incarico dopo vari anni, Gli Ufo di cui si sta parlando furono registrati sia dai radar a terra che da quelli in cielo, con tanto di testimonianze date dai piloti e confermato poi dal capo della Divisione della FAA.

Analizziamo un po’ più a fondo questo caso. Secondo la testimonianza del capitano Kenju Terauchi, il primo ufficiale Takanori Tamefuji e l’ingegnere di volo Yoshio Tsukuda, due piccole luci e un enorme oggetto illuminato, furono rilevate dai loro radar per più di mezz’ora. Secondo questi ultimi, volavano a 550 chilometri a sud dell’Alaska da Yukon ad Anchorage. Il capitano Terauchi, un veterano con 29 anni di esperienza alle spalle disse: “Sarà stato una o due volte più grande di una portaerei”. Lui stesso chiese il permesso alla FAA di cambiare la rotta per poter identificare correttamente questi oggetti volanti che li stavano seguendo. Disse che gli oggetti si muovevano rapidamente fermandosi poi all’improvviso. Una volta fermi, una luce fortissima si accese dall’oggetto più grande, con tanta intensità che il capitano disse che quasi poteva sentire il calore nella sua faccia. Affermò che si fermò ad osservare gli Ufo per almeno 6 minuti prima di notificare a qualcuno l’evento, disse che più o meno l’avvistamento sarebbe iniziato per le 18:13.

La FAA in un primo momento confermò l’avvistamento rilevato da vari radar del traffico aereo, i quali rilevarono il 747 e gli oggetti “grandi”, e la stessa cosa fu rivelata dai radar delle forza aerea americana. Più tardi, la verità di questo evento si cerco di coprire, attribuendo questo fenomeno a condizioni meteorologiche. In fine, un portavoce FAA dichiaro: “stiamo accertando le descrizioni della squadra, ma non sono in grado di sostenere ciò che hanno visto realmente”.

2° Caso – 1996: Yukon, l’astronave Nordica

Il primo caso è avvenuto vicino l’Alaska, questo invece è stato registrato nel territorio di Yukon, in Canada nel 1996. In Ufo gigante fu identificato da una 30 di persone, l’oggetto era di una grandezza di quasi un chilometro, molto più grande della portaerei Carrier di cui si parlava nel primo caso del 1986. Ci furono 30 persone che videro con i propri occhi l’oggetto enorme, vuol dire che sono state testimoni reali di questo fantastico evento che è da considerare veritiero e documentabile, grazie appunto alle molte testimonianze presenti all’evento.

Lì’avvenimento è accaduto sopra la rout (strada) Klondike, in Yukon come descritto anteriormente, in data 11/12/1996. Questo oggetto enorme è stato visto da tre città separate da un 215 chilometri di distanza dall’autostrada di Yukon, in Canada. La grandezza dell’oggetto semi sferico (Ufo) era di quasi un chilometro e mezzo di diametro, più grande di uno stadio di football.

Dei 30 testimoni, ne furono intervistati 22, facendo diventare questo avvenimento un caso bene documentato e che non è potuto passare assolutamente inosservato. Per riassumere un po’ questo caso, si può dire che le varie testimonianze raccolte si assomigliavano di parecchio, alcuni nei pressi del lago Fox, hanno riferito di aver visto un oggetto enorme, molti di loro lo hanno paragonato ad una montagna per rendere l’idea della grandezza reale. Fu anche detto che al centro di questo oggetto maestoso era presente una luce, simile a quella che hanno descritto nel primo episodio i testimoni, con la sola differenza che questa non emetteva una luce potente come l’altra avvistata in Alaska. Si osservarono anche luci rettangolari, che si muovevano verso est. Alcuni dei testimoni hanno cercato di avvicinarsi il più possibile a questo grande oggetto, e in molti sono rimasti sbalorditi, non riuscivano a credere quello che stavano osservando, immaginate un oggetto enorme come uno stadio che vola in aria illuminando la zona. Questo è uno dei casi di Ufo giganti che è stato testimoniato con maggiore chiarezza date le molte testimonianze.

3° Caso – 2010: Ufo sopra la Luisiana

Questo non è uno di quei casi molto conosciuti, però lo inseriamo in questo articolo perché ha a che vedere con Ufo giganti, così che lo si può paragonare con gli altri oggetti giganti creati dall’uomo.

L’unico testimone di questo caso è un ingegnere in pensione. Con una licenza regolare per poter guidare aerei dal 1973, affermò che prestò servizio anche per la Nasa. L’Ufo riscontrato in questa occasione è di una grandezza approssimativamente vicina ai 260 metri, era molto più grande di un campo di calcio. Egli disse di averne visti 2.

Secondo la testimonianza di questo ingegnere in pensione, erano circa le 6:15 del mattino del 29 settembre del 2010, quando vide una luce vicina, nella direzione dove il sole appare all’alba. Tant’è che l’uomo pensava fosse semplicemente un riflesso, fino a quando non si rese conto che la luce sparì di colpo e apparvero questi due oggetti giganteschi che cominciarono a muoversi. Rimase perplesso per quello che aveva appena visto, e si chiedeva cosa potessero essere quei due oggetti di quelle dimensioni. L’uomo li definì di una forma abbastanza rara, una forma che di solito non viene riportata su possibili avvistamenti del genere, disse che gli oggetti in questione avevano una forma simile a due mezze lune. Secondo la sua esperienza lavorativa, questi due oggetti non identificati andavano ad una velocità di 600 – 700 miglia all’ora, che corrisponderebbe più o meno a 1046 Km orari, una velocità molto simile agli aerei che conosciamo tutt’oggi.

L’altezza in realtà non fu verificata, la comparò ad un 767 che vide passare prima dell’evento, fece anche altri calcoli che però alla fine non si sono potuti dichiarare corretti per via delle dimensioni di questi due Ufo giganti.

L’evento per il testimone fu abbastanza traumatico, prima di quel giorno pensava che se mai avesse avuto l’opportunità di vedere un fenomeno del genere con i propri occhi si sarebbe reputato fortunato. Però non fu così, raccontò che ebbe molta paura nel vedere una cosa del genere, sapeva che la sua vita sarebbe cambiata, doveva raccontare qualcosa che la gente avrebbe dovuto sapere, ma non sarebbe stato facile spiegarlo. Molte persone potrebbero pensare che sia qualcosa di positivo la loro esistenza, però avremo dovuto pensare a quante cose sarebbero cambiate conoscendo la verità sull’esistenza reale di questi Ufo. E pensare che non è solo un oggetto non identificato volante, ma è di dimensioni enormi, come un grosso edificio.

4° Caso – 1996: Ufo di forma piramidale sopra il Brasile

Un pilota brasiliano, Haroldo Westendorf, dichiarò di aver visto un Ufo gigante di forma piramidale vicino la città di Pelotas (Rio Grande do Sul). E’ riuscito ad osservarlo molto bene, perché gli girò intorno con un piccolo aereo privato per ben 3 volte. Secondo la sua testimonianza la grandezza dell’oggetto non identificato si aggirava intorno ai 100 metri nella parte bassa e un 70 metri nella parte alta. La forma di questo oggetto, come abbiamo già detto prima era di un tipo piramidale.

Per quel che si sa, l’uomo si è avvicinato fino ad una distanza di 40 metri, una distanza abbastanza pericolosa viste le sue dimensioni. E’ una delle storie più impressionanti che si siano mai conosciute, con tanto di dettagli testimoniati appunto dal signor Haroldo Westendorf, il quale si presentò ad alcune conferenze che riguardavano il fenomeno Ufo, per poter raccontare quello che lui personalmente ha visto con i suoi occhi, e a pochi metri.

La sua dichiarazioni ci riporta indietro, in data 5 novembre 1996, erano circa le 10:30 del mattino, dopo alcuni minuti di volo ad un’altezza di 5000 piedi. “Devo ammettere di aver visto un oggetto enorme che si trovava sopra un grande lago a Pelotas”.

quartoLui stesso prima di questo evento non credeva alle storie degli Ufo, per questo motivo quando lo vide con i suoi occhi decise di investigare per conto suo, senza curarsi che la faccenda avrebbe potuto rivelarsi pericolosa.

Cercò di avvicinarsi il più possibile all’oggetto, però disse che molti dettagli non fu in grado di distinguerli, è rimasto molto colpito dalla sua forma, grandezza e colore. L’uomo notò che la parte superiore arrotondata cominciava a sparire, lasciando quello che ha potuto definire come un buco nero. Il più vide che da questo grande oggetto ne uscì uno più piccolo, di forma classica, di un disco volante.

Si mise vicino all’oggetto più grande e dopo spari ad una velocità impressionante. Westendorf afferma che questo secondo oggetto simile ad un classico disco volante, misurava circa 10 metri di diametro, più o meno il doppio della grandezza del suo piccolo aereo. Aggiunse che l’Ufo a forma di disco non presentò nessun allarmismo nei confronti del suo aereo, per fortuna.

5° Caso – Ufo in Argentina

In Argentina, qualche anno fa, accadde uno dei fenomeni più strani degli ultimi anni riguardo le apparizioni di Ufo giganti. In questo caso, l’oggetto volante non identificato aveva una forma sigareiforme. Già, avete capito bene, la forma di un sigaro enorme. I testimoni di questo fatto furono i molti e in più il tutto coincise con uno strano oscuramento in tutta una zona. Per quello che si è potuto constatare dalle interviste dei testimoni, l’oggetto aveva una grandezza di circa 200 o 300 metri di lunghezza. Non fu un avvenimento raro, perché in Argentina non è la prima volta che si vedono certi oggetti non identificati, però questa volta è stato visto e fotografato da molte persone.

quinto

Questo avvenne in una piccola città di Salta, più precisamente a Joaquìn Gonzàles, che conta una popolazione di circa 20 mila persone. Per quel che raccontano le persone del posto, non è la prima volta che si registra un avvenimento del genere, secondo loro è una cosa che accade abbastanza regolarmente.

Era un giorno abbastanza normale, e faceva molto caldo per questo molta gente si trovava fuori per prendere un po’ d’aria fresca mangiandosi un gelato, quando improvvisamente videro passare qualcosa di grande dimensioni con luci ad intermittenza e una luce statica rossa. Quasi tutti la videro. Raccontano i testimoni che si dirigeva verso El Tunal e dopo sparì dalla vista di tutti. Qualcosa di molto strato accadde poco dopo. La zona intera, non solo la piccola cittadina, soffrì un black out, il quale duro fino alla mattina seguente. La ragione di tutto questo secondo l’impresa elettrica locale, fu dovuta ad un problema con un generatore vicino El Tunal. Però, non solo ebbero un problema con l’energia elettrica, anche le linee telefoniche vennero danneggiate, e rimasero senza funzionare per alcune ore. Un fatto che molti testimoni relazionano all’avvistamento della grossa astronave, così chiamata, apparsa nella zona a Salta.

Il fenomeno più strano era che questo grande oggetto emetteva una luce così potente da illuminare chilometri di zone senza problemi, per poi sparire ad una velocità pazzesca.

6° Caso – 2007: Ufo gigante nel canale Inglese

Coloro che viaggiavano nella compagnia aerea inglese con tutto l’equipaggio, in un primo momento pensarono che quello che stavano osservando era un 737 in avvicinamento, ma i suoi movimenti avevano qualcosa di anomalo. Il capitano Ray Bowyer lo descrisse con una forma di sigaro bianco e brillante. Poi avvicinandosi un po’ di più, notò un colore simile al giallo con zone di color verde. L’oggetto volante non identificato si trovava a 65 chilometri di distanza. Si vedeva così bene che sembrava un aereo molto vicino, per vederlo così bene da quella distanza l’oggetto doveva misurare più o meno 1 chilometro e mezzo.

Secondo i dati raccolti questo è uno di quegli oggetti delle dimensioni più grandi mai avvistato e registrato fino ad oggi. L’oggetto fu avvistato quando era nei pressi di Aldeney, una delle isole del canale inglese, vicino le coste della Normandia. Possiamo presupporre che se l’oggetto, si poteva vedere così perfettamente da quella distanza, la sua dimensione era immensa.

Un’altra delle cose che raccontò il capitano Ray Bowyer in un’intervista, è che egli stesso ha visto un oggetto simile ad ovest. Dichiarò, in più, che questo secondo oggetto volante aveva più o meno le stesse dimensioni del primo oggetto, solo che si vedeva più piccolo perché si trovava più lontano.

Alcuni passeggeri e altri piloti, di cui non si conosce il nome, confermarono e appoggiarono le loro testimonianze a quelle del capitano. Le autorità dell’aviazione civile denunciarono di aver visto una luce gialla e un oggetto enorme come quello descritto dal capitano, che volava intorno Aldeney.

Come si può vedere anche qui ci sono varie testimonianze su un avvistamento che riguarda Ufo giganti. La notizia però non fu resa pubblica perché secondo altre testimonianze molta gente affermò fatti surreali. Secondo noi è un’altra importante testimonianza, dobbiamo considerare che molti fanno di tutto per occultare questo genere di informazioni.

7° Caso – Triangolo Nero

Un altro caso di Ufo gigante fu avvistato nell’Illinois nel 2000. Secondo le fonti questo oggetto fu visto da 6 persone differenti, di cui fanno parte anche ufficiali di polizia di diverse giurisdizioni. Non si hanno molti dati su questo avvistamento, però in molti credono che questo triangolo nero sia un modello segreto degli Stati Uniti chiamato TR-3B.

Questo modello è nucleare e fu suppostamente costruito negli anni 80. Non si può confermare la sua esistenza ne tanto meno il suo avvistamento. Anche se in rete si possono trovare molti vide che parlano di questo presunto modello segreto. Solitamente vengono registrate chiamate che affermano di aver visto un oggetto volante con luci bianche e rosse che sembrava fosse in grado di cambiare colore. Sono molto poche le persone che credono che questo oggetto appartenga ad extraterrestri, pensano che sia più plausibile faccia parte di un esperimento militare. Quello che richiama l’attenzione della gente è la sua velocità e silenziosità nei movimenti. Ed è proprio questo che preoccupa la gente.

Presunto TR-3B

8° Caso – Le luci di Phoenix

Uno dei casi più famosi e del quale probabilmente avete già sentito parlare, e delle luci di Phoenix.

Registrate nel 1997, da migliaia di abitanti di Phoenix i quali si preoccuparono vedendo queste strane luci ad alta intensità nei cieli. Fu un caso che registrava molti testimoni, per questo se né discusse per parecchio tempo

Fu una delle prime apparizioni di Ufo giganti. La grandezza reale rimane sconosciuta, ogni testimone ha la sua opinione al riguardo. Esaminando le diverse testimonianze si è arrivati a pensare che l’oggetto volante non identificato poteva avere una dimensione che variava da un chilometro e due chilometri di grandezza.

Questo fatto è anche conosciuto come l’avvistamento di Phoenix, e si può trovare informazioni a riguardo in tutto il web, un avvenimento che colpì molto i media e il pensamento dell’uomo.

All’incirca 10 mila persone furono quelle che videro il 13 marzo del 1997 queste luci nel cielo. La spiegazione arrivò in poco tempo, si pensava fosse una formazione di aerei, fu anche confermato da Mitch Stanley che guardò attraverso un telescopio, e poi fu anche confermato dalle forze aeree degli Stati Uniti.

In conclusione…

La cosa più strana che riguarda questi avvistamenti, soprattutto quando accade negli Stati Uniti, è che sono sempre presenti le forze armate aeree. Non si capisce se è per occultare qualcosa che non vogliono la gente sappia, o perché realmente stanno facendo delle prove.

La cosa ovvia è che sempre riescono ad uscirne fuori con le loro spiegazioni, e la gente crede fiduciosa a tutto quello che gli viene detto, senza nemmeno un minimo dubbio.

La verità non si conosce, potrebbero essere mezzi militari segreti o oggetti venuti da chissà dove.

In tutti i casi c’è molta gente che crede che questi avvenimenti siano reali, e col passare del tempo aumentano sempre di più.

Dopo la seconda Guerra Mondiale, gli Stati Uniti diventarono il paese difensore a livello mondiale contro un possibile invasore extraterrestre, e non si sa il perché. Da qualche anno è stata anche nominata un’Ambasciatrice per le Relazioni Extraterrestri. Probabilmente lo hanno fatto per precauzione, però ci sono molte altre persone che affermano il contrario. La cosa importante è non credere a tutto ciò che ci viene mostrato, internet è pieno di bufale, dobbiamo essere noi a ragionare e relazionare quello che riteniamo sia una realtà o una finzione.

loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti ...dello stesso autore