Tracciare in cielo l’analemma solare.

Se puntassimo una fotocamera in direzione del sole, scegliendo sempre lo stesso orario e scattando quindi una foto al giorno per putto l’anno, ci accorgeremo che la posizione del sole cambia di giorno in giorno. Questo fenomeno è conosciuto come “analemma”.

In sostanza l’analemma descrive la posizione di un qualsiasi pianeta, in questo caso il nostro Sole, nei diversi giorni dell’anno, alla stessa ora e nella stessa località.

Di seguito il montaggio di più di 50 immagini eseguito da un fotografo giapponese “Shiraishi”, il suo lavoro copre un arco di tempo di 12 mesi, necessari per rivelare l’ analemma del 2013 sulla città di Kumagaya-shi a Saitama, in Giappone:

Analemma solare in Giappone
Analemma solare in Giappone

Il fotografo ha iniziato questo “progetto” per rilevare l’analemma, nel solstizio iniziato nel dicembre del 2012 e terminato nel dicembre del 2013. In pratica queste foto sono il complesso di immagini del sole dal 18 Gennaio al 22 Dicembre, quindi tutte le immagini del Sole sono del 2013.

Le punte superiori ed inferiori del numero 8 (considerato fin dai tempi antichi il simbolo dell’infinito) rappresentano i solstizi, i giorni più lunghi e più corti dell’anno. Oggi il Sole giapponese si trova in basso questo indica che è arrivato l’inverno.

Non tutti gli analemmi planetari mostrano la figura del numero otto, la forma dipende dall’inclinazione dell’asse di rotazione del pianeta e l’eccentricità della sua orbita intorno al Sole. Come viene mostrato di seguito Marte mostra un analemma simile ad una lacrima, mentre ad esempio, quella di Giove ha una forma di un ellisse.

Analemma pianeti
Analemma pianeti

Per saperne di più visitare il sito http://www.analemma.com/Pages/OtherAnalemmas/OtherAnalemmas.html cliccando in ognuna delle immagini per visualizzare il movimento di ogni singolo pianeta.

E’ complicato per noi immaginare questo movimento, lo è già la velocità di rotazione del nostro pianeta, circa 1.700 km/h, di cui non ce né rendiamo minimamente conto. Se poi aggiungiamo che mentre la Terra gira su se stessa a gran velocità, gira anche intorno al Sole il quale a sua volta gira su se stesso in questa piccolissima zona della nostra galassia, che a sua volta gira su se stessa, penso che sia normale che inizi a girarci la testa anche a noi 😉

Eppure non è tutto, per capire meglio il movimento di ogni singolo pianeta o stella che sia, dovremmo immaginare il movimento di una trottola, ma non quello perfetto “immobile”, ma quando si muove compiendo una traiettoria circolare o ellittica. In pratica non solo ogni singolo pianeta, compresa la nostra stella, gira su se stessa… ma forse è meglio trovare un altro esempio.

Semplifichiamo, immaginate la forma dei capelli di una persona che li ha lunghi e ricci (i classici boccoli), o ancora la forma delle stelle filanti, ecco forse questo esempio è più adatto. La Terra, come tutti gli altri pianeti e stelle, compiono questo movimento mentre girano su se stessi e percorrono, solitamente, un’ellittica.

stelle filanti

Ecco questo è il movimento che esegue il nostro e gli altri pianeti comprese le stelle, mentre percorre la sua orbita e gira su se stessa. E’ inimmaginabile per noi “poveri” piccoli uomini, eppure questo è quello che accade nell’immenso spazio. 😉

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO