Hubble esamina le nubi di Magellano

 

Gli astronomi utilizzando Hubble Space Telescope della NASA hanno risolto un mistero sull’origine della Corrente di Magellano, una lunga fascia di gas che si estende quasi a metà strada intorno alla nostra galassia Via Lattea.

Le grandi e piccole Nubi di Magellano, due galassie nane che orbitano intorno alla Via Lattea, sono a capo della corrente gassosa. Dal momento che la scoperta risale ai primi anni 1970 grazie ai radiotelescopi, gli astronomi si sono sempre chiesti se i gas provenivano da una, o entrambe le galassie satelliti. Ora, grazie alle nuove osservazioni di Hubble il mistero è stato svelato.

La maggior parte del gas proviene dalla Piccola Nube di Magellano un processo iniziato circa 2 miliardi di anni fa, ed una seconda più recente proviene dalla Grande Nube di Magellano.

Un team di astronomi , condotto da Andrew J. Fox dello Space Telescope Science Institute di Baltimora, nel Maryland, e l’Agenzia spaziale europea, ha determinato l’origine del filamento di gas, utilizzando il Cosmic Origins Spectrogrph di Hubble (COS) per misurare la quantità di elementi pesanti, come ad esempio ossigeno e zolfo, in sei località lungo la Corrente di Magellano.

COS osserva i quasar lontani la cui luce emessa passa attraverso il flusso e il rilevamento di questi elementi dal loro modo di assorbire la luce ultravioletta. I quasar sono i nuclei brillanti delle galassie attive.

La squadra di Fox ha trovato una bassa quantità di ossigeno e zolfo lungo la maggior parte della fascia, in corrispondenza dei livelli nella Piccola Nube di Magellano, dove circa 2 miliardi di anni fa, gli astronomi pensano si sia formata questa fascia di gas.

Il team ha scoperto un livello molto più elevato di zolfo in una regione più vicina alle nubi di Magellano. “Stiamo trovando una quantità consistente di elementi pesanti nel flusso fino ad arrivare molto vicini alle Nubi di Magellano, e quindi i livelli di elementi pesanti salgono”, afferma Fox. “Questa regione interna è molto simile nella composizione alla Grande Nube di Magellano, il che ci suggerisce che sia stata strappata da quella galassia.”

Questa è stata una scoperta che la squadra di Fox non si aspettava, o meglio non pensavano che la maggior parte dei gas provenisse dalla Piccola Nube di Magellano, che ha meno forza di gravità rispetto alla cugina, più massiccia.

galassia

In questa immagine si può vedere la fascia di gas chiamata, Corrente di Magellano, che si estende quasi a metà strada intorno alla Via Lattea. La Via Lattea è la fascia di luce blu al centro dell’immagine. Le macchie marroni sono nubi di polvere interstellare della nostra galassia. Le Nubi di Magellano, galassie satelliti della Via Lattea, sono le regioni bianche in basso a destra. (Fonti: credito per la radio/immagine luce visibile: David L. Nidever, et al, NRAO/AUI/NSF e Mellinger, LAB Survey, Parkes Observatory, Westerbork Observatory e Osservatorio di Arecibo Credit per l’immagine Radio:LAB Survey)

Più informazioni: http://www.sciencedaily.com/releases/2013/08/130808123318.htm

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO