Astronomia: La Costellazione Centauro è piena di comete

La vera identità dei centauri, i piccoli corpi celesti che orbitano intorno al sole tra Giove e Nettuno, è uno dei misteri irrisolti dell’astrofisica. Si tratta di asteroidi o comete? Secondo un nuovo studio della NASA si tratterebbe per la maggior parte di comete.

Fino ad ora, gli astronomi non avevano certezze riguardo la natura dei corpi celesti della costellazione del Centauro, o meglio, non sapevano se si trattava di asteroidi scagliati fuori dal sistema solare interno o di comete che viaggiavano verso il sole dall’esterno. A causa della loro duplice natura, prendono il loro nome dalla creatura nella mitologia greca la cui testa e il tronco sono umani e le gambe sono quelle di un cavallo.

La costellazione del Centauro è nota per la presenza di alcune fra le stelle più luminose dell’Associazione Scorpius-Centaurus, l’associazione OB più vicina al Sole. Si tratta di un gruppo di stelle blu luminose con un’origine comune. Il Centauro contiene anche la stella più vicina al Sole, Alfa Centauri, che dista a 4,3 anni luce.

centauroFonte: NASA/JPL-Caltech

“Proprio come le mitiche creature, gli oggetti centauro sembrano avere un doppia vita”, afferma James Bauer del Jet Propulsion Laboratory della NASA, a Pasadena, in California, Bauer è autore di un articolo pubblicato online il 22 luglio in The Astrophysical Journal. “I nostri dati suggeriscono che la maggior parte degli oggetti provenienti dal più profondo del sistema solare, sono di origine cometaria.”

Per “Origine Cometaria” si intende un oggetto probabilmente fatto con lo stesso materiale di una cometa, significa che in passato potrebbe essere stato una cometa attiva, e può tornare ad essere di nuovo attiva in futuro.

I risultati provengono dal più grande studio ad infrarossi che riguarda la zona della costellazione del Centauro. NEOWISE, riguarda la caccia di asteroidi della missione WISE, il quale ha raccolto le immagini a infrarossi di 52 centauri e altri oggetti del disco sparse. Quindici dei 52 sono nuove scoperte.

Sono stati analizzati i dati a infrarossi da NEOWISE, per cercare di comprendere meglio la loro luce riflessa. NEOWISE è in grado di capire se un centauro ha una superficie opaca e scura o una lucida che riflette più luce. I pezzi del puzzle sono andati a posto quando gli astronomi hanno combinato le informazioni con quelle già note circa i colori degli oggetti.

Le osservazioni in luce visibile hanno dimostrato che i centauri generalmente hanno un colore o blu-grigio o rossastro. Quindi secondo gli esperti, un oggetto blu-grigio potrebbe essere una cometa. NEOWISE ha mostrato che la maggior parte degli oggetti in blu-grigio sono scuri, un segno rivelatore di comete, mentre un oggetto rossastro è più probabile che sia un asteroide.

“Le comete hanno un rivestimento scuro, date le loro superfici ghiacciate, osservandole appaiono più scure rispetto alla maggior parte degli asteroidi”, afferma un co-autore dello studio, Tommy Grav del Planetary Science Institute di Tucson, in Arizona “Le superfici delle comete tendono ad essere più come il carbone, mentre gli asteroidi sono di solito più lucidi come la luna”.

I risultati indicano che circa i due terzi della popolazione della costellazione del Centauro sono comete, che vengono dai confini gelidi estremi del nostro sistema solare. Tuttavia, non è chiaro se il resto sono asteroidi.

Grazie a NEOWISE in futuro saranno rivelati nuovi segreti su questa affascinante costellazione. Fonte: http://www.nasa.gov/wise

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO