Astronomia: Sistema stellare, nane bianche e pianeti

l telescopio spaziale Hubble ha individuato dei pianeti rocciosi, in un luogo che fino a poco tempo fa era considerato improbabile, in un sistema stellare costituito da due nane bianche.

Queste stelle morte si trovano a 150 anni luce dalla Terra in un ammasso stellare relativamente giovane, Iadi, nella costellazione del Toro. Le nane bianche sono circondate da asteroidi.

Dalle analisi è emerso che in sistema stellare è presente il silici e bassi livelli di carbonio nell’atmosfera delle nane bianche. Il silicio è un importante ingrediente del materiale roccioso che costituisce la Terra e gli altri pianeti solidi del nostro sistema solare.

sistema binario

“Abbiamo identificato le prove chimiche che determinano l’esistenza di pianeti rocciosi”, afferma Jay Farihi dell’Università di Cambridge in Inghilterra. Farihi è l’autore di un nuovo studio che pubblicato su Monthly Notices della Royal Astronomical Society.

“Quando sono nate queste stelle, hanno costruito i pianeti, e c’è una buona probabilità che attualmente siano presenti alcuni di loro. Il materiale presente in questo sistema stellare, ne è la prova.”

Questa scoperta aiuterà a capire, quello che accadrà quando la nostra stella andrà esaurendo la sua energia, trasformandosi in una nana bianca. (Tra circa 5 miliardi di anni)

I grossi asteroidi presenti nel sistema stellare, circa 160 km, probabilmente sono stati sgretolati dalle due stelle. Gli asteroidi sono dello stesso materiale che formano i pianeti terrestri, questa può essere la prova che in questo sistema stellare sono presenti pianeti delle dimensioni della Terra. Il materiale sgretolato è stato attratto dalla gravità delle nane bianche.

Per fare un paragone, dobbiamo immaginare che il nostro sole sia arrivato al suo limite di attività. Quando una stella, come il nostro sole giunge al termine della sua vita (ovviamente tutto accade molto lentamente), la sua massa aumenta distruggendo tutto quello che incontra, nel nostro caso, Mercurio, Venere, Terra etc.. sappiamo che tra Marte e Giove è presente una fascia di asteroidi, se il nostro sole si ingrandirebbe fino ad arrivare ad oltrepassare Marte disintegrerebbe tutti gli asteroidi presenti.

Questo, in parole povere, è quello che gli astronomi stanno osservando nel sistema binario in questione, e probabilmente gli eventuali pianeti non erano disposti come nel sistema solare. In realtà in molti sistemi stellari i giganti come Giove si trovano più vicini alla loro stella, diversamente dal nostro sistema solare.

Gli astronomi pensano che la chimica che crea un pianeta solido provenga in gran parte dagli asteroidi, e grazie a questo sistema binario possono riuscire a capire come si formano realmente i pianeti.

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO