Astronomia: Un telescopio sulla Luna da 100 milioni di dollari

La società privata Moon Express, nata da un gruppo di imprenditori di Silicon Valley e di spazio, con l’obiettivo di vincere il premio Google Lunar X, e in ultima analisi, estrazione sulla Luna per risorse di valore economico, insieme alla International Lunar Observatory Association (ILOA), hanno annunciato l’intenzione di installare un telescopio sul nostro satellite con finalità sia scientifiche che commerciali.

L’obiettivo è quello di portare (ILO) sul Polo Sud della Luna in tre anni. Inoltre, andranno in cerca di minerali e acqua. Secondo quanto riferito, grazie a questa istallazione si potrà osservare la Luna, visualizzando le immagini trasmesse tramite internet, una sorta di “democratizzazione” della scienza. Tuttavia, essendo un progetto di privati non si ha la certezza che rispetteranno il progetto.

lunar telescope

Secondo le stime di Moon Express e ILOA, installare un telescopio sulla Luna costerebbe circa 100 milioni di dollari, anche se sperano di ottenere finanziamenti da enti come la NASA. D’altro canto, la manutenzione dei satelliti necessari per l’invio di informazioni avranno un costo elevato.

Inoltre, l’installazione sarà una sfida in sé. L’idea è quella di eseguire dei test nel 2015 per vedere se il progetto è fattibile e, in caso affermativo, iniziare nel 2016.

L’installazione sul Polo Sud della Luna, dal cratere Malapert, favorirebbe la visuale del centro della Via Lattea con una precisione senza precedenti, perché l’atmosfera non influisce sul display. Inoltre, da questa posizione le temperature sono un po’ più morbide, favorendo le comunicazioni tra la Terra e il telescopio.

Dal punto di vista commerciale, credono che questa zona sia ricca di minerali che potrebbero essere venduti. Non escludono che in futuro in questo luogo gli astronauti possano rifornirsi d’acqua.

luna

Per quel che riguarda il telescopio, si sa solo che avrà un’antenna di 2 metri. Lo stesso non si può dire del suo predecessore, ILO-X, che è stato presentato nel maggio di quest’anno. Ha un’ottica di 180×70 mm e un’apertura di circa 130 mm. Della dimensione di una scatola di scarpe e un peso di circa 2 chilogrammi, otterrà immagini da 3032×2016 pixel di risoluzione. Entrambi i telescopi sono controllati da Internet.

100 milioni di dollari sono un sacco di soldi per una società come Moon Express, ma pare che alcune società come Google, offrono 30 milioni di ricompensa a chiunque riesca a posizionare un robot sulla Luna che sia in grado di muoversi per almeno 500 metri, inviando le immagini sulla Terra.

Tuttavia rimane un dubbio. Questo progetto consentirà realmente una condivisione scientifica delle immagini reali della Luna, a qualsiasi utente abbia una connessione ad Internet? Oppure non è altro che una scusa per accumulare soldi per una missione privata con solo scopo di lucro?

Maggiori informazioni: http://www.moonexpress.com/blog.php?id=95

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO