Notizie astronomia: Pan-Starrs, C/2011 L4 la cometa che dovrebbe essere visibile nei primi giorni di marzo 2013

Una nuova cometa proveniente dalla nube di Oort potrebbe diventare un oggetto visibile ad occhio nudo ai primi di marzo.
Pan-Starrs è il nome della cometa che entrerà nel nostro sistema solare per la prima volta, quindi potrebbe dare spettacolo con l’avvicinarsi al Sole.
La C/2011 L4 Pan-Starrs è una cometa non periodica che è stata scoperta nel corso del programma di ricerca di asteroidi e comete del Pan-Starrs (Panoramic Survey Telescope & Rapid Response System).

Le caratteristiche salienti di questa cometa sono l’elevata inclinazione rispetto alle orbite dei pianeti, l’eccentricità iperbolica, la piccola distanza perielica, solo 0,30 U.A. dal Sole e la piccola MOID col pianeta Mercurio. Grazie alla piccola distanza perielica la cometa dovrebbe divenire visibile ad occhio nudo, raggiungendo la magnitudine apparente di -0.5, diventando così una delle due grandi comete del 2013 (l’altra è la Ison, verso fine anno). La massima luminosità sarà raggiunta tra il giorno prima e quello successivo al passaggio al perielio. Sarà dapprima ben visibile dall’emisfero australe, quindi successivamente da quello boreale, in un periodo circa compreso tra il 9 marzo fino a metà aprile 2013 (tanto da aver già preso il soprannome di cometa di Pasqua), poi si allontanerà rapidamente dal Sole; in entrambi i casi, la cometa sarà visibile di sera, subito dopo il tramonto.

Il programma Pan-Starrs è un sistema composto da più di un semplice telescopio e telecamere CCD. L’apparecchiatura potente elabora le osservazioni, calibrando le proprietà astronomiche e fotometriche (posizione e luminosità) di ogni singola osservazione, e sarà in grado di rilevare gli oggetti in movimento, come asteroidi, comete e oggetti trans-nettuniani (TNO). Il sistema terrà anche traccia di tutti gli oggetti già noti (o scoperti da se stesso), in questo modo, quando un oggetto sarà osservato nuovamente potrà essere rapidamente identificato e, se necessario, sarà aggiornata la sua orbita includendo i nuovi dati. Ci sono attualmente circa 100.000 oggetti conosciuti in movimento nel nostro sistema solare che sono monitorati da astronomi professionisti. Con Pan-Starrs, si stima che si riusciranno a catalogare fino a 10 milioni di asteroidi della fascia principale, e decine di migliaia di nuovi TNO.

Grazie alla sua potenza in grado di osservare oggetti 100 volte più deboli rispetto a quelli attualmente osservati nei sondaggi NEO, Pan-Starrs dovrebbe rapidamente aiutare a capire, individuando e determinando le orbite, quali oggetti della grandezza 1 km e oltre,  rappresentano un pericolo per il nostro pianeta. Inoltre, si avrà un’accuratezza di osservazione del 99% in oggetti piccoli come 300 metri di diametro. Tali oggetti, pur non essendo in grado di spazzare via la vita sulla Terra, potrebbero causare notevoli danni locali e/o regionali, se entrassero in collisione con il nostro pianeta.

Per vedere l’animazione clicca quì

(Animazione di asteroidi del sistema solare. L’oggetto centrale bianco è il Sole, gli altri sono Mercurio, Venere, Terra, Marte e Giove. I Puntini blu sono asteroidi la cui orbita non attraversa quella della Terra, e puntini gialli sono gli asteroidi che attraversano l’orbita terrestre. Animazione da Nick Kaiser)

La seguente animazione, è opera di Robert Jedicke, guarda nella direzione del moto della Terra intorno al Sole, e mostra tutti gli oggetti (NEO) superiori a 1 km di diametro, se visibili o meno.

Per l’animazione clicca quì

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO