Teoria sulla creazione dei pianeti giganti gassosi

Secondo gli astronomi, la causa sono grandi correnti di gas che scorrono attraverso un varco nel disco di materiale che circonda una stella giovane. Ed è quello che, per la prima volta, un team di astronomi cileni ha osservato usando ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array). Si tratta di uno stadio fondamentale nella nascita dei pianeti giganti.

E’ stata presa in esame per lo studio la giovane stella HD 142527, a più di 450 anni luce dalla Terra e circondata da un disco di gas e polvere cosmica, i resti della nube da cui la stella si è formata. Il disco di polvere è diviso in una parte interna e una esterna da una discontinuità che si pensa sia stata formata da pianeti giganti gassosi in formazione che ripuliscono via via il loro percorso mentre orbitano intorno alla stella.

La zona interna del disco parte dalla stella e raggiunge l’equivalente dell’orbita di Saturno nel Sistema Solare, mentre la zona esterna del disco inizia circa 14 volte più lontano. La zona esterna del disco non circonda uniformemente la stella, ma ha la forma di un ferro di cavallo, probabilmente causata dagli effetti gravitazionali dei pianeti giganti in orbita.

Pensiamo che ci sia un pianeta gigante nascosto all’interno di ciascuna di queste correnti, e che ne è la causa. I pianeti crescono catturando parte del gas dal disco esterno ma consumano un pasto molto disordinato: gli avanzi finiscono con l’alimentare il disco interno intorno alla stella” aggiunge Sebastián Pérez, dell’Università del Cile.

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO