Scoperti cristalli nella zona oscura di Marte

La zona oscura della superficie di Marte potrebbe essere formata da cristalli, il che significa che in quelle zone si potrebbero trovare segni di vita.

I geologi Briony Hotgan e Jim Bell dell’Università Statale dell’Arizona (Stati Uniti) analizzarono le aree oscure del pianeta, utilizzando i dati della sonda Mars Express, rivelando che questa zona di Marte è composta da cristalli di origine vulcanica.

In questa zona oscura e misteriosa di Marte potrebbero esserci degli enormi deserti di cristallo

Questo materiale contiene una sostanza brillante simile all’ Ossidiana, che si forma quando il magma si raffredda molto rapidamente cristallizzandosi. Questa regione copre più di 10 milioni di chilometri quadrati nell’emisfero nord di Marte.

Ossidiana

Questi cristalli esistono anche sulla Terra, sotto forma di granelli di sabbia, e si possono trovare in luoghi come l’Islanda. Per la sua formazione nella Terra è necessaria la presenza di acqua. Non è ancora chiaro come si possano formare su Marte, gli scienziati pensano ci sia la possibilità che il magma dei vulcani marziani si mescoli con il gelo o la neve.

Fino ad ora questa parte del pianeta rosso è tutto un mistero, dato che gli studi mostrarono che il suo contenuto si distingue in altre regioni del pianeta, il quale è principalmente basaltico. Questa scoperta converte in questa zona nella prima candidata per poter albergare vita o almeno le tracce. Per questo motivo i ricercatori hanno già elaborato nuovi metodi per poter studiare questo tipo di formazioni.

Marte è da sempre il pianeta che più attrae gli scienziati, date le sue condizioni naturali abbastanza simili a quelle della Terra. Gli specialisti della Nasa seguono i loro studi per la colonizzazione del Pianeta Rosso. Secondo alcune fonti sono previsti i primi viaggi per la colonizzazione da parte di volontari a partire dall’anno 2030.

Sono dell’idea che a noi poveri comuni mortali non ci verrà mai rivelata la verità riguardo questo splendido pianeta, ci sono altre fonti di ufficiali in pensione che rivelano di essere già stati su Marte già dagli anni 60, ma questa è un’altra storia.

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO