Astronomia: I raggi gamma generano oro nell’universo

L’oro è apprezzato per molte ragioni: la sua bellezza, la sua utilità come gioielli, e la sua rarità. L’oro è raro sulla Terra, ma pare sia anche raro nell’universo.

Diversamente dagli elementi come il carbonio o di ferro, esso non può essere creato all’interno di una stella. Invece, deve essere nato in un evento più catastrofico, come quello che è stato osservato il mese scorso, conosciuto come un gamma ray burst (GRB), in italiano, esplosione di raggi gamma.

Le osservazioni di questo GRB forniscono la prova di una collisione di due stelle di neutroni, i nuclei morti delle stelle che in precedenza sono esplose in supernova. Inoltre, è stato osservato un bagliore per diversi giorni. Questi eventi considerati catastrofici per la loro potenza, pare favoriscano la creazione di notevoli quantità di elementi pesanti, tra cui l’oro.

“Stimiamo che la quantità di oro prodotta ed espulsa durante la fusione di due stelle di neutroni può essere grande quanto 10 masse di luna”, afferma l’autore Edo Berger dell’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics (CFA).

raggio gamma

Un lampo di raggi gamma è un lampo di luce ad alta energia (raggi gamma) che genera un’esplosione estremamente potente. La maggior parte si trovano nel lontano universo.

Berger ed i suoi colleghi hanno studiato GRB 130603B, che si trova ad una distanza di 3,9 miliardi di anni luce dalla Terra, anche se è considerata una delle esplosioni più vicine, osservate fino ad oggi.

I lampi di raggi gamma sono di due tipi, a lungo e breve termine, a seconda della durata dei raggi gamma. GRB 130603B, è stato rilevato dal satellite Swift della NASA, il 3 giugno, si è potuto osservare per meno di due decimi di secondo.

Anche se i raggi gamma di GRB 130603B, sono scomparsi rapidamente, è stato visualizzato grazie all’infrarosso, un bagliore che scompariva lentamente.

Gli scienziati sono convinti che circa un centesimo di massa solare del materiale che è stato espulso dal lampo gamma, era oro. Combinando l’oro stimato prodotto da un singolo GRB, con il numero di tali esplosioni che si sono verificate nel corso dell’età dell’universo, tutto l’oro nel cosmo potrebbe provenire da lampi di raggi gamma.

Fonte: http://www.cfa.harvard.edu/news/2013/pr201319.html

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO