Notizie astronomia: 4C 71,07 super-esplosione di raggi gamma

Nel 2011, è stata osservata un esplosione che è durata un mese, che ha scatenato una enorme quantità di energia proveniente da un enorme buco nero a quasi 11 miliardi di anni luce dalla Terra. Usando una combinazione di dati provenienti da NASA, Fermi Gamma-ray Space Telescope e National Science Foundation Very Long Baseline Array (VLBA), il telescopio radio più grande del mondo, che gli astronomi hanno concentrato su la fonte di questo antico “sfogo”.

Secondo I teorici queste grosse esplosioni di raggi gamma si verificano solo in prossimità di buco nero centrale di una galassia. Alcune osservazioni però, hanno suggerito questo non è il caso.
La causa di questa grossa esplosione è stata accreditata ad una galassia conosciuta come 4C 71,07 ma secondo i dati calcolati dagli esperti, l’emissione di questi raggi gamma sarebbe avvenuta a circa 70 anni luce di distanza dal buco nero centrale della galassia.

La galassia 4C 71,07 è stata scoperta per la sua forte emissione di onde radio nel 1960. Dal Compton Gamma-Ray Observatory della NASA che ha operato nel 1990, è stata rilevata questa “anomalia” ma la galassia per i primi due anni e mezzo di osservazione si era rilevata tranquilla.

Nei primi di novembre 2011, ha avuto lo sfogo, la galassia è risultata 10.000 volte più luminosa della luminosità combinata di tutte le stelle della nostra galassia, la Via Lattea.

“Questa attività si è rivelata dopo un lungo sonno, e questo è importante perché ci permette di collegare in modo esplicito i brillamenti di raggi gamma alle emissioni in aumento osservate dai radiotelescopi, ” riferisce David Thompson, uno scienziato del progetto Fermi vice della NASA Goddard Space Flight Center di Greenbelt, nel Maryland.

Prima del 2011, blazar 4C 71,07 e dopo. Queste immagini incentrate su 4C 71,07 mostrano la velocità con cui il LAT rilevato raggi gamma con energie superiori a 100 milioni di elettronvolt, i colori più chiari equivalgono a tassi più elevati. L’immagine a sinistra si estende per 2,5 anni, dall’inizio della missione Fermi al 2011. L’immagine a destra mostra 10 settimane di attività alla fine del 2011, quando 4C 71,07 ha prodotto la sua più forte esplosione. Un blazar più attivo, S5 0716 71, appare in entrambe le immagini. (Credit: NASA / DOE / Fermi LAT Collaboration)

Situata nella costellazione dell’Orsa Maggiore, 4C 71,07 è così lontana che la sua luce impiega 10.600 milioni di anni per raggiungere la Terra. Gli astronomi stanno vedendo questa galassia come era quando l’universo aveva meno di un quarto della sua età attuale. Al centro della galassia si trova un buco nero di 2600000000 volte la massa del sole. Parte della materia che cade dentro il buco nero viene espulsa verso l’esterno alla velocità della luce, creando getti di particelle duali in direzioni opposte. Uno dei due getti punta quasi direttamente verso la Terra. Questa caratteristica rende 4C 71,07 un blazar, una classificazione che comprende alcuni dei più brillanti sorgenti di raggi gamma nel cielo.

Rating: 1.0. From 1 vote.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO