Mantieni la stabilità emotiva

Le emozioni sono risposte soggettive a pensieri o circostanze esteriori. Esse possono anche suscitare sensazioni forti e cambiamenti fisiologici. La stabilità emotiva è necessaria per il
pensiero razionale e per la salute fisica. Sentimenti di felicità, amore, gratitudine, compassione, rispetto di se stessi, sicurezza, fiducia in se stessi e soddisfazione, sono completi e costruttivi.
Sentimenti di infelicità, forte avversione, invidia, gelosia, sensazioni di non meritare qualcosa, insicurezza, complessi di inferiorità, incompetenza e insoddisfazione, sono incompleti e
distruttivi. Sostituisci i sentimenti negativi con quelli corretti e gli atteggiamenti mentali negativi con altri di natura contraria.
Coltiva la felicità dell’anima. Al cuore del tuo essere sei felice e in pace nella conoscenza del Sé e di Dio. La confusione può esistere solamente nella superficie della consapevolezza. Scegli di
tirare fuori le tue qualità innate. Sii grato per la buona fortuna che hai in questo periodo e per le opportunità di imparare e crescere, fino al raggiungimento della maturità spirituale ed
emotiva. Dimostra compassione per gli altri e per tutte le forme di vita. Rispetta la tua vera natura e la tua essenza spirituale. Sforzati di vivere dal cuore del tuo essere. La tua sicurezza e
il tuo benessere dipendono dalla tua conoscenza e consapevolezza dell’unità con la completezza della vita che ti è di supporto. Fai del tuo meglio per essere responsabile del tuo
benessere, mentre permetti alla vita di nutrirti e provvedere per te. Coltiva la fiducia in te stesso e l’autostima, rimanendo centrato nell’anima e avendo fede in Dio, piuttosto di pensare
che il tuo senso illusorio del sé sia ciò che sei. Goditi la soddisfazione risultante dal giusto pensare e vivere, senza essere attaccato alla sensazione prodotta dalle tue azioni efficaci o ai
risultati che queste producono. Se a volte ti senti apatico – privo di sensazioni, mentalmente depresso, fisicamente mollo o pigro – compi azioni costruttive che susciteranno emozioni
positive, pensieri di ottimismo e daranno energia al tuo corpo. Vivi con scopo ispirato e potente entusiasmo. Sei un essere spirituale immortale; vivi nel modo giusto.

Coltiva la salute fisica e la vitalità

Una vita lunga, in salute e con uno scopo, ti permetterà di raggiungere i tuoi obiettivi di valore in quest’incarnazione, compreso l’obiettivo principale della tua vita: ottenere la realizzazione
del Sè e di Dio. Coltiva salute fisica vitalità: mantieni consapevolezza spirituale, pace mentale stabilità emotiva. Segui routine ben regolate di attività e riposo; dormi a sufficienza, esercitati
a cadenza regolare, scegli una dieta relativamente povera di calorie, ma ricca di sostanze nutritive (I cibi vegetariani sono più salutari). Evita l’eccesso di peso.

Per rinforzare il tuo sistema immunitario:

Segui le indicazioni contenute nel paragrafo precedente.
Mantieni un atteggiamento mentale ottimista. Le persone ottimiste tendono ad essere più in salute di quelle che non lo sono e a vivere più a lungo.
Conserva le tue forze vitali. Non sprecarle parlando troppo, interagendo socialmente in maniera eccessiva o inutile, dormendo troppo poco, avendo comportamenti di dipendenza o preoccupandoti per questioni poco importanti.
Pratica giornalmente la meditazione per rilassarti profondamente, ridurre lo stress e rinforzare il sistema immunitario.
Evita il contatto con prodotti chimici dannosi e altre sostanze tossiche, batteri pericolosi e virus. Lavati le mani prima di preparare o mangiare del cibo.
Se hai bisogno di guarigione, coltiva una “coscienza della salute” e fai tutto ciò che è necessario per ottenere la guarigione di cui hai bisogno.

Scegli circostanze ambientali ideali

Vivi in un ambiente pulito, completo e tranquillo. Togliti le scarpe quando entri nella tua casa o nel tuo appartamento. Ritagliati uno spazio privato, da utilizzare solo per la meditazione e la
riflessione profonda. Quando sei in quel posto, distogli la tua attenzione dalle preoccupazioni mondane. Quando possibile, scegli un ambiente lavorativo completo, con colleghi armoniosi. E’
a volte necessario essere in un ambiente non piacevole o avere circostanze e relazioni che non sono complete o di supporto. Fino a che non potrai migliorare le condizioni, o allontanarti da
tali situazioni, sopporta pazientemente senza lamentarti. Non permettere a niente e nessuno di disturbare la tua pace interiore e la tua consapevolezza del Sè e di Dio. Quando si manifestano
spiacevoli eventi di carattere sociale o economico, mantieni la tua calma interiore. Se tali eventi richiedono che tu prenda delle decisioni, o compia delle azioni, fallo con calma e
razionalità. Gli eventi appaiono e spariscono sullo schermo del tempo e dello spazio. Tutte le circostanze mondane sono soggette al cambiamento. Il mio guru, Paramahansa Yogananda,
avvisò me ed altri di vedere il dramma della vita con discernimento e di interpretare i nostri ruoli con abilità e saggezza. Comportandoci in questo modo, impariamo con l’esperienza qual è
il modo di vivere efficientemente, in armonia con gli altri e con i processi della natura. Impariamo sia a comprendere le leggi universali e impersonali di causa ed effetto, sia il modo
in cui cooperare con le stesse per il bene più alto, nostro e di ogni persona. Coltiva relazioni personali complete e di supporto, essendo allegro, amichevole e attento ai bisogni del prossimo.

Afferma con decisa intenzionalità:

Stabile nella conoscenza della mia vera natura e del mio rapporto con l’infinito, Io scelgo di rimuovere o elevarmi sopra tutti gli ostacoli che possono impedirmi di vivere efficientemente e
di esprimermi liberamente.

Elimina la falsa credenza che ci sia una separazione tra la vita spirituale e quella materiale. Compi i tuoi doveri con abilità. Tutto il lavoro costruttivo è purificante, se fatto con la giusta motivazione. Se a volte non riesci a raggiungere i tuoi obiettivi, non essere scoraggiato, perché questo è il momento migliore per seminare i semi del successo. Esprimi le tue qualità dell’anima illimitate in ogni cosa che fai. Paramahansa Yogananda (1893 – 1952)

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO