Come utilizzare la tua immaginazione creativa (p.4)

Come usare in modo efficace l’immaginazione creativa.

La creatività è l’abilità di manifestare o produrre una cosa, un evento o una circostanza. L’immaginazione è il potere spirituale innato che abbiamo per formare un’immagine mentale, o
un concetto, che non esiste ancora o che al momento non si percepisce ancora. L’immaginazione può e deve essere utilizzata creativamente per soddisfare giusti desideri, migliorare tutti gli aspetti delle nostre vite, raggiungere scopi di valore e facilitare una rapida e soddisfacente crescita spirituale. La legge fondamentale di causa ed effetto in riguardo alle nostre circostanze, prevede che i nostri stati di consapevolezza determinino i nostri stati mentali, e che i nostri stati mentali e di consapevolezza determinino a loro volta percezioni ed esperienze personali. Quando la nostra consapevolezza è chiara, possiamo percepire con accuratezza e pensare in modo razionale. Quando la nostra consapevolezza è annebbiata e frammentata, è facile che le nostre percezioni siano errate e che i nostri pensieri siano disorganizzati. Al livello di consapevolezza del Sè, siamo una cosa sola con la Coscienza Suprema, all’interno della quale tutto esiste. Al livello della mente siamo una sola cosa con la mente universale attraverso la quale la Coscienza Suprema si esprime e che è rispondente ai nostri stati mentali abituali, desideri, bisogni e intenzioni. Non esiste separazione tra noi e la Coscienza Suprema, perché siamo unità individualizzate di quella stessa coscienza. Non c’è separazione tra la mente che utilizziamo e la mente universale, perché tutte le menti individuali sono unità di quella mente. Per usare in modo efficace l’immaginazione creativa, è necessario ricordare che l’unità della vita si esprime in infinite varianti secondo le sue inclinazioni. Ogni persona, in questo momento, sta – coscientemente o in modo inconscio – utilizzando il suo potere creativo di immaginazione. Coloro che lo fanno coscientemente, sono in grado di soddisfare i loro desideri, di vivere bene e in modo libero. Coloro che invece lo usano in maniera inconscia – ossia che non sono consapevoli della possibilità di utilizzarlo con intenzione cosciente, o che sanno che si può fare, ma scelgono di non essere responsabili delle proprie azioni – sono autolimitati dai loro comportamenti indisciplinati. Essi possono anche essere propensi a biasimare le circostanze esteriori per la loro sfortuna e infelicità. Per usare in modo efficace il nostro innato potere di immaginare circostanze ideali e di vederle realizzate, dobbiamo avere chiaramente definiti i concetti di ciò che consideriamo essenziale per il nostro bene più alto, unitamente al controllo perfetto della nostra attenzione. La generazione di concetti chiaramente definiti è facile, quando la nostra consapevolezza è chiara e il nostro pensare è razionale. Per acquisire il controllo dell’attenzione abbiamo bisogno solamente di osservare attentamente ciò di cui siamo coscienti e migliorare i nostri poteri di concentrazione. Tali poteri possono essere notevolmente migliorati grazie all’entusiasmo e alla pratica regolare (e corretta) della meditazione. Essere entusiasta allontana l’apatia e il disinteresse. La corretta e regolare pratica della meditazione, al contrario del semplice sedersi in uno stato passivo e semicosciente, calma la mente e le emozioni e ristabilisce la consapevolezza nella completezza.

Utilizzate questa tecnica di immaginazione creativa

Sapendo di essere un essere spirituale, superiore alla mente e alle circostanze mondane, fai le seguenti cose:

Da solo, in un posto tranquillo, medita fino a che la tua mente non è calma e la tua consapevolezza non è chiara.
Immagina vivamente quello che desideri sperimentare. Non c’è bisogno di usare forza di volontà. Vedi chiaramente, e senti nel più profondo livello del tuo essere, te stesso avere già
quello che desideri o le circostanze che vorresti veder prevalere (nella tua vita N.d.T.). La sensazione che avrai dovrà essere di accettazione e gratitudine e non una reazione emotiva.
Rimani per un po’ in quella consapevolezza e sensazione di successo.
Mantieni la tua chiara consapevolezza e sensazione di successo anche dopo la tua sessione di pratica.
Per una migliore consapevolezza spirituale: immagina come sarà per te quando sarai spiritualmente più sveglio e contempla quella possibilità fino a che non la sperimenterai. Unisci
lo studio metafisico alle tue pratiche meditative.
Per la pace mentale e per migliorare le tue capacità intellettive: sentiti in pace e abbi fiducia nella tua capacità di pensare in modo razionale e usare i tuoi poteri di intelligenza discriminante.
Per un equilibrio emotivo: sentiti sereno e ottimista. Vedi te stesso come un essere emotivamente maturo e capace di essere responsabile per i tuoi sentimenti, pensieri ed azioni.
Per un migliore benessere fisico: immagina e senti di essere già in salute e pienamente funzionale. Unisci alle tue azioni immaginative le giuste routine di scelta del cibo, esercizio
fisico e controllo.
Per avere relazioni personali armoniose e di supporto: coltiva sentimenti di amore e compassione. Immagina e senti te stesso avere rapporti armoniosi e di supporto che sono ideali in tutto.
Per avere prosperità: immagina e senti di essere, in questo momento, in uno stato di prosperità. Unisci al tuo stato immaginario quelle azioni che integreranno armoniosamente
l’aspetto mentale, emotivo, fisico e circostanziale della tua vita.
Per raggiungere obiettivi di valore: Immaginali e sentili come già raggiunti.
Per assistere gli altri: riconosci la loro innata, divina natura. Vedili spiritualmente consapevoli, competenti a livello mentale, emotivamente equilibrati, fisicamente funzionali, in salute e nel
loro giusto posto nel palcoscenico della vita. Se non sei in grado di immaginare circostanze ideali specifiche, immagina e senti te stesso come completo e felice. Quando sei in questo
stato, le circostanze ideali si conformano ai tuoi stati di consapevolezza ed ai tuoi stati mentali.
Quando utilizzi l’immaginazione creativa per migliorare la consapevolezza della tua vera natura in relazione all’infinito, avrai terminato il lavoro non appena sperimenterai realmente quel
cambiamento desiderato nella consapevolezza e nella conoscenza del Sè. Quando invece la usi per raggiungere scopi od obiettivi, l’ordinato succedersi degli eventi avverrà spontaneamente e
renderà possibili i risultati desiderati. Partecipare al processo della manifestazione ed alle tue azioni, sarà utile. Compi le tue azioni con abilità. Se non c’è niente di utile che tu possa fare,
mantieni la tua fede nella certezza del risultato. Lascia che la rispondenza di supporto della mente universale produca gli eventi necessari per avere risultati ideali. Evita ansietà,
preoccupazione e impazienza. Sii interiormente calmo e contento.

E’ dalla condizione interiore, che la realtà esteriore dipende. Abbiamo una ragione per guardare le cose che non si vedono e per fare delle stesse i principali oggetti della nostra attenzione. Così facendo, diventiamo conversanti con l’origine principale della realtà. Ascendiamo alla fontana originale dell’essere, dalla quale i raggi emessi ricevono le loroproprietà e la direzione.
George Ripley (1802 – 1880) Discorsi sulla filosofia della religione.

loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti ...dello stesso autore

Sblocca il contenuto

Per visualizzare i contenuti, clicca su una delle icone sociali, grazie di cuore.