Notizie sui sogni, cosa facciamo secondo gli spiriti guida

Prima Parte

Cosi risponde uno spirito elevato a cui vengono poste le seguenti domande;

Durante il sonno si riposa anche l’anima come il corpo?

Risposta: «No; lo Spirito non rimane inerte. Durante il sonno si rallentano i legami che lo avvincono al corpo, e, poiché questo non abbisogna più di lui, egli percorre lo spazio, ed entra in relazione più diretta con gli altri Spiriti».

Quali cose ci provano la libertà dello Spirito durante il sonno?

Risposta: «Ve lo provano i sogni. Quando il corpo riposa, lo Spirito ha più facoltà che nella veglia: si ricorda del passato; qualche volta prevede l’avvenire; acquista maggiore potenza, e può entrare in comunicazione con gli altri Spiriti, sia in questo mondo, sia in un altro. Voi dite sovente: ho fatto un sogno bizzarro, un sogno spaventoso, ma inverosimile; e v’ingannate, poiché spesso è il ricordo di luoghi o di cose vedute, o che vedrete in un’altra esistenza o in un altro tempo. Nell’assopimento del corpo lo Spirito allenta la sua catena, e investiga nel passato o nel futuro.

Notizie sui sogni, cosa facciamo secondo gli spiriti guida

Poveri uomini, quanto poco conoscete i fenomeni anche più comuni della vita! Voi presumete di essere dei sapienti, e le cose più volgari vi danno impaccio, e se i vostri bambini v’interrogano: Che facciamo dormendo? Che sono i sogni?

non sapete che cosa rispondere. Il sonno scioglie in parte l’anima dal corpo. Quando uno dorme, si trova momentaneamente quasi nello stato che gli sarà normale dopo la morte. Gli Spiriti incarnati, che non sono padroneggiati dalla materia, raggiungono, quando il loro corpo dorme, gli altri Spiriti liberi superiori ad essi: viaggiano, ragionano, si istruiscono con loro, e si occupano in opere che trovano poi compiute morendo. Ciò vi insegni sempre più a non temere la morte, giacché morite senza accorgervene tutti i giorni. Questo per gli Spiriti elevati; ma la massa degli uomini che sono ancora schiavi della materia, vanno in mondi inferiori alla terra, dove li chiamano anche affezioni, o a cercarvi piaceri forse ancora più bassi di quelli a cui si dànno quaggiù, e ad attingervi dottrine ancora più vili, più ignobili e più nocive di quelle che professano fra di voi. La simpatia in terra proviene dal sentirsi avvicinati dal cuore a coloro con cui abbiamo passato ore di felicità. Le antipatie invincibili si spiegano col fatto di sentire nell’animo le diversità di sentimenti, che passa fra noi ed altre persone, che conosciamo senza averle mai vedute.
L’indifferenza poi è l’effetto del non avere alcun bisogno di procurarci nuovi amici, mentre ne abbiamo già tanti altri, che ci amano, e ci accarezzano. Come vedete, il sonno ha sulla vita maggiore importanza di quel che si creda. Per mezzo di esso gli Spiriti incarnati rimangono sempre in relazione col mondo extraterreno. Dio ha voluto che durante il loro contatto col vizio, i buoni potessero andare a ritemprarsi alla sorgente del bene. Il sonno è la porta attraverso la quale, stando in terra, gli Spiriti degli uomini virtuosi vanno a trovare i loro amici dello spazio, è la ricreazione nel lavoro, mentre aspettano la liberazione finale, che li restituirà alla vera patria. Il sogno è il quadro di quello che il vostro Spirito ha veduto durante il sonno del corpo; però avvertite che non sempre vi rammentate poi di ciò, o almeno di tutto ciò che avete veduto. Spesso scambiate per sogno il ricordo della confusione che accompagna l’allontanamento del vostro Spirito dal corpo nell’assopirsi, ed il ritorno in esso allo svegliarsi, al quale ricordo si aggiunge quello di ciò che avete fatto, o che maggiormente vi occupa nella veglia: altrimenti come spieghereste quei sogni assurdi, che fanno, come gli ignoranti, anche i più dotti? Da ultimo si deve notare che gli Spiriti cattivi si valgono dei sogni per tormentare le anime deboli e vili. Fra poco vedrete svolgersi un’altra specie di sogni altrettanto antica quanto quelle accennate: i sogni di Giacobbe, dei Profeti ebrei e di alcuni individui dell’India, che sono i ricordi
dell’anima quasi interamente sciolta dal corpo, i ricordi di quella seconda vita, della quale ho parlato più sopra.
Cercate di distinguere bene queste due specie di sogni, altrimenti cadreste in contraddizioni e in errori, che potrebbero riuscire funesti alla vostra fede».     (da Il libro degli Spiriti di Allan Kardec)

Seconda Parte

Rating: 4.0. From 3 votes.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO