Sogni premonitori qualche indicazione per ricordarli allenando la mente

Vi è mai successo di predire un evento futuro attraverso un sogno? La maggior parte delle persone risponderanno: “No, certo che no”, ma si potrebbe modificare questa risposta in: “Pur facendoli, non ricordo mai certi sogni”.

In realtà tutti facciamo sogni che danno una visione degli eventi futuri, il fatto è che al risveglio non vengono ricordati.

E’ molto probabile che nei nostri sogni viviamo qualcosa del nostro futuro e che la parte vigile del nostro sé ignora. Tuttavia, è possibile far riaffiorare quegli scorci, esistono dei metodi per riportare quella conoscenza alla parte cosciente di noi.

Un sogno viene considerato premonitore o antiveggente quando fornisce informazioni valide sul futuro. Un sogno può essere chiaroveggente ma non antiveggente, come se vedeste in un sogno un evento separato da voi nello spazio che accade proprio mentre e come voi lo percepite.

Di norma tre sono i fattori perché un sogno premonitore possa essere considerato con rigore scientifico. Primo, il sogno deve essere raccontato a una o più persone prima che accada nella realtà quotidiana. Secondo, ci deve essere prova affidabile che ciò che è stato visto in sogno è successivamente accaduto nel mondo fisico. Terzo, si deve dimostrare che le informazioni ricevute non potevano essere ricevute attraverso i sensi di percezione normalmente conosciuti.

Anche se queste indicazioni possono sembrare scoraggianti, le società riconosciute che si occupano della psiche hanno raccolto e documentato migliaia di migliaia di sogni premonitori. Esperienze di prima mano fatte da vostri amici degni di fiducia e parenti vi convinceranno, probabilmente, di più.

Non è poi così difficile, basterebbe chiedere a conoscenti, familiari e amici. Troverete sicuramente almeno una persona che ricorda uno sogno premonitore. Anche se, a tali sogni non può essere attribuita una validità scientifica a meno che non siano stati attentamente registrati in forma scritta.

allenare la mente per ricordare sogniAllenare il cervello a ricordare i sogni

Ogni notte, prima di andare a dormire, mettete un blocco per appunti e una matita sotto il cuscino o meglio, sul comodino. Prima di addormentarvi ripetete a voi stessi con decisione che ricorderete i sogni fatti. Al risveglio prendete nota di tutto. Dovreste ripetere questa suggestione diverse volte in un momento di totale relax, prima di addormentarvi. Entro qualche settimana vi ricorderete molto dei sogni fatti, e la percentuale dei sogni ricordati aumenta con l’esercizio. E’ garantito..

Nell’annotare i sogni sulla carta potreste scoprire di ricordare molti più particolari rispetto al momento del risveglio.

Ma se per i primi giorni non ottenete risultati, non scoraggiatevi. Si tratta di acquisire una nuova abitudine e questo richiede tempo ed impegno, ma ne vale la pena. Se necessario mettete la sveglia cinque minuti prima in modo da poter scrivere i sogni fatti senza fretta.

Tutto ciò richiede più autodisciplina di quanto si immagini. Seguite le istruzioni ala lettera. Al mattino restate con gli occhi chiusi, i sogni rimarranno nella vostra memoria. Scriveteli senza interruzione. Non scendete dal letto. Non prendete il caffè prima di scrivere. Scrivendo il primo, potreste ricordare altri sogni. Datate i vostri sogni: è estremamente importante. Scrivete tutti i particolari che avete in mente ma accertatevi di non aggiungerne altri di vostra fantasia cosciente.


Vi assicuro che funziona. Personalmente ho sempre ricordato i sogni, ma la maggior parte di ciò che ricordavo è sempre stato un piccolo frammento, a parte qualche sogno. Stranamente alcuni sogni rimangono più impressi nella nostra mente di altri, la maggior parte vengono dimenticati dopo poco tempo, mentre altri rimangono in memoria per anni. Ad esempio ho in testa qualche sogno che risale a 20 anni fa, per alcuni sarà incredibile, se non impossibile crederci, ma è la verità, e sono convinto che certi sogni rimangono in mente perché ci colpiscono, sono troppo reali per dimenticarli. Parlo dei sogni lucidi, i sogni dove sei consapevole che un gesto provoca una conseguenza. E’ un po’ difficile da spiegare specialmente a quelle persone che affermano di non sognare mai 🙂 diciamo che si tratta di un “film” dove tu sei l’attore protagonista e senti sulla tua pelle delle sensazioni che normalmente in un sogno non si dovrebbero sentire.

Notai in poco tempo delle migliorie quando cominciai a prendere nota dei miei sogni, ogni mattina appena sveglio, e se di fretta, scrivevo giusto quattro o cinque parole che mi avrebbero aiutato, anche se non completamente, a ricordare i sogni molte ore dopo. In principio ricordavo solo una parte di un sogno, ma col passare dei giorni riuscivo ad appuntare fino quattro sogni differenti. Ovviamente si trattava di piccoli eventi.

E’ incredibile di cosa siamo capaci, uno non ci crede finché non lo vive sulla propria pelle.

Ad esempio è capitato di sognarmi più volte con diversi aspetti fisici, di trovarmi in altre epoche remote, addirittura mi trovai una volta faccia a faccia con uno di quei leoni preistorici con i denti lunghi a sciabola in mezzo a quella che poteva essere una giungla, e io ero praticamente senza nulla, un ragazzo primitivo e l’unica cosa che feci per allontanare questa bestia enorme, tra l’altro con successo (per poco) fu di urlare a squarciagola facendomi sembrare più grosso di quello che ero.

Sognai anche di parlare in un’altra lingua a me sconosciuta, mi trovavo in un posto dove le case erano tutte in legno e io ero un giovane ragazzino benestante. Dico questo perché avevo delle banconote in mano, non riconoscibili, provai a cercare su internet ma niente si avvicinava a quei simboli, le persone mi parlavano in un’altra lingua che a me sembrava inglese, ma non ne sono così convinto. Il fatto è, che io rispondevo come se nulla fosse, e vi assicuro che era una lingua di cui non sono riuscito a pronunciare una sola parola appena sveglio.

A volte faccio dei sogni davvero interessanti, come avere in braccio un cucciolo di leone e camminare per l’antica Roma. Combattere delle guerre dove io sono un arabo o giù di lì (da notare che sono italianissimo) e vedo chi mi uccide, e non solo, vedo quella che potrebbe essere stata un’alluvione, un fiume in piena che seppellisce tutti, facendo crollare argini, case tutto. Quella volta sono convinto di non aver visto solo la mia morte, ma anche quella di un’antica civiltà.

Infine, racconto solo questo aneddoto, non vorrei annoiare.. Ma potrei scrivere qualche libro sui miei sogni, anche se da qualche anno non prendo più appunti.

Mi è capitato più di una volta di sognare arnesi mai visti prima, alcuni anche super tecnologici, mi è difficile da spiegare, ma proverò ad accennare qualcosa.

In uno di questi sogni qualcuno mi spiegava il funzionamento di una determinata cosa, ma purtroppo talmente complicata da non riuscire a ricordarmi quasi nulla, qualcosa di un colore argento, acciaio, non so come descriverlo, roba mai vista neanche nei film.

Altre volte mi trovavo in grossi hangar simili a grandi laboratori tecnologici, dove mi venivano spiegati dei comandi che poi inserivo su una specie di schermo di vetro che però rifletteva una sua luce propria. A proposito, raccontando questo fatto mi è venuto in mente che giusto due giorni fa ho visto uno schermo del genere. Non era questo ma si avvicina molto a quello che sognai, a differenza che il mio sogno risale a circa 2-3 anni fa, e non è l’unico.

schermo trasparente

Era simile, io ero ero in piedi e toccavo questo schermo che nel mio caso era posizionato come un leggio, di quelli che usano i preti per capirci (simile non uguale). Qualcuno mi spiegava come utilizzarlo e accanto c’era anche un’altra persona, mi sembra di ricordare una presenza femminile, ma l’immagine è tutt’altro che chiara.

Rating: 4.2. From 6 votes.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

1
2
loading...

3 COMMENTI

  1. Ho avuto un sogno premonitore che ritengo importante:
    Mi ritrovo in una barca simile ad un Arca di Noè dove vedo Papa Bergoglio. Capisco immediatamente che si sta facendo un giudizio contro le persone e che stanno essendo rimosse o mandate via in qualche posto. Al mio fianco mi ritrovo un paio di uomini vestiti di sacco in bianco ma percepisco la loro anima e so che si tratta di un diavolo che si sta convertendo e che sta adoperandosi per fare il giudizio. Percepisco dunque un’anima magica che è in fase di conversione. Ho un senso di angoscia. Poi mi ritrovo con mia cugina davanti a me ed è vestita di giallo, ha i capelli lunghi e sta addestrando un coro di bambini che percepisco siano anche essi stati magici e che si stanno convertendo. So che hanno avuto a che fare con il mondo della musica e mi domando come abbiano fatto a convincerli mentre l’immagine mi fa uno zoom da vicino su quei bambini. Mi ritrovo a pensare con dei dubbi nella mente e mi domando se ci siano dei trucchi per attirare questi bambini ma non ho risposta alle mie domande. Non dico nulla di ciò che penso perché capisco che la situazione è seria e che Io non sia in grado di capire ciò che sta succedendo.

    Pensieri personali prima del sogno: Ho deciso che le statue vadano rispettate. Ho deciso che San Giorgio è un Santo cruciale da rispettare. Ho compreso che nel mondo si nasconde la verità. Ho fatto dei post in giro per avvisare gli altri del pericolo dei servizi di e-mail gratuite che stanno offrendo troppo spazio e troppe funzioni.

  2. Vorrei cortesemente avere più info su sogni premonitori…. come posso fare?…..


    Ciao Donatella, se vuoi puoi scrivere qui –> e-mail

  3. Io sono una giovane ragazza di soli 21 anni, è da quando ero bambina che faccio sogni premonitori. Mi ricordo ancora la prima volta che ho vissuto un mio sogno in tempo reale, avevo più o meno otto anni. Pian piano la mia passione per questo argomento è aumentata di volta in volta, ho iniziato a fare esercizi di meditazione, ho cercato più volte di fare sogni lucidi, ho avuto degli ottimi risultati, tieni conto che questi esercizi li ho praticati per breve tempo (massimo un mese). Un periodo mi sono appuntata diversi sogni, posso confermare che mi ha aiutata tanto per ricordare meglio i sogni, e la quantità dei sogni che facevo durante la notte.

    A differenza tua penso che attraverso il sogno si possa arrivare a dimensioni diverse. Esse secondo le mie esperienze possono essere legate a noi, a chi ci circonda in modo diretto o indiretto (in più sogni mi son ritrovata a vivere un frammento della vita di persone che non conosco direttamente, ma che conosce una persona a me cara, che mi è stata molto vicina), legati a eventi passati, magari eventi passati di vite passate, molti potrebbero essere la visione di ciò che ci è successo in una realtà parallela alla nostra, una realtà caratterizzata da piccole differenze dalla nostra “linea temporale”. Mi farebbe tanto piacere poter discutere con lei in privato, ha scritto un bell’articolo e non conosco nessuno che abbia avuto le esperienze che ho vissuto in maniera così ampia.
    In attesa della Sua risposta, le porgo i miei più cordiali saluti.


    Ciao, se vuoi parlarmi in privato trovi l’e-mail qui –> Contatti chiedi, e se potrò aiutarti lo farò volentieri, in ogni caso diamoci del tu. 😉

LASCIA UN COMMENTO