I Lumaniani (forse Lemuriani) erano un’antica civiltà reincarnata sulla Terra più volte

Abbiamo sentito più volte il nome Lemuria o Lemuriani, un continente e una civiltà che si suppone sia esistita prima di Atlantide. Tuttavia qui si parlerà di Lumania e Lumaniani, che potrebbero essere la stessa cosa, ma non essendo specificato ho lasciato il nome originale.

Di seguito verrà riportata una serie di dialoghi canalizzati del 1970, dove uno spirito evoluto parla attraverso una donna, mentre il marito prende appunti. Così scrissero una serie di libri che divennero famosi, soprattutto negli Stati Uniti. Lei era un’insegnante, lui uno scrittore con l’hobby della pittura.

Reincarnazioni di altre civiltà

In un certo senso, si può dire che come avete individui che si reincarnano, cosi avete civiltà che si reincarnano. Ogni entità che è nata in un corpo di carne lavora per sviluppare quelle abilità che possono essere meglio alimentate e realizzate entro il contesto fisico. Essa ha una responsabilità verso la civiltà nella quale si trova ad esistere, perché contribuisce a formarla, con i suoi pensieri, emozioni ed atti.

Essa impara sia dagli errori che dalle riuscite. Voi pensate alla storia fisica, immaginando che cominci dall’uomo delle caverne e proceda fino ad oggi, ma ci sono state altre grandi civiltà: di alcune di queste si parla nelle leggende, altre sono completamente ignote, ma tutte sono, nei vostri termini, scomparse.

Vi sembra di avere come una sola possibilità, come specie, di risolvere i vostri problemi, o altrimenti sarete distrutti dalla vostra stessa aggressività e dalla mancanza di comprensione e di spiritualità. Come vi son date molte vite per sviluppare e realizzare le vostre capacità, cosi avviene anche per l’intera specie, che ha a disposizione più dell’unica linea di sviluppo storico del quale siete ora al corrente. La struttura reincarnativa non è che una sfaccettatura dell’intero quadro delle probabilità. In esso avete letteralmente tutto il tempo che vi necessita per sviluppare le potenzialità che dovete sviluppare, prima di lasciare le esistenze reincarnative. Gruppi di persone in vari cicli di attività reincarnativa si sono imbattuti in crisi e crisi, sono tornati al vostro punto di sviluppo fisico e sono andati oltre; oppure hanno distrutto la loro specifica cultura.

In questo caso è stata data loro un’altra probabilità, con la conoscenza inconscia non soltanto del loro fallimento, ma anche delle ragioni che l’avevano prodotto. Poi hanno cominciato daccapo a formare nuovi gruppi primitivi. Altri, risolvendo i problemi, hanno lasciato il loro pianeta fisico per altri punti dell’universo fisico. Quando hanno raggiunto quel livello di sviluppo, comunque, erano ormai spiritualmente e psichicamente maturi e in grado di utilizzare energie delle quali ora non avete alcuna conoscenza concreta.

Per loro adesso la terra è il leggendario focolare domestico. Hanno formato nuove razze c specie che non potrebbero adattarsi a vivere nelle vostre condizioni atmosferiche. Tuttavia, hanno progredito nel livello reincarnativo finché sono rimasti nella realtà fisica. Alcuni però sono cambiati ed hanno lasciato da tempo il ciclo reincarnativo.

Quelli che l’hanno lasciato si sono evoluti nelle entità mentali che sono sempre stati. Hanno accantonato la forma fisica. Questo gruppo di entità è però ancora molto interessato alla Terra, le presta sostegno ed energia. In un certo senso tali entità potrebbero essere pensate come terrestri.

Sul vostro pianeta erano impegnate in particolari civiltà già prima del tempo di Atlantide, quando ‘cioè il vostro pianeta stesso si trovava in una posizione piuttosto diversa.

lumania-lemuria-antica-civiltà


In special modo rispetto a tre degli altri pianeti che vi sono noti. I poli erano invertiti; così come sono stati, per inciso, per tre lunghi periodi della storia del vostro pianeta. Queste civiltà erano altamente tecnologiche; e da questo punto di vista la seconda era superiore alla vostra attuale.

Il suono era utilizzato in maniera molto più proficua, non soltanto per le guarigioni e le guerre, ma anche come fonte di energia per la locomozione di veicoli e per ottenere il movimento di materia fisica, Il suono era un convogliatore di peso e di massa.

Il grosso di questa seconda civiltà risiedeva soprattutto nelle aree ora note come Africa e Australia, benché a quell’epoca fosse diverso non solo il clima, ma l’intera conformazione della zona. C’era una diversa attrazione delle masse, in dipendenza della differente posizione dei poli. Tuttavia, parlando in termini relativi, la civiltà era concentrata nella regione, e non cercava di espandersi. Coabitava e divideva il pianeta, con un’ampia, disorganizzata e dispersa cultura primitiva.

Non solo non fece alcun tentativo di “civilizzare” il resto del mondo, ma anzi fece tutto ciò che era in suo potere – di considerevoli dimensioni per un lungo periodo di tempo – per impedire un qualsiasi progresso.

I membri di questa civiltà erano, in gran parte, epigoni della precedente civiltà, molti dei quali avevano deciso di continuare la loro esistenza in altre aree del vostro universo fisico. Questi, comunque, erano particolarmente innamorati della vita terrestre e pensavano di poter progredire in quest’ultimo esperimento nel quale erano impegnati, benché fossero già liberi di muoversi in altri strati di esistenza.

Non erano interessati a partire nuovamente dall’inizio come una civiltà infantile, ma a collocarsi in altre aree. Perciò molta della loro conoscenza era istintiva, e questo gruppo particolare giunse a quelli che potreste definire stadi tecnologici con estrema rapidità. All’inizio erano particolarmente interessati allo sviluppo di un essere umano che potesse mantenere le sue salvaguardie senza violenze. Per loro il desiderio di pace era quanto potreste chiamare istintivo. Ci furono cambiamenti nel meccanismo fisico. Quando la mente segnalava una forte aggressione, il corpo non reagiva. Ora ne potete vedere delle vestigia psicologiche in alcuni individui che svengono o addirittura attaccano il proprio sistema fisico, prima di permettersi ciò che appare loro come una violenza contro altri. Questa civiltà, perciò, lasciò in pace i nativi che la attorniavano. Mandò anzi membri del suo gruppo a vivere con i nativi e a sposarsi con loro, sperando così di alterare pacificamente la fisiologia della specie. L’energia, che spesso ai vostri tempi si tramuta in violenza, si diresse verso altre finalità e cominciò a ritorcersi contro di loro. Non stavano imparando a convivere con la violenza o l’aggressione, ma solo tentando di cortocircuitarle fisicamente e questo, come si accorsero, creava delle complicazioni.

Nel contempo, tentò di lasciare intatto l’ambiente. Evitò completamente il vostro stadio delle automobili e dei veicoli a motore e si applicò piuttosto precocemente al suono. Il suono che non poteva essere udito da orecchie fisiche.

La civiltà veniva chiamata Lumania (forse Lemuria?) e il nome stesso entrò nella leggenda e venne usato ancora in tempi successivi.

Dal punto di vista fisico, i Lumaniani erano persone molto magre, deboli, ma dal punto di vista psichico erano per un verso molto brillanti e per un altro scarsamente dotati. In alcuni di loro i controlli indotti causavano tanti blocchi di energia, in tutte le direzioni, che ne soffrivano anche le loro doti telepatiche naturali.

Attorno alla loro civiltà formarono campi di energia, e perciò erano isolati dal contatto con altri gruppi. Non permettevano quindi alla tecnologia di distruggerli. Un numero sempre maggiore di loro si rese conto che l’esperimento non era stato un successo. Alcuni, dopo la morte fisica, andarono a raggiungere i componenti della civiltà precedente, che erano emigrati in altri sistemi planetari entro la struttura fisica.

Rating: 4.0. From 1 vote.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

1
2
loading...

LASCIA UN COMMENTO