Mada’in Saleh uno dei segreti conservati meglio in Arabia Saudita

Mada’in Saleh è un’antica città situata nell’Hejaz settentrionale (Arabia Saudita), a 22 chilometri dalla città di Al-`Ula.

Nell’antichità, la città era abitata da Nabatei e Thamudeni ed era conosciuta come Hegra.

Alcune delle iscrizioni trovate nella zona risalgono al primo millennio a.C. Tuttavia, tutti gli elementi architettonici restanti sono datati al periodo dei Thamudeni e NAbatei, secondo secolo a.C. e d.C.

Mada’in Saleh è il nome dei resti archeologici in Arabia Saudita. E’ una città scavata nella roccia arenaria quasi sconosciuta, eppure i loro resti, sono considerati i ​​secondi più importanti dopo la cultura nabatea di Petra.

Mada'in SalehMada’in Saleh

È interessante notare che quasi tutti conoscono l’esistenza dei resti di Petra, ma poco si sa di questo posto. Mada’in Saleh, era qualcosa come la capitale nabatea del sud, e oggi, viene visitata solo da circa 15.000 persone all’anno.

Anticamente abitata da Thamudeni e Nabatei, Mada’in Saleh è il primo sito di quella che oggi è l’Arabia Saudita, inscritto come Patrimonio Mondiale. Tutte le caratteristiche architettoniche hanno infatti lo stile di Petra, non manca nemmeno una crepa naturale il che la fa sembrare, una piccola città gemella, di Petra.

Immersa nel deserto, emergono gigantesche rocce utilizzate per delimitare forse l’inizio di un’antica città dove non mancano palazzine scolpite, templi e grandi tombe in tutta l’area, opere che possono raggiungere i 16 metri di altezza. I resti della città sono ancora conservati meglio di quelli di Petra.

PetraPetra

Rating: 3.5. From 2 votes.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO