Notizie sulla bio-elettrofotografia e la mente umana

Bio-elettrofotografia e mente umana

Uno scienziato russo sta cercando di convincere la gente che può cambiare il mondo semplicemente utilizzando la propria energia. Egli sostiene che il pensiero in un certo modo può avere un effetto positivo o negativo sull’ambiente circostante. Stiamo sviluppando l’idea che la nostra coscienza fa parte del mondo materiale e che, con la nostra coscienza siamo in grado di influenzare direttamente il nostro mondo, ha detto il Dott. Konstantin Korotkov, professore di fisica al St. Petersburg State Technical University.

Per colmare la nostra comprensione del mondo invisibile di energia, sono stati effettuati esperimenti scientifici che utilizzando una tecnica chiamata bio-elettrofotografia. Il presupposto è che stiamo costantemente emettendo energia. La bio-elettrofotografia mira a catturare questi campi di energia osservabili come una luce attorno al corpo. O quella che alcuni chiamano la vostra aura.

Gli studi presso il laboratorio di Princeton Engineering Anomalies Research (PEAR) hanno suggerito che la mente ha la capacità sottile di influenzare l’uscita di dispositivi chiamati generatori di eventi casuali (REG).

Il video qui sotto è un riassunto molto breve del laboratorio di ricerca Princeton Engineering Anomalies della Princeton University, la cui ricerca nel campo dell’interazione mente-materia costituisce la base della tecnologia Psyleron. Le interviste con il personale chiave del laboratorio PEAR, spiegano i loro esperimenti, tra cui i generatori di eventi casuali e i loro risultati, infine, alcune delle loro implicazioni. Purtroppo non sono riuscito a trovarlo con sottotitoli in italiano

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO