Tele-trasporto e vita su Marte (P.1)

Jaime Maussan un noto giornalista e ufologo messicano, l’ideatore e il  conduttore di due programmi televisivi su Televisa, l’emittente più importante del Paese che è vista, non solo nel Nord America, ma
anche in Sud America, Europa ed Est Asiatico.
Con i suoi collaboratori si occupa di ecologia e di presenza extraterrestre. Molto diffusi sono i numerosi video su tali argomenti promossi dal suo infaticabile lavoro di ricercatore serio e documentato.
Possiede almeno 1500 video di OVNI registrati da un altrettanto numero di persone.
In queste notizie ci parlerà di una storia incredibile, una storia che si avvicina ad una pellicola di un film di fantascienza, ma Jaime ci mostrerà delle interviste con persone di una certa rilevanza, quindi
starà a voi trarre le conclusioni alla fine delle interviste.

Le interviste sono state divise in più parti, quindi numerate, per agevolare la lettura, ho semplicemente (si fa per dire ;O) tradotto i video che sono parlati e tradotti in Inglese e Spagnolo. Allegherò i vari video presi da youtube, nel caso qualcuno abbia la preferenza di guardare quest’ultimi in Spagnolo e Inglese.
Buona lettura e buona visione.

Alfred Webre:
Una popolazione di marziani umani, stanno vivendo su Marte nel sottosuolo
Afferma che già da alcuni decenni su Marte esiste una base che farebbe parte di un progetto segreto che permetterebbe agli umani di andare sul pianeta. Un’argomento che sembrerebbe frutto di un film
di fantascienza ma secondo alcune fonti ci sarebbero indizi che realmente stia accadendo qualcosa di anomalo su Marte.

Fernando Correa un investigatore, di Tercer Milenio, sul campo ufologico descrive quanto segue:
Del pianeta Marte esistono delle informazioni compresi dei video e foto che ci fanno supporre che ci sia la presenza di umani o che comunque siano esistiti in passato. Queste affermazioni sarebbero
frutto di evidenti filmati registrati dalle missioni spaziali sul pianeta rosso, ad esempio una struttura captata dalla sonda Mars Global nel maggio 2000 che raffigurerebbe una cupola o un enorme tunnel
sotterraneo ripreso sempre dalla stessa sonda nel 2001, come una grande struttura simile ad una costruzione egizia registrata dalla sonda Mars Express nel novembre 2004. Ma esistono vari filmati che
testimoniano anomalie su Marte, uno di questi lo ha presentato la cosmonauta Russa Marina Popovich nel dicembre del 1991 una delle ultime immagini registrate dalla sonda Phobos 2 che mostrerebbero
un misterioso oggetto cilindrico che avrebbe una dimensione di oltre 20 km, e sarebbe stato ripreso da una distanza ravvicinata dal satellite Phobos e fu supposto che quell’immagine rappresenterebbe
una qualche astronave speciale sconosciuta, molto probabilmente di un’altra civiltà.
Qualche anno dopo nel marzo del 2004 fu osservato nei cieli di Marte dalla sonda Rover Spirit un oggetto cilindrico molto simile all’oggetto registrato dalla sonda Phobos 2. La presenza di questi oggetti non fu
realmente mai spiegata per completo.
Il 29 giugno del 2009 nel canale televisivo di Washington Journal, l’astronauta Buzz Aldrin mostra l’esistenza di un misterioso oggetto monolite catturato da Phobos nell’immagine SP 255­203 della Mars
Global Surveyor. Buzz Aldrin afferma che questo oggetto misterioso avrebbe fatto il giro
del pianeta una volta ogni 7 ore, continua dicendo “nessuno sa chi ha posto quell’oggetto li forse il misterioso universo, forse Dio”.
Nel giugno del 2011 Mr. David Martinez utilizzando il programma d’immagini Mars Globe mostra quella che chiaramente si osserva come una struttura sul pianeta marziano nella zona del Polo Nord del
pianeta ubicata in una zona dove non esistono ne rocce ne montagne, la struttura sarebbe enorme le sue dimensioni sarebbero di 213 metri di lunghezza e 45 metri di larghezza e avrebbe una forma simile ad un
cilindro. Osservandole con un’altro software accessibile al pubblico, l’immagine sarebbe stata camuffata. Le autorità dissero che ci fu un errore nel programma, ma qualcuno pensa che in realtà quell’oggetto
è li ed esiste. Non sarebbe la prima volta che delle immagini “scottanti” vengano subito modificate dagl’interessati, un’esempio è l’immagine catturata dalla sonda Rover Spirit nel novembre 2007 che
rappresenterebbe un’umanoide dalle sembianze femminili con un’altezza approssimativa di 1,70 mt, seduta in una roccia nei pressi del cratere Gusev del pianeta rosso. Alcuni hanno affermato che fosse
solamente una roccia,  ma dalla sonda Rover Spirit non abbiamo potuto osservare nessun’altra roccia simile a questa nei paraggi. Questa figura umanoide continua ad essere ancora oggi un mistero.

Purtroppo il video è stato rimosso

L’ avvocato statunitense Andrew Basiago il cui padre ha lavorato nella CIA, dichiara con fermezza che queste non sono coincidenze, stranezze o difetti dei pixel, ma che in realtà esisterebbe una base
artificiale sotterranea su Marte che farebbe parte di un progetto segreto.
Assicura di essere stato presente in un progetto che implicava il teletrasporto di piccoli bambini da un luogo all’altro nel nostro pianeta nel 1960 e che negl’anni 80 sono riusciti a teletrasportarli su Marte.

La storia ha dell’incredibile sembra realmente un film di fantascienza ma Andrew Basiago afferma che già sono possibili i viaggi nel tempo. Quindi l’immagine dell’umanoide ripresa dalla Rover Spirit nel 2007
avrebbe un senso, e secondo Andrew, Laura Eisenhower e Alfred Webre la colonizzazione di Marte sarebbe una realtà grazie alla tecnologia del teletrasporto.

Andrew specifica che all’età di 6 anni è stato presente in un’esperimento di teletrasporto con suo padre Raymond D. Basiago. Il teletrasporto in realtà fu scoperto dal famoso Nikola Tesla ma fu subito archiviato, dalla Military Intelligence degli Sati Uniti.
Secondo le testimonianze di queste persone questa scoperta sarebbe la più importante dell’ultimi tempi.

(Notizie Andrew Basiago, Andrew Basiago e tecnologia per laTerra, Andrew Basiago avvocato, Andrew Basiago Tercer Milenio, Andrew Basiago tele-trasporto, intervista Tercer Milenio, Alfred L. Webre tecnologia, Marte colonie, vita su Marte, progetto segreto Marte, Alfred L. Webre tecnologia, Alfred L. Webre tele-trasporto, Terra e futuro, Nikola Tesla, bambini trasportati su Marte, Marte esperimenti, Marte pianeta, scoperte su Marte, il pianeta Marte, spazio pianeti, spazio e universo, spazio e conoscenza, spazio e tecnologie, spazio sonde, spazio scoperte, spazio notizie, spazio Marte)

Andrew Basiago
Dal 1981 cominciarono a pormi delle domande, domande che avrei preferito che mai nessuno mi avrebbe posto. Una di esse era se mi sarebbe piaciuto andare su Marte. Nel giugno del 1981 gli risposi; perché devo andare io? perché state chiedendo a me di andare su Marte? e mi risposero; perché la sopravvivenza della vita umana dipende da loro”. Un programma occulto degli Stati Uniti.
Finanziati con un’investimento segreto di milioni di dollari, e adesso grazie all’investigazione di Tercer Milenio  che ha raccolto le interviste esclusive di queste persone che hanno deciso di svelare il tutto in tv,
verremo a conoscenza di una verità d’importanza mondiale.

Alfred Webre
Hanno in mano una tecnologia così all’avanguardia che se solo venisse sfruttata per il nostro pianeta, vivremmo in un paradiso” .

Andrew Basiago
Rilascio questa intervista perché credo che noi terrestri abbiamo bisogno di questa tecnologia per la nostra civiltà e che la gente abbia il diritto di conoscere la verità. Secondo le loro testimonianze (Alfred e Andrew), con questa tecnologia non ci sarebbe più bisogno di usare auto, camion, e qualsiasi altro mezzo di trasporto inquinante, compresi petrolio ed energia nucleare.
Il teletrasporto per la nostra economia costituzionale porterebbe ad una vera rivoluzione, questa tecnologia è molto economica.

Viene chiesto ad Andrew Basiago se non è pericoloso parlare di queste cose dall’intervistatore di Tercer Milenio.

Rating: 2.0. From 4 votes.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

1
2
loading...

LASCIA UN COMMENTO