Notizie sui misteri del paranormale, l’anima e lo spirito

Chi siamo realmente?

La paura dell’ignoto

I vari testi che si occupano di spiritismo e medium, per alcuni, forse per molti, sono ancora un argomento tabù visto è considerato che la maggior parte degli scettici li vede come una cosa negativa.

Si tende a generalizzare tutto ciò che ha a che fare con l’esoterismo, la paura dell’ignoto ci tiene alla larga da certi argomenti, forse proprio perché “qualcuno” per millenni (forse proprio la chiesa?), ci ha insegnato a tenerci alla larga da tutto ciò che è considerato negativo. Ma tutto questo in base a cosa? chi lo ha deciso? perché dev’essere per forza negativo?

* Qui pronuncio la parola spirito ma più avanti proseguirò con la parola anima, consideriamola la stessa cosa, anche se non è proprio così.

Solo se sei in cerca del male, otterrai il male, se sei uno spirito poco evoluto e farai le cose senza ragionare con il cuore, o semplicemente comportandoti da avido, ipocrita, discriminando la gente e tante altre azioni negative, attirerai l’attenzione di esseri i quali si prenderanno gioco di te.

Al contrario se sei uno spirito evoluto, mi correggo, non è esatto dire “spirito evoluto” perché in realtà di questi esseri ce ne veramente una minuscola parte facendo un paragone su miliardi di persone che vivono sul pianeta, forse l’esempio suona meglio se dicessi, “uno spirito che sta cercando di evolversi”, cerca di migliorarsi facendo ad esempio del bene, aiutando i bisognosi e i più deboli, comportandosi bene cercando di fare sempre la cosa più giusta in base a quello che gli suggerisce il cuore, sarai quindi circondato da esseri evoluti che ti aiuteranno anche se non te ne accorgerai.

Tuttavia, secondo gli scritti di alcuni medium che riuscivano a mettersi in contatto con altre entità vissute una volta sulla Terra (non specificherò qui i nomi, se fate una ricerca ne troverete parecchie fonti), Spiriti ormai evoluti, non esiste lo Spirito malvagio ma in realtà questi esseri sono ancora attaccati così tanto al desiderio della materia che rallentano la propria evoluzione (che un giorno, anche molto lontano avverrà ugualmente) godendo dei fallimenti umani, avvicinandosi a quelli di poca speranza e poca forza di volontà, ad esempio i cosiddetti zombie della società, coloro che vivono la loro vita senza pensare con il proprio cervello, quelli che seguono la massa, si ubriacano e si drogano, in realtà, solo per far passare un altra giornata. Ho descritto solo il gruppo più “estremo”.

Ma in realtà, sempre secondo le fonti di questi Spiriti giudicati saggi, noi tutti ci troviamo in una dimensione la quale per un certo verso sarebbe da considerare come un “purgatorio”.

So che qui ci saranno molte persone contrarie a quello che sto per dire, ma se lo sono è solo perché preferiscono “non sapere”, non sono alla ricerca della verità ed è giusto che sia così. Mi spiego meglio, noi tutti siamo esseri eterni ai quali ci è stato concesso il libero arbitrio e quindi siamo liberi di fare e pensare ciò che riteniamo più corretto, siamo qui proprio per questo motivo. Dobbiamo farci esperienza, grazie ai nostri sbagli potremmo migliorarci, di volta in volta pagheremo i nostri debiti karmici e quello che abbiamo interrotto in un’esistenza terrena la riprenderemo nella prossima, e va avanti così da sempre ed è necessario per l’evoluzione dello Spirito.

Se questa cosa vi ha incuriosito, ebbene, forse è meglio che vi dia qualche fonte al contrario di quello che dicevo prima. Vi consiglio qualche testo, in realtà ne esistono tanti, vi do i primi che mi vengono in mente.

Jane Roberts: Dialoghi con Seth e Le comunicazioni di Seth

Alan Kardec: Il Libro degli Spiriti e Il Libro dei Medium

C.W. Leadbeater: Il lato nascosto delle cose


A.E.Powell – Il Doppio Eterico

Raymond A. Moody Jr. – La vita oltre la vita

Dannion Brinkley: Ritorno dall’aldilà

Brian Weiss: Molte vite molti Maestri

Vi assicuro che l’elenco è lungo, questi sono solo alcuni dei libri interessanti che parlano di questo argomento e gli stessi autori ne hanno scritti molti altri, se siete curiosi cominciate a leggerne qualcuno, magari cominciate con Dialoghi con Seth che è molto scorrevole, un consiglio che posso dare a chi si sta avvicinando per la prima volta a questo argomento è di non prendere tutto alla lettera, non basta un libro per capirci qualcosa, leggete più che potete e di ogni libro cercate di memorizzare il più possibile per poterlo poi confrontare con altri testi. Un presunto spirito Saggio, nel Libro degli Spiriti di Alan Kardec ad esempio, afferma che ogni essere evoluto che si mette in contatto con un terrestre cerca di esprimersi nel migliore dei modi a seconda della cultura che si trova in quel dato momento, e non significa che se uno Spirito Saggio si esprime diversamente da un altro, uno dica la verità e l’altro no, sono solo due maniere differenti di espressione e continua dicendo che anche tra i Saggi c’è quello che ha più esperienza di un altro altrettanto evoluto. A volte l’errore sta proprio nella male interpretazione dei messaggi, ne abbiamo un esempio con gli scritti della Bibbia, ma questo è un altro discorso che non tratterò.

Sono consapevole del fatto che se volessi, potrei andare avanti per parecchio, ma in realtà volevo creare un post abbastanza breve tratto da un articolo straniero che ho trovato in rete. Quindi da ora in poi inserirò l’articolo tradotto al meglio da me, ovviamente.

L’articolo inizia così:

In termini generali, noi tutti siamo anime vecchie o sagge, però alcuni di noi sono in questo pianeta da più tempo di altre. Così che, come possiamo sapere se possediamo un anima saggia?

Chi ha scritto l’articolo, penso che per “anima” intendesse anche “spirito”, si può fare confusione tra le due, in realtà non ci cambia molto anche se io sono dell’idea che al primo posto, come importanza, metterei lo “Spirito”. Faccio una brevissima descrizione di come la penso io, e lo farò proprio alla buona. Noi siamo spiriti che hanno bisogno di un anima per poter governare un corpo sulla materia, si potrebbe semplicemente dire che siamo tutt’ UNO.

I sintomi per riconoscere a quale classe di anime apparteniamo, secondo chi ha scritto questo articolo…

– Alcune persone riescono ad afferrare le più profonde lezioni della vita, è difficile immaginare che l’anima di un bambino può essere molto più antica dell’anima di suo padre. Una volta che comprenderai che il tempo, lo spazio, l’energia e la materia sono prodotti tridimensionali, la teoria del tempo la considererai irrilevante, come la teoria sull’età della tua anima.

– Sei in contatto con le tue abilità naturali e hai un grande interesse in queste abilità.

Alcune persone nascono con doni innati, come la capacità di guarigione speciale o capacità psichiche. La verità è che ognuno di noi ha le competenze, ma un anima più vecchia si trova più in sintonia con il mondo e quindi è in grado di applicarle all’umanità. Se non si dispone di particolari abilità, ma si sente una certa attrazione per queste, ebbene, questo potrebbe essere dovuto dal fatto che la tua anima cerca di ricordarti le tue abilità possedute in una vita precedente.

– Si diventa spiritualmente consapevoli che “tutto” è pura coscienza, ma molte persone hanno difficoltà a capire che cosa significa. La tua anima è pura coscienza e amore. Ha una comprensione unica di come la matrice venga manipolata su questo pianeta rendendosi conto che tutto ciò che facciamo, come “insegnare” ad essere altruisti non farà altro che facilitare il risveglio degli altri.

– Comprendi l’importanza del perdono. Alcune persone sono vecchie anime, ma in realtà hanno ancora molto da imparare, perché sono intrappolati all’interno della scatola con le loro ideologie, sono testardi o non hanno imparato l’importanza del perdono. Perdonando noi stessi e gli altri, potremmo rilasciare il karma fra queste persone.

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

1
2
loading...

LASCIA UN COMMENTO