Qualcosa su Enoch e Nephilim

Stiamo scoprendo sempre più che la mitologia, in generale, anche se molto spesso contorta, ha una qualche base storica. Ed è curioso che alcuni miti hanno lasciato il segno in diverse civiltà distribuite geograficamente in zone parecchio distanti. Un tempo coprire certe distanze (per quanto ne sappiamo) era impossibile considerando che all’epoca ci si spostava unicamente a piedi, e comunque non esistevano mezzi idonei per avventurarsi oltre l’oceano. Come si spiega che diverse civiltà raccontano una storia simile? Chi erano quegli esseri soprannaturali che ebbero rapporti sessuali con le donne del posto le quali concepirono una razza speciale?

E’ evidente che qualcosa non torna. Esistono varie scritture (in lingue diverse) che raccontano di strane vicende, o fanno riferimento chiaramente a entità non umane. Solo da qualche anno l’umanità è venuta a sapere della probabile esistenza di esseri extraterrestri che interagiscono in qualche modo (o hanno interagito in passato) con la nostra specie, si parla di Siriani, Pleiadiani, Rettiliani, Arturiani, gli immancabili Grigi, e così via. Da quel che se ne deduce, qualcosa/qualcuno ha creato l’Universo (ammesso esista solo questo) e ha lasciato che qualcun altro si occupasse di procreare/modificare i vari pianeti, compresi di abitanti/creature. Come se il creatore (che tutti noi chiamiamo Dio forse per semplicità) ha cominciato la sua opera per poi lasciarla nelle mani di altri esseri. Certo si tratta di una faccenda complicata e contorta da cui non c’è verso di venirne a capo, eppure qualcuno là fuori, probabilmente anche in questo momento, potrebbe essere diretto in un pianeta (trovarsi già su quest’ultimo) ibridando o alterando geneticamente esseri poco evoluti, come lo eravamo noi “a quei tempi”.

[Di UFO, se ne parla da oltre 50 anni. Il 24 giugno 1947, Arnold Kenneth sostenne che, mentre sul suo CallAir A-2 stava svolgendo un’attività di ricerca di un velivolo militare andato disperso, ha osservato nove insoliti oggetti volanti volare in schieramento vicino al Monte Rainier (Washington). Egli descrisse gli oggetti come luci intermittenti come se stessero riflettendo i raggi del Sole, il loro procedere era “irregolare” e volavano ad una velocità molto elevata. La storia di Arnold venne ampiamente diffusa dall’agenzia Associated Press e da altre agenzie; si ritiene che questa notizia abbia svolto la funzione di catalizzatore per l’interesse moderno nei confronti del fenomeno UFO, nonostante la presenza di incidenti che hanno interessato precedentemente gli UFO, ma che sono stati meno pubblicizzati.]

Ad esempio, l’apostolo Paolo racconta di un’esperienza OBE/NDE in cui vide, e cito, “cose che non è lecito per un uomo a parlare.” Gli ormai famosi sistemi stellari di Orione e Arturo sono menzionati sull’antico libro di Giobbe. Un uomo misterioso con il nome di Melchizedek, che non aveva “né principio né fine dei giorni” misteriosamente apparse nel tempo di Abramo. L’apostolo Giovanni aveva una più profonda visione apocalittica egli prese in considerazione numerose intelligenze non-umane, Ezechiele vide quello che potrebbe essere descritto solo come un disco volante, una stella(*) guidò tre saggi verso il luogo di nascita di Cristo e le apparizioni di angeli e demoni erano abbastanza comuni in tutta l’intera storia biblicamente documentata.

(*) Come ben sappiamo non esiste una “stella cometa”, poiché o è stella (come ad esempio il Sole) o cometa (ammasso di roccia e ghiaccio), allora cosa hanno visto gli uomini di quel tempo? Gli scienziati moderni suggeriscono che si è trattato “probabilmente” della Cometa di Halley, ma una cometa (apparentemente immobile nel cielo) è in grado di indicarci una direzione e addirittura un luogo specifico? Oppure è stato seguito un oggetto in movimento che volava a bassa quota? Forse è meglio pensare all’intera faccenda come un innocua leggenda.

Alcuni esempi che riguardano la nostra consapevolezza:

  • In passato abbiamo visto carri di fuoco; oggi ci sono gli UFO.
  • In passato c’erano angeli e demoni; oggi extraterrestri positivi e negativi.
  • In passato abbiamo visto elfi, folletti e fate; oggi Grigi, Pleiadiani e Siriani.
  • In passato sono stati visti i vampiri; oggi ci sono mutilazioni di bestiame alle quali vengono esportate grandi quantità di sangue.
  • In passato si parlava di nascita miracolosa da un vergine; oggi l’inseminazione artificiale è un luogo comune.
  • In passato la gente correva il rischio di diventare indemoniati; oggi osserviamo entità che occupano i contenitori (corpi) di walk-in.
  • In passato ci si recava dai medium per le sedute spiritiche grazie alle quali si ricevevano informazioni esoteriche; oggi abbiamo canalizzatori e trance-canalizzatori.

Insomma, la storia sembra ripetersi e adattarsi al tempo (mentalità, cultura, società).

Non trovi che dietro l’intera storia dell’umanità ci sia sempre un’intelligenza superiore che funge da “padre/madre” il quale ci insegna, ci aiuta ad evolverci, civilizzare, maturare, mostrandoci pian piano (a seconda delle nostre capacità) la strada da percorrere per migliorare come specie? Certo, potremmo anche essere imprigionati nel ciclo (apparentemente infinito) reincarnativo, ma non complichiamoci la vita più di quanto non lo sia già, quindi meglio evitare di aprire questo argomento di cui tra l’altro si è già parlato in altre situazioni.

Lo stesso Gesù citò una frase attinente ai tempi di Noè. Matteo 24:37-39: “Come fu ai giorni di Noè, così sarà alla venuta del Figlio dell’uomo. Infatti, come nei giorni prima del diluvio si mangiava e si beveva, si prendeva moglie e s’andava a marito, fino al giorno in cui Noè entrò nell’arca, e la gente non si accorse di nulla, finché venne il diluvio che portò via tutti quanti, così avverrà alla venuta del Figlio dell’uomo”.

Per quanto possano essere stati modificati i vari testi, ai tempi di Noè i “figli di Dio” si accoppiavano con le “figlie degli uomini” e così facendo crearono una specie ibrida e stravagante conosciuta in molti testi antichi (tra cui la Bibbia) come i Nephilim (o Nefilim).

L’intera faccenda (vecchia migliaia di anni) si ripresenta nelle abduction in un programma oscuro che coinvolge gli umani in una sorta di ibridazione dove si sospetta ne facciano parte almeno i Grigi i quali prelevano sperma e ovuli umani, con cui vengono eseguiti esperimenti genetici che prevedono la permanenza della creatura all’interno della donna per un periodo di circa 3 settimane.

La storia si ripete nuovamente, pare che i “figli di Dio” ancora una volta copulano con le “figlie degli uomini” (e non solo), proprio come nei tempi antichi, ai tempi di Noè.

Qualcuno ne parla in maniera più approfondita, questo qualcuno è conosciuto come Enoch. E’ interessante ciò che viene riportato nell’antico libro di Enoch (lascerò quanto più possibile inalterate le parole).

Estratto dal Libro di Enoch (Cap. VII – Sez. II)

  1. E ‘successo dopo che i figli degli uomini si erano moltiplicati in quei giorni, che nacquero figlie belle ed eleganti.
  2. E quando gli angeli, i figli del cielo, le videro, che si innamorarono di loro, dicendo l’uno all’altro: Selezioniamo per noi stessi mogli dalla progenie degli uomini, così ci daranno dei figli.
  3. Poi il loro capo Samyaza disse loro: Temo che forse potrebbe essere indisposta per le prestazioni di questa impresa;
  4. E che io solo ne soffrirò per un così grave reato.
  5. Ma loro risposero: Noi tutti giuriamo;
  6. Ci leghiamo da imprecazioni (maledizioni) reciproche, e non cambieremo la nostra intenzione, ma realizzeremo la nostra impresa.
  7. Poi giurarono tutti insieme, e si vincolarono da imprecazioni reciproche. In tutto erano duecento, essi scesero su Ardis, che è la cima del monte Armon.
  8. Quella montagna quindi è stata chiamata Armon, poiché giurarono su di essa, e si vincolarono da imprecazioni reciproche.
  9. Rating: 4.0. From 2 votes.
    Please wait...

    Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
    * Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

    1
    2
    loading...

3 COMMENTI

  1. RITORNANDO AL DISCORSO PRECEDENTE DOBBIAMO PRENDERE QUESTI MITI COME SCIOCCHEZZE NON TANTO PERO ESSENDO FAZIOSI E SAPPIAMO CHE IL TERMINE FAZIOSO IN LINGUA ITALIANA E DIFFICILE DA IDENTIFICARE COMUNQUE CREDO RIPETO CHE DOBBIAMO SOPRATUTTO NOI STUDIOSI AVERE DEI PRECISI PUNTI DI RIFERIMENTO CHE CI DA LA CULTURA EBRAICA QUELLA CRISTIANA MA NON QUESTI SOTTOPRODOTTI CULTURALI FATTI DI SCIOCCHEZZE SENZA SENSO IDIOZIE MIRATE SOLO PER DEVIARE TUTTI E NON SOLO NOI STUDIOSI DALLA VERITA INCONFUTABILE DUNQUE ATTENZIONE ELIMINIAMO QUESTI INUTILI TENTATIVI ASSURDI DI UN QUALCOSA PRIVO DI SENSO PORTIAMOCI PIUTTOSTO VERSO IL LIBRO DELLAPOCALISSE DI GIOVANNI FONTE DI VERITA ASSOLUTA UNICA IMMORTALE OGNI ESPRESSIONE DEL LIBRO E INDEFINIBILE DENTRO CE IL DIO VIVENTE STESSO QUANDO NOI CI CHIEDIAMO COME DIO? E SCRITTO:::COME UN DIAMANTE TUTTO E NEL LIBRO OGNI COSA SUL NOSTRO FUTURO TUTTO E RACCHIUSO LI…INFATTI SIGNIFICA…RIVELAZIONE….. |ange50337@gmail.com GUGLIELMO

  2. DA STUDIOSO E DA GRANDE ESPERTO SINCERAMENTE QUESTE PARTI MITOLOGICHE PRIVE DI UNA IDENTITA CULTURALE NON MI CONVINCONO PRENDIAMO PER ESEMPIO LA CULTURA EBRAICA CI RENDIAMO CONTO CHE NON SOLO SOVRASTA LE IDIOZIE PAPALI MA E AL CENTRO DI TUTTO SOLO GESU SI E PORTATO AL DI SOPRA RIVOLUZIONANDO PERO TUTTO MA NON DISTRUGGENDO LESPRESSIONE EBRAICA SEMMAI RIVOLUZIONANDOLA IN FORMA CRISTIANA ANCHE CATTOLICA E PORTANDO NELLA GLOBALITA DELLA RIVOLUZIONE UN CAMBIAMENTO TALMENTE PROFONDO CHE CERTAMENTE DOVEVA INTERESSARE E COINVOLGERE TUTTO IL MONDO EBRAICO CHE PERO ANCORA ADESSO PORTA LA STELLA DI DAVID INUTILE ASSURDA SENZA SENSO RISPETTO ALLA CROCE FONTE DI SALVEZZA DI ETERNITA E APERTURA VERSO IL DIO VIVENTE JESUS NELLA SUA VENUTA PASSIONE MORTE RESURREZIONE HA RIDATO SPERANZA ALLUMANITA SPERANZA DI VITA ETERNA ….. |ange50337@gmail.com GUGLIELMO

  3. Ciao, confermo quanto hai scritto su Enoch, infatti io ho il libro “Enoch” di Mario Pincherle, che racconta questi fatti citati nell’articolo. molto interessante. grazie, Riccardo

LASCIA UN COMMENTO