Antiche civiltà lasciarono tracce di tecnologia avanzata a Tiahuanaco e Puma Punku

Sono ormai trascorsi diversi anni da quando si è cominciato a parlare della presenza di alcune tracce lasciate presumibilmente apposta da antiche civiltà che interagirono con esseri tecnologicamente molto avanzati e provenienti da chissà quale altro pianeta. Per lo scettico che sente ancora il bisogno di demolire le migliaia di prove esistenti sul nostro pianeta, suggerisco solo di informarsi “seriamente” (su tale argomento) prima di sparare inutili sentenze che servono solo ad autoconvincere se stesso su qualcosa di cui l’umanità non può essere in grado di dare una spiegazione. Possiamo infatti solo supporre che siano esistite diverse civiltà antiche che in qualche modo avevano una conoscenza tecnologica molto avanzata, e si sono estinte per cause sconosciute; oppure che qualche altra civiltà molto più avanzata abbia visitato il nostro pianeta in diverse epoche sfruttando questi antichi popoli, poi civilizzandoli dettando loro una serie di regole da rispettare, oltre a delle informazioni riguardanti soprattutto l’astronomia.

Molti ricercatori parlano della presenza di civiltà aliene avanzate nel passato dell’umanità, e uno di questi è il ricercatore americano Brien Foerster che ha studiato alcune delle culture dell’antico Perù e Bolivia, Egli sostiene che più di 10 000 anni fa esisteva una civiltà con una conoscenza tecnologica avanzata grazie alla quale costruì diversi monumenti megalitici presenti nella Valle Sagrado in Cuzco (Perù), Puma Punku e Tiahuanaco (Bolivia). Mentre curiosavo per la rete in cerca di notizie interessanti mi sono imbattuto in un lungo articolo che riguarda un intervista da parte di Alan Brain a Brien Foerster. Alan è un ricercatore indipendente che collabora con il sito los divulgadores e si occupa di astronomia, scienze, presenza extraterrestre nell’antichità, ecc.

Tra i libri che hanno riscosso più successo (di Brien Foerster) ci sono “El enigma de Tiahuanaco y Puma Punku”, “Más allá de Macchu Picchu, otros monumentos megalíticos del antiguo Perú” e “El enigma de la deformación craneal”, quest’ultimo co-autore con il famoso ricercatore di culture antiche, David Hatcher Childress.

Le teorie di Brien Foerster sono state presentate in diversi capitoli della serie “Ancient Aliens”, in particolare: nell’episodio 22 della serie intitolata “Alienígenas y antiguos ingenieros”, in cui O’Brien spiega la sua ipotesi circa i veri costruttori del muro di pietra del Tempio del Sole a Ollantaytambo; e nell’episodio 38 intitolato “Los misterios de Puma Punku” dove Brien, accompagnato da altri ricercatori, analizza i tagli precisi e incisioni presenti nelle pietre incredibili di Puma Punku.

Quindi per chiarezza, Alan Brain pone le domande alle quali risponde Brien Foerster (tutte le immagini sono di Brien Foerster e provengono dal sito losdivulgadores).

Da dove nasce la tua passione per il Perù e Tiahuanaco?

In realtà sono sempre stato interessato ai misteri dei tempi antichi fin da quando ero un bambino. Quindi quello che faccio ora, è una conseguenza del desiderio di esplorare il mondo. Sei anni fa ho deciso di venire in Perù per via della mia passione per la cultura Inca e dopo tre anni di vari spostamenti ho capito che dovevo visitare Tiahuanaco, perché si trattava di un sito archeologico megalitico. Quando arrivai rimasi stupito dal livello di lavoro nella pietra, è allucinante, incredibile.

Quanti anni hai trascorso investigando e viaggiando in Tiahuanaco?

Circa tre anni. Sono stato in Tiahuanaco cinque volte. Tutti questi viaggi sono parte della mia ricerca sulle antiche strutture situate in Perù e Bolivia. Sono presenti delle strutture imponenti a Cusco o Tiahuanaco dove le pietre si adattano quasi esattamente una dentro l’altra. Nel mio studio cerco di stabilire le relazioni tra queste strutture megalitiche e il periodo nel quale furono costruite, chi le ha costruite e con quali tecniche.Puma-Punku-tagli-pietra

Sono sicuro che conosci la posizione ufficiale o della maggior parte degli storici peruviani che datano Tiahuanaco al 1500 a.C. Cosa ne pensi?


A mio parere, la versione ufficiale o convenzionale è completamente ridicola e questa include non solo Tiahuanaco, ma anche Cuzco e la Valle Sagrado. Ho passato diverso tempo a studiare la cultura Inca, ho scritto cinque libri su questo argomento e so di cosa erano capaci e ciò che non erano in grado di fare. Loro erano sicuramente grandi costruttori, ma ci sono alcune costruzioni di Cuzco, che gli Inca non avrebbero potuto fare perché non possedevano la tecnologia, e lo stesso accade in Tiahuanaco.

La visione convenzionale è che Tiahuanaco risale al 1500 a.C., ma alcune parti di Tiawanaco e Puma Punku risalgono a molte migliaia di anni. Gli aymara hanno vissuto in questa regione per almeno un migliaio di anni e hanno costruito molte strutture, tuttavia non furono i soli responsabili di tutte le costruzioni che si trovano in loco. Lo stesso vale per gli Incas, anche loro non hanno costruito tutte le strutture, però sì, ne hanno costruite una buona parte.

A mio parere, le strutture o le costruzioni che sono tecnologicamente sofisticate (come i tagli millimetrici che sono presenti sulle pietre di Puma Punku o sulla parete del Tiemplo del Sol in Ollantaytambo) sono molto più antiche degli Inca o aymara, ma con questo non voglio assolutamente sminuire queste culture meravigliose.

Puma-Punku-tagli-e-incisioni

Sono totalmente d’accordo con te, la versione convenzionale o ufficiale della storia dell’antico Perù non è molto convincente sotto diversi aspetti, non solo nella proposta antica di Tiahuanaco. Secondo la tua ricerca, in quale epoca sarebbe stata costruita Tiahuanaco?

A mio parere, le parti più antiche di Tiahuanaco e Puma Punku hanno più di 10.000 anni. Sono state costruite prima della fine dell’ultima era glaciale, perché molte persone non considerano che la glaciazione non determinò solo lo scioglimento delle calotte di ghiaccio ai poli, ma si trattò di un evento drammatico che ebbe luogo in un periodo di tempo molto breve, forse qualche migliaio di anni. Durante l’era glaciale, ci fu un’attività vulcanica sproporzionata, e probabilmente l’asse della Terra fu alterata. In questo drammatico evento morirono molti animali, piante e persone.

Queste strutture megalitiche presenti in Tiahuanaco e la Valle Sagrado degli Inca e che non possono essere state costruite dagli aymara o gli Inca, sono ricordi o memorie di una cultura antica che si estinse. Nel caso di Tiahuanaco e Puma Punku, gli aymara arrivarono e le trovarono già fatte quindi se ne impossessarono e in alcuni casi gli costruirono sopra.

La verità è che gli aymara costruirono molti edifici in Tiahuanaco, tuttavia si possono distinguere almeno tre diversi periodi e tre diversi stili di costruzione. Le pietre con i tagli più precisi o più accurate sono quelle più antiche e appartengono a quello che io chiamo il periodo “Puma Punku”. Poi venne il periodo “Tiahuanaco” e quindi il periodo della cosiddetta “civiltà Tiahuanaco”, 3000 anni fa.

Ti sei fatto un’idea circa questa cultura che precede gli aymara e gli Inca, la quale creò questi imponenti edifici in pietra? secondo te è possibile che questi costruttori megalitici erano alieni?

Sono abbastanza sicuro che questo non è l’unico pianeta che ospita la vita, né tantomeno l’unico pianeta che ospita vita intelligente. A mio parere, è molto probabile che ci siano altre civiltà nella nostra galassia e che visitarono la Terra in un passato remoto, e probabilmente si sono mescolati con i primi esseri umani. Questo è uno dei temi principali della mia ricerca ed è per questo che studiamo i crani allungati di Paracas, Cuzco e Tiahuanaco.

Rating: 4.1. From 7 votes.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

1
2
3
loading...

LASCIA UN COMMENTO