Notizie: Bambini africani usati come cavie per sperimentare vaccino

Nel dicembre del 2012, si è verificata una tragedia che ha colpito la piccola città di Guro in Chad, Africa, situato ai margini del deserto del Sahara. Cinquecento bambini sono stati rinchiusi nella scuola, sotto minaccia, se non avrebbero accettato di essere vaccinati contro la meningite A, non avrebbero ricevuto l’istruzione superiore.

Questi bambini sono stati vaccinati all’insaputa dei genitori. Questo vaccino è stato concesso in licenza del prodotto ma ancora in fase di test.

In poche ore 106 bambini hanno cominciato a soffrire di mal di testa, vomito, gravi convulsioni non controllate e paralisi. Come se non bastasse, cominciò per loro una lunga attesa per l’arrivo di un medico. Hanno dovuto aspettare una settimana intera, mentre il team di vaccinatori si recò in un altro villaggio per proseguire con le vaccinazioni, altri bambini si ammalarono.

Quando il dottore finalmente arrivò, si rese conto che non poteva fare nulla per i bambini. Vedendo quello che era successo, la squadra di vaccinatori fuggì dal paese.

Cinquanta bambini furono portati in un ospedale di Faya e poi trasferiti per mezzo aereo in due ospedali di Yamena, capitale del Chad. Dopo essere stati trasportati come bestiame, i bambini malati e deboli sono stati restituiti ai propri genitori senza una diagnosi, e ad ogni famiglia il governo ha dato un somma non confermata di £ 1.000.

Non fu firmato nessun formulario ne gli fornirono alcuna documentazione. Furono semplicemente informati che i loro figli non erano stati contagiati in nessuna maniera dal vaccino. Tuttavia, se questo fosse vero, non si spiega l’offerta della somma in denaro di 1.000 £ proposta dal governo per ogni famiglia in quello che è stato descritto come un pagamento per il silenzio.

Curiosamente, quando i bambini malati erano “ricoverati” in ospedale, sono arrivati altri due bimbi di un altro villaggio vicino.

Per leggere la storia completa di questa dura realtà, di cui non se ne parla mai, ma è quello che accade spesso e volentieri in queste zone dell’Africa, si possono leggere i riferimenti alla fine di questo articolo, gli esclusivi rapporti Vactruth. (1,2,3,4 in lingua inglese).

Vactruth ha confermato una serie di documenti segreti, che riempiono alcune lacune mancanti in questa storia ed espone la corruzione di queste organizzazioni che esiste nella realtà dietro questa tragedia.

Alcuni dettagli

Il 14 Gennaio 2013, sette pazienti di sesso femminile di età compresa tra 8-18 sono state dimesse dal Hospital of Mother and Child (HME) e dal General Hospital of National Referrais (HGRN) a N’Djamena per via aerea per un traferimento ad una clinica in Tunisia. Questo accadrà tra il 16 e il 22 gennaio.

I documenti che sono in nostro possesso stabiliscono che il governo del Ciad ha deciso che i pazienti vengano accompagnati dal Dr. Joseph Mad-Toingue, Direttore di Malattie Infettive del General Hospital of National Referrais, il Dr. Moumar Mbaileyo, dipendente anestesista del General Hospital of National Referrais e il Sr. Dihoulne Kakiang, infermiere professionale, dipendente nello stesso ospedale.

Il 29 gennaio 2013 è stata inviata una lettera del Capo di Malattie Infettive HGRN di Yamena e al Sr. Direttore Generale HGRN, che dice:

“Con la presente ho l’onore di metterle tra le sue mani la relazione della missione compiuta in Tunisia dal 15 al 22 gennaio 2013, a rispetto dell’evacuazione medica dei 7 pazienti.

Il Capo del Servizio”.

Vactruth è in possesso di questa relazione.

L’incubo peggiore per i genitori

La relazione afferma che sette pazienti di sesso femminile di età compresa tra gli 8 e i 18 anni avevano subito reazioni avverse dopo aver ricevuto la vaccinazione contro la meningite A in una campagna nazionale, che ha avuto luogo il giorno 11 dicembre 2012, per la prevenzione di questa malattia.

Questi pazienti erano stati inizialmente trasferiti nell’ospedale regionale di Faya, prima di essere successivamente trasferito il 26 dicembre 2012, presso l’ospedale di Mother and Child (HME) e il General Hospital of National Referrais (HGRN) a N’Djamena.


Successivamente furono presi accordi che riguardavano il trasferimento in una clinica situata in Tunisia, per ulteriori test e trattamento.

Il viaggio si è svolto a bordo di un aereo tunisino noleggiato dalla International Medical Society (SMEDI). Il gruppo era composto da sette pazienti, tre membri del team medico, e sette genitori (due uomini e cinque donne) che hanno accompagnato i bambini malati. In realtà erano presenti altri 20 pazienti della stessa regione, ma mancano i dettagli di questi ultimi.

Di seguito i link per coloro che vogliono approfondire l’argomento

Minimum of 40 Children Paralyzed After New Meningitis Vaccine

Video Footage Shows Prime Minister Visits Paralyzed Children, Powerful Groups Involved in Vaccine Campaign

African Children Still Paralyzed After Vaccines, Government Says “All in Their Head”

This is How Vaccine Injuries to African Children Are Covered Up

Non è la prima volta che si sentono notizie del genere, questa amara realtà va avanti da sempre, mentre molta gente (è giusto ricordarlo) si presta per le loro attenzioni, facendo volontariato, donazioni etc etc… Altri fanno in modo che questa gente continui a soffrire morendo di malattie, fame e sete. Il paradosso africano, la terra più ricca del mondo per quanto riguarda oro, diamanti, petrolio e metalli utilizzati in tutto il mondo per l’elettronica, e allo stesso tempo la gente che ci vive è la più disgraziata del pianeta, non è strano?

Vi rimando a un vecchio post, per rendere l’idea. Qualche tempo fa è stato scoperto, facendo una scansione del sottosuolo africano, che vi sono immense riserve d’acqua. Ora io “asino”, colui che non capisce nulla, mi domando…. Perché visto che non manca la tecnologia, danno l’acqua a queste benedette persone e cominciano una volta per tutte a farle civilizzare come è giusto che sia? Perché preferiscono lasciarle nell’ignoranza? Perché preferiscono lasciare morire tutta questa gente?

Forse perché sono assetati di potere? Preferiscono sfruttare i bambini per recuperare diamanti e altri minerali preziosi. Di cosa hanno paura? Forse che dandogli la possibilità di civilizzarsi, non possono più chiedere i fondi economici al mondo intero? Hanno paura che civilizzare questa gente farebbe perdere un giro di soldi con cifre impronunciabili?

Non lo possiamo sapere, non ci è permesso. Ma sono dell’idea che finché l’Africa resterà in quelle condizioni, il nostro pianeta a livello di “civiltà”, non farà progressi. Il problema principale del nostro pianeta, non può che partire dal suo cuore, è qual’è il cuore della Terra? Facile l’Africa, “tutto” parte dall’Africa.

Un altro paradosso è che la vita, pare sia cominciata proprio in Africa, e per qualche strana ragione quella terra è la stessa in cui si registra il maggior numero di morti di tutto il pianeta.

L’uomo nero schiavo…. perché? che non centrino qualcosa gli esseri venuti dalle stelle? e se fosse vero, come afferma qualcuno, tipo un certo Credo Mutwa un anziano Zulu, a cui da generazione in generazione viene tramandata la storia africana. Quest’uomo afferma che sono sempre esistiti esseri enormi dall’aspetto rettiloide che pare vivano nella Terra cava, esseri con poteri mentali superiori ai nostri, che da millenni influenzano la razza umana. Questi esseri si nutrono dell’energia negativa dell’essere umano, e pare che influiscano uomini potenti del pianeta, Credo Mutwa parla anche di politici e Illuminati, di sangue reale e altro che non sto a descrivere, ma se siete curiosi esistono parecchi video intervista su youtube.

Rating: 5.0. From 1 vote.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

1
2
loading...

LASCIA UN COMMENTO