Jacob Barnett il ragazzo prodigio

Jacob Barnett, è nato con la sindrome di Asperger, una forma lieve di autismo che secondo gli esperti gli avrebbe creato non pochi problemi nel corso della vita. I medici hanno detto ai genitori che il proprio figlio sarebbe cresciuto in un mondo tutto suo, molto probabilmente non sarebbe mai stato in grado di leggere, scrivere o allacciarsi le scarpe da solo .

Ma sua mamma Kristine, ha sempre rifiutato l’idea di accettare le loro parole, e aveva ragione. Jacob Barnet ora è un genio con un quoziente intellettivo di 189, superiore a quello di Albert Einstein, 160, e una conoscenza sorprendente di matematica e fisica, moto probabilmente verrà considerato idoneo per un premio Nobel. Ma la cosa sorprendente è che ha solo 14 anni.

Un bambino prodigio che ha sbalordito i professori universitari, per i suoi concetti avanzati nel campo della matematica.

All’età di tre anni, Jacob era già in grado di spiegare le leggi di orbita planetaria, a quattro fu in grado di memorizzare una cartina degli Stati Uniti e la sua famiglia ha percorso parecchi chilometri per il proprio figlio, da Indianapolis, Indiana, a Chicago.

A 11 anni ha iniziato le sue lezioni presso l’Indiana University, dopo che sua mamma lo aveva fatto conoscere ad alcuni professori, i quali si sono da subito dimostrati interessati per l’enorme intelligenza di Jacob.

jacob barnett

Il ragazzo prodigio, è in grado di risolvere difficili calcoli di algebra, geometria e trigonometria, ed è talmente bravo da potersi permettere di insegnare ai suoi compagni.

Ma non è tutto

Ora Jacob ha intrapreso il suo progetto più ambizioso. Ha sviluppato una sua versione espansa della teoria della relatività.


Sua madre, non era molto convinta su quello che affermava il figlio, riguardo la teoria, lei non era in grado di capire se si trattava di sciocchezze o genialità così ha registrato suo figlio, inviando un video della sua teoria all’Istituto di Studi Avanzati presso l’Università di Princeton.

Secondo il professor Scott Tremaine, un esperto di fama mondiale dell’Indiana Star, Istituto di astrofisica, la teoria di Jacob è autentica.

In una email alla famiglia, Tremaine ha scritto: “Sono impressionato dal suo interesse per la fisica e l’enorme quantità d’informazione che ha imparato finora”.

“La teoria in cui sta lavorando suo figlio, coinvolge alcuni dei problemi più difficili in astrofisica e fisica teorica. “Chiunque riesca a risolverli sarà in linea per un Premio Nobel”

Ma per sua madre Kristine Barnett, 36 anni, e il resto della famiglia, la matematica resta un argomento delicato.

Parlando al giornale, la signora Barnett ha detto: “Sono stata bocciata in matematica. So che questa dote non l’ha ereditata da me”

E’ un dato del quale Jacob ne è pienamente cosciente, egli stesso ha aggiunto: “Ogni volta che provo a parlare di matematica con qualcuno della mia mia famiglia, noto nei loro volti lo sguardo di una persona che non capisce”

Jacob al quale le è stata diagnosticata la sindrome di Asperger, una forma lieve di autismo, non ha parlato fino all’età di due anni, facendo insospettire i genitori, fino a quando si è aperto a loro con la sua genialità.

Per maggiori informazioni: http://markosun.wordpress.com/2013/06/02/boy-entered-university-at-age-eleven-and-excelled-in-science/

Rating: 5.0. From 2 votes.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO