Morgellons è parte di un esperimento biologico di massa

Nel corso di una conferenza tenutasi lo scorso 10 Dicembre 2014, organizzata dalla GlobalSkywatch.com, lo scienziato Clifford Carnicom, ha condiviso pubblicamente le sue osservazioni sulla grande quantità di dati raccolti che riguardano esperimenti di geoingegneria che si svolgono in tutto il mondo.

Secondo gli studi di Carnicom, i materiali emessi nella stratosfera contengono una combinazione di sali ionizzabili metallici, filamenti, materiali di tipo gel e cristalli.

Carnicom iniziò ad interessarsi a questo tema nel 1999, quando cominciò a notare una serie di cambiamenti evidenti nei cieli.

Da quel momento Carnicom ha condotto numerosi e meticolosi studi di ricerca in cui analizza il contenuto di questi materiali utilizzati in queste operazioni di geoingegneria. Sul sito web carnicominstitute.org puoi consultare i dati delle sue ricerche.

clifford-carnicom-institute

Le implicazioni delle sue osservazioni portano alla triste conclusione che praticamente ogni giorno, tutti gli organismi viventi sono protagonisti involontari di un massiccio esperimento biologico di cui non si conoscono gli scopi.

I suoi risultati sono molto convincenti e terrificanti. La manifestazione più conosciuta dell’influenza di questo tipo di elementi nano-biologici, è la sindrome di Morgellons. Si tratta di una patologia particolarmente insolita e inquietante caratterizzata da lesioni cutanee dolorose, attraverso le quali fuoriescono queste nano-fibre.

Tammy, una partecipante alla conferenza, dichiarò di aver provato sulla propria pelle quest’incubo, e si domandava se altre persone erano suscettibili come lei a questa strana malattia.

“Voglio essere il più preciso possibile se farò una dichiarazione pubblica”, afferma Carnicom. “Detto in maniera diplomatica – le prove indicano che la popolazione in generale, è soggetta agli stessi sintomi che Tammy sta sperimentando sulla propria pelle.”

sindrome morgellons geoingegneria

Come è possibile determinare se una persona è soggetta a questi sintomi ed è influenzato da queste strane nano-fibre?

Nel 2008 Carnicom ha presentato una semplice tecnica sviluppata dal medico naturopata Gwen Scott, per individuare la presenza di nano-fibre nel corpo umano. La tecnica si basa sull’applicazione di un collutorio, che consisteva in due cucchiai di vino rosso secco e un cucchiaino di perossido di idrogeno (acqua ossigenata), applicati per cinque minuti. Dopo il risciacquo si dovrebbero notare dei piccoli grumi che contengono composti di filamenti fibrosi microscopici. Queste piccole macchie grumose sono simili alla Clamidia. Una “forma ibrida” di questa patologia si è rilevata in quattordici soggetti analizzati provenienti da diverse aree geografiche degli Stati Uniti.

Secondo Carnicom tali organismi “sono ormai stati scoperti più volte su tutti i principali sistemi e funzioni del corpo, compresa la pelle, sangue, capelli, saliva, denti, tratto gastrointestinale, orecchio e campioni di urina”.

Gli indirizzi IP utilizzati registrati sul sito web, includono gli uffici del Segretario della Difesa e Quartier Generale Air Force e più di una dozzina di basi dell’aeronautica militare degli Stati Uniti, diversi laboratori di ricerca con sede negli Stati Uniti, l’Environmental Protection Agency (EPA) e gli uffici aziendali di Lockheed, Boeing, Merck Pharmaceuticals, Arco Chemical, Kaiser Permanente e la Mayo Clinic.

Tuttavia, l’EPA e il Centro per il Controllo e la Prevenzione di Malattie (CDC), hanno completamente ignorato le sue conclusioni e le petizioni per far rispettare attivamente le leggi per la tutela dell’ambiente e della salute pubblica.

Queste agenzie non sono state in grado di presentare prove comparative confutando le conclusioni di Carnicom.

scie chimiche geoingegneria

Ad esempio, quando Carnicom ha inviato i campioni di tali contaminanti fibrosi alla EPA, con il proposito di farli analizzare, l’agenzia rispose: “Non fa parte della nostra politica identificare tali materiali”.

Sulla stessa linea, nei primi mesi del 2012, il CDC ha annunciato i risultati della sua indagine Morgellons dichiarando che non riusciva a identificare l’origine delle fibre, concludendo che le persone che ne soffrono, stanno delirando.


Secondo lo scrittore ambientale Randy Ananda, si è trattato di una manipolazione scientifica che mirava a smascherare gli esperimenti in corso del Dipartimento di Difesa.

Il governo degli Stati Uniti e la sperimentazione umana

ll governo degli Stati Uniti e le forze armate hanno da tempo dimostrato la propria volontà nel violare il Codice di Norimberga, mediante l’uso dell’agente nervino, agenti biologici e radiologici su soggetti ignari.

Fluorizzazione delle acque pubbliche e test nucleari, sono solo alcuni esempi drammatici e inconfutabili.

La volontà premeditata per realizzare molti esperimenti, si manifesta nella sponsorizzazione da parte del governo degli Stati Uniti con un numero che va oltre i 700 scienziati nazisti, sotto l’Operazione Paperclip. I frutti della loro ricerca sono l’agente patogeno furtivo e nocivo che indebolisce il microplasma, derivato ​​dai batteri della brucellosi.

Inoltre, la capacità della US Army per somministrare farmaci letali contro i civili è ben documentato (questo potrebbe essere esteso ad altri governi del mondo e della storia, senza distinzione).

Ci sono molti casi storici che riguardano il Governo degli Stati Uniti il quale utilizza i cittadini come cavie.

Ad esempio, nel 1994, dopo le richieste in base al Freedom of Information Act, hanno costretto le forze armate statunitensi a rivelare come nell metà degli anni 1950 spruzzarono centinaia di chili di solfuro di cadmio e zinco in un quartiere prevalentemente nero e densamente popolato, della città di Saint Louis (army sprayed).

“Mi domando se tali sostanze sono finite anche nei nostri corpi”, asserisce l’ex residente Lisa Martino-Taylor, la quale ha perso precocemente quattro fratelli e sorelle di cancro.

L’esercito affermò che la sostanza fu dispersa solo sulla parte superiore degli edifici. Tuttavia, un residente di St. Louis, Mary Helen Brindell dichiarò:

“Ricordo un giorno d’estate mentre giocavo con gli altri bambini in strada, quando ad un certo punto uno squadrone di aerei verdi dell’esercito volò in prossimità del suolo lasciando cadere una sostanza polverosa. Tornai a casa, lavai la faccia e le braccia, poi tornai fuori a giocare”.

Nel corso della sua vita, Brindell ha avuto quattro tipi di cancro: al seno, tiroide, pelle e utero.

“Mi sento tradita”, disse Brindell, che tra l’altro è bianca. “Noi abbiamo puntato il dito contro gli altri durante l’Olocausto, e veniamo a scoprire che il nostro paese è responsabile di una cosa del genere?”

Considerando questi esempi la domanda che ci si pone non è: “Il governo degli Stati Uniti sarebbe in grado di condurre un esperimento che potrebbe essere dannoso o fatale per la sua gente?” Ma la domanda da porsi è: “Quali misure di controllo, sicurezza e responsabilità possiamo impiegare per impedire che il governo degli Stati Uniti utilizzi la sua popolazione come animali da laboratorio inconsapevoli?”

Il nostro pianeta si è trasformato

In un documento del 2011, Carnicom mostra la similitudine tra filamenti prodotti probabilmente da irrorazione aerea, e quelli che si riscontrano sulle vittime della sindrome di Morgellons.

“Questo rappresenta, a mio parere, il peggior crimine della Storia.”

In realtà, queste osservazioni suggeriscono che gli orrori che si verificarono nei campi di concentramento di Dacchau e Auschwitz non sono eventi isolati che fanno parte di un lontano passato storico.

“La nostra biologia sta venendo influenzata negativamente da questa intrusione nella nostra vita. Forse i risultati più disastrosi li vedremo fra quindici o cinquanta anni, ma statene certi che arriverà il giorno dove nessuno potrà più negare l’evidenza.”

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

1
2
loading...

LASCIA UN COMMENTO