Il Sole è il responsabile numero 1 della nostra esistenza eppure secondo la Big Pharma, è responsabile di malattie pericolose.

Ma il Sole è davvero così nocivo?

Le creme abbronzanti sono sicure per la nostra salute?

“Coloro che tentano di convincere il mondo che il Sole, fonte primaria della Terra, di energia e di vita, provoca il cancro, lo hanno fatto con il solo intento doloso di ingannare le masse in ritirata da quella stessa fonte che in realtà è in grado di prevenire la malattia.” – Dave Mihalovic, medico naturopata e scrittore. (http://preventdisease.com/news/14/070714_Ignore-Cancer-Sunscreen-Industry-Make-Your-Own-Protection.shtml)

Il Sole può curare il cancro?

Nel libro “The Healing Sun”, il Dott. Richard Hobday documenta una vasta gamma di studi che dimostrano che il Sole protegge contro il cancro della mammella, colon, ovaie e prostata. E’ anche in grado prevenire una serie di patologie come il diabete, sclerosi multipla, malattie cardiache e ipertensione, osteoporosi, psoriasi e disturbo affettivo stagionale (SAD). (http://online.wsj.com/ww1/sun-lamps)

Un altro caso interessante è quello del dottor Harland G. Call, a cui è stato diagnosticato un cancro della pelle ed è stato consigliato da un chirurgo secondo il quale avrebbe dovuto rimuoverlo. Invece, contro ogni logica ha deciso di prendere il Sole nella zona cancerosa.

Dopo un breve periodo di esposizione al Sole, stranamente il cancro della pelle era completamente sparito. Decide quindi di eseguire un controllo, e il suo medico gli conferma che il cancro della pelle è scomparso, e non è stato necessario alcun intervento chirurgico. (http://online.wsj.com/ww1/sun-lamps)

Secondo il Dott. Bernarr Zovluck, “Il Sole aiuta a prevenire il cancro”, il Dott. Zane R. Kime afferma che “Al contrario di ciò che si pensa, le persone che sono più esposte alla luce solare sono meno portate ad avere il cancro. I raggi solari aiutano il sistema immunitario aumentando l’ossigeno nei tessuti, quindi tiene alla larga malattie come il cancro”. (http://curezone.org/forums/am.asp?i=706036)

Se queste persone (tra l’altro stiamo parlando di persone laureate) dicono il vero, perché siamo bombardati quasi quotidianamente, spesso da persone altrettanto qualificate, da avvertimenti piuttosto allarmanti che ci consigliano di evitare a tutti i costi i raggi solari?

sole-saluteVoglio dire, ci avete fatto caso che non si parla mai di quanto faccia bene il Sole, ma al contrario viene evidenziato quanto sia dannoso per nostra salute l’esposizione ai raggi solari. So che per molti può sembrare assurdo, ma ho notato che i nei, quei famosi nei che tanto ci terrorizzano, vengono fuori anche senza esposizioni solari e soprattutto in zone solitamente coperte dagli eventuali raggi solari, sotto le ginocchia, ascelle, inguine, etc.. E’ anche vero che il discorso sarebbe un po’ più complesso perché mi hanno detto (una persona che si rivolge spesso ad un centro tumori, per ogni nuovo neo che gli cresce) che alcune zone del nostro corpo sono più soggette alla crescita di questi nei (a volte pericolosi) come sotto l’ascella e l’inguine. Ma qui si parla di un altro tipo di nei (uso il termine più comune), ovvero quelli che vengono fuori (secondo i consigli medici) dopo un’esposizione solare senza protezione.

Mi ripeterò, ma vi garantisco (per mia esperienza) che i nei vengono fuori anche senza esposizioni solari, quindi c’è qualcosa che non mi quadra. Chiaro, con questo non voglio insinuare che prendere il Sole dalle 12 alle 15 sia salutare, non lo so e forse sarebbe meglio non rischiare, ma ho vissuto per qualche anno in una casa a 50 metri dalla spiaggia e vi garantisco che in quell’arco di tempo non facevo caso agli orari e non mi è mai uscito fuori un nuovo neo. (ovviamente è fondamentale inizialmente prendere il Sole gradualmente, una volta preso il classico colore dell’abbronzatura si può stare al Sole come amano fare le lucertole 😉 senza cremine protettive, che tra l’altro contengono sostanze chimiche nella maggior parte dei casi)

Perché ho insistito su questa faccenda? Perché da quando ho smesso di pendere il Sole mi sono venuti fuori parecchi nei. Ve lo dice uno con la carnagione chiara, se mi metto sotto il Sole fin da subito mi ustiono e di conseguenza mi si aprono ferite, mi è già capitato in passato. Ma se prendo il Sole gradualmente pendo quel bel colore scuro, invece del color aragosta 😉


Dite che la faccenda dei nei che crescono senza esporsi al Sole è un caso isolato? non credo..

Quando il Sole diventa una fobia

Ad esempio, il dottor Robin Ashinoff, capo della chirurgia dermatologica ed estetica presso Hackensack University Medical Center afferma: “Cospargersi di protezione solare per poi andare deliberatamente fuori al Sole equivale a uscire senza protezione solare.”

Egli sostiene che: “Non veniamo bruciati, ma la nostra pelle sta ancora ricevendo i raggi UV. La protezione solare è importante, ma è molto più importante indossare l’abbigliamento giusto per proteggersi il quanto più possibile dall’esposizione diretta.”(http://www.northjersey.com/news/sunscreen-labels-to-get-stricter-but-not-this-summer-1.459537)

Secondo il Dott. Ashinoff dovremmo vivere come i vampiri. La realtà è che la stragrande maggioranza delle persone, compresi i medici, sono stati indotti a credere il mito che il Sole è tossico, cancerogeno, mortale, e nocivo per la nostra salute.

Ecco perché la maggior parte delle persone abusano generosamente nello spalmarsi creme solari (molte di queste, in realtà tossiche) sulla loro pelle ogni volta che prevedono il contatto diretto con i raggi del Sole. Ma in realtà, la maggior parte di questi prodotti convenzionali sono responsabili di alcuni tipi di cancro. (http://www.faim.org/bookreviews/sunscreen-biohazard.html) (http://www.naturalnews.com/045676_sunscreen_cancer_vitamin_d.html)

Nel frattempo, l’industria della ricerca per la cura al cancro e l’industria di creme solari, intascano miliardi di dollari con quella che potrebbe essere “la grande bufala”. Le povere persone che danno fiducia a questi personaggi rimarranno stupiti quando sapranno che secondo le statistiche il cancro maligno della pelle (melanoma) è in aumento. (http://institutefornaturalhealing.com/2012/07/sunscreen-snake-oil-of-the-21st-century/)

  • Com’è possibile?
  • Ma le creme non avevano il compito di salvarci la pelle?
  • Ma allora perché i casi di cancro della pelle sono in crescita?

Il Sole è il nostro medico

Il Dr. Auguste Rollier ha aperto la prima clinica solare europea, “Sun Clinic”, nel 1903 a Leysin, in Svizzera. Scrisse anche scritto un libro molto influente: elioterapia, ed era considerato il più famoso elioterapista in tutto il mondo. (Qualcosa su Auguste Rollier, in inglese: (Altro articolo interessante: http://articles.latimes.com/2007/may/28/health/he-esoterica28)

Nei suoi anni migliori operò in 36 cliniche. Il Dr. Rollier affermava che il Sole era un insuperabile medicina ad ampio spettro. Ha guarito migliaia di persone con una semplice dieta sana combinata con l’esposizione ai raggi solari.

Nel 1933, si registravano già oltre 165 diverse malattie trattate con successo grazie all’elioterapia. Fra queste malattie erano comprese la tubercolosi, le ferite, il rachitismo e molto altro. La morte del dottor Rollier nel 1954 segnò la fine della terapia solare non perché era inefficace, ma perché Big Pharma propone i suoi “farmaci miracolosi”.

Ci sono parecchi articoli su August Rollier, cercate, e se non conoscete la lingua usate il traduttore, o istallatevi un plugin, insomma, non mancano sicuramente i mezzi di traduzione.

Rating: 5.0. From 3 votes.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

1
2
loading...

1 COMMENTO

  1. Concordo sul fatto che il sole faccia bene, se preso nel modo giusto e con questo non intendo il coprirsi di creme.

    Però penso che prendere troppo sole faccia più male di prenderne meno e purtroppo la tendenza attuale è a prenderne troppo.

    Anch’io ho la pelle chiarissima, qualche neo, mi scotto facilissimamente, ma nonostante ciò sto bene. Il sole lo prendo sempre con gli indumenti addosso, spesso camiciole chiare larghe per avere uno strato di aria che faccia da intercapedine termica.

    In spiaggia non ci sto mai e mai in costume. Non mi piace, mi annoio, preferisco altre cose. Stato sull’isola greca di Ereikoussa per più di un mese e non sono mai andato in spiaggia, neppure una volta e non mi manca assolutamente 🙂

    Non ho nulla contro il sole, anzi, ma credo che si debba trovare sempre un equilibrio tra il troppo ed il troppo poco. Gli umani tendono per loro natura a essere squilibrati da una parte o dall’altra. Il mezzo non piace a nessuno :p :p


    Rispondo al tuo commento, anche se l’hai scritto solo ed esclusivamente per pubblicizzare il tuo sito, se invece mi sbaglio (improbabile visto che hai inserito anche una keyword che punta al post) non ti seccherà se inserisco un bel nofollow.

    In ogni caso rispetto il tuo punto di vista, io al contrario amo il mare e prendere il sole, nonostante abbia una carnagione abbastanza chiara. Ma non sono d’accordo sul fatto che prendere troppo sole fa male, o meglio, fa male solo (mia opinione) se non avendo mai preso il sole ti metti a fare la lucertola dalle 12 alle 15.

    Se la tua pelle è già abbronzata puoi stare sotto il sole tutto il giorno senza cremine e non ti accade nulla (anziani e bambini rischiano un’insolazione ovvio, ma non si parlava di questo), poi è ovvio che ci sono persone come te che non amano abbronzarsi, ne conosco qualcuna personalmente, e credo che sia giusto così, infondo esiste anche il famoso detto: “il mondo è bello perché vario”..

    Concludo dicendo che qualsiasi abuso fa male, ovviamente.. Ma che io sappia non è mai morto nessuno per il troppo sole. Ho passato la mia infanzia fino a 14 anni forse 15, ogni estate sotto il sole cocente ovviamente senza creme (non sapevo neanche cosa fossero), l’unica volta che sono stato male avrò avuto 4 o 5 anni, per una insolazione. Si ma, stavo tutto il giorno sotto il sole, dalla mattina alla sera (al mare).

LASCIA UN COMMENTO