Potenzia il tuo cervello

Un neonato, che dorme circa 16-18 ore al giorno nelle prime settimane di vita, sogna per la metà di questo tempo: 8-9 ore di sogni accompagnati da movimenti degli arti, vampate di rossore, pallori improvvisi, crisi di sudore, tentativi di succhiare un immaginario seno materno e, soprattutto, espressioni emotive. Prima ancora di esprimere le sue emozioni nella vita diurna con espressioni di piacere, disgusto o perplessità, il volto di un neonato lascia trasparire queste espressioni durante il sogno, come se egli “ripassasse” degli schemi istintivi di emozioni allo stato puro, da collaudare in seguito, in risposta a reali situazioni della vita. È possibile che il sogno di un neonato e di un bambino piccolo duri tanto a lungo e abbia un ruolo importante in quanto esso serve a consolidare quegli schemi che l’ereditarietà o le esperienze hanno iscritto nel suo cervello? Numerosi neuroscienziati reputano che le cose stiano proprio così: il sogno, o se preferite il sonno REM, occupa un vasto spazio delle notti infantili in quanto è in quelle lunghe ore che nel cervello, sottoposto ad un bombardamento di onde elettriche da parte di alcuni nuclei nervosi che sono iperattivi durante il sogno, si illuminano degli “spezzoni” di film che vengono proiettati notte dopo notte, sino a lasciare delle immagini durature. Il sogno, insomma, servirebbe a rinforzare memorie innate – come le espressioni facciali delle emozioni – e memorie acquisite che rispecchiano le numerose esperienze fondamentali e gli apprendimenti che si succedono nel corso di una giornata infantile. È nel sogno che vengono rafforzate le memorie linguistiche, i suoni che costituiscono nuove parole, le immagini visive, le associazioni tra esperienze diverse: senza la massiccia attività onirica che caratterizza l’infanzia, la specie umana, ma anche tante altre specie animali che sognano a lungo, non potrebbe strutturare e ordinare la massa di quelle esperienze ed elaborati apprendimenti che sono una sua caratteristica particolare.

Se questo articolo ti ha incuriosito e vuoi approfondire l’argomento, ti suggerisco di leggere → La vita nascosta del cervello.

loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti ...dello stesso autore

lascia un commento