Salute: Calcoli renali come prevenirli

Calcoli renali e bevande zuccherate

Secondo una nuova ricerca condotta presso il Brigham and Women’s Hospital, le bevande zuccherate sono legate a un aumento del rischio di sviluppo dei calcoli renali.

Il venti per cento degli uomini e il 10 per cento delle donne negli Stati Uniti hanno sofferto di calcoli renali, almeno una volta nella loro vita.

I pazienti con calcoli renali sono spesso incoraggiati a bere più liquidi, un sistema che aiuterebbe la prevenzione di questi ultimi

Tuttavia, è stato eseguito uno studio, pubblicato il 15 Maggio 2013 nell’edizione del Giornale Clinico della Società Americana di Nefrologia (CJASN), nel quale si è cercato di capire quali liquidi siano dannosi, o benefici, per il rischio di sviluppare calcoli renali.

calcoli renali

I ricercatori hanno scoperto che alcune bevande sono più efficaci di altre nel prevenire il ripetersi di calcoli renali.

Inoltre, è emerso che un elevato consumo di bevande zuccherate può aumentare il nostro rischio di recidiva formazione di calcoli renali.

Dai dati è emerso che le persone che consumano la soda dolcificata con zucchero e punch, sono più portate ad una formazione di calcoli renali, mentre il consumo di caffè, tè, birra, vino e succo d’arancia è associata ad un più basso rischio. Ovviamente non bisogna comunque esagerare con le dosi di zucchero.

Gary Curhan, MD, ScD, un medico presso la Divisione di Medicina Channing Network a BWH e autore dello studio, ha detto:

“Il nostro studio ha ha rilevato che la relazione tra assunzione di liquidi e di calcoli renali può essere dipendente dal tipo di bevanda consumata. Abbiamo notato che un maggiore consumo di bevande zuccherate è associato ad una più alta incidenza di calcoli renali”.

I dati utilizzati per questo studio comprendono 194.095 persone su un periodo di 8 anni. Tutti i partecipanti hanno dovuto compilare dei questionari sulla loro storia medica, stile di vita, e farmaci. Ogni quattro anni gli venivano poste altre domande sulla dieta per aggiornamenti.

I risultati delle analisi hanno rivelato che le persone che bevono giornalmente ad esempio, una coca-cola, hanno il 23 per cento di possibilità in più di formazione di calcoli renali, rispetto alle persone che la bevono una volta a settimana.

Pietro Manuel Ferraro, MD, un medico presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e autore corrispondente dello studio, ha detto:

“Il nostro studio prospettico conferma che alcune bevande sono associate ad un più basso rischio di formazione di calcoli renali, mentre altre sono associate ad un rischio più elevato. Anche se una maggiore assunzione di liquidi totali, riduce il rischio di formazione di calcoli renali, le informazioni sulle singole bevande possono essere utili per i medici di base che cercano di attuare strategie per ridurre la formazione di calcoli nei loro pazienti”.(fonte: medical news today)

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

1 COMMENTO

  1. Oltre a bere molta acqua e ad evitare l’assunzione di cibo/bevande spazzature, la dieta per chi soffre di calcoli renali come me varia in base al tipo di calcolosi: Nel caso di calcoli di natura ossalica (il mio caso) si eliminano i latticini e alcuni vegetali ricchi di ossalato come spinaci, pomodori e cavoli. Su -http://www.calcolirenali.it/terapia-medica ho trovato info molto utili per chi come me soffre di questo problema.

LASCIA UN COMMENTO