Salute: Integratori naturali

Integratori naturali utili anche per combattere il colesterolo

Grazie all’informazione divulgata da questo potente strumento noto come “WEB” (World Wide Web – “ragnatela mondiale”) che dapprima, viene proposto come sistema ipertestuale da Vannevar Bush nel 1945, poi prende l’omonimo nome nel 1989 presso il CERN di Ginevra dove l’informatico inglese Tim Berners-Lee presentò al proprio supervisore un documento, ..un’idea. Fu proprio da questa idea che (per farla breve) nacque il WWW, il quale solo nel 1993 lo stesso CERN decide di mettere a disposizione del pubblico rinunciando ad ogni diritto d’autore. Proprio così, il WEB nasce con una filosofia “free” e si trasforma negli anni nella fonte di denaro più potente (forse) al mondo. Credo sia un compito arduo riuscire a classificare quanti miliardari sono nati e devono le loro ricchezze solo grazie al World Wide Web.

Ad ogni modo, ricchezze materiali a parte (beati loro che ci sono riusciti), il WEB tramite i siti/blog d’informazione mette a disposizione tanto di quel materiale che se sfruttato nella maniera corretta risulta parecchio utile (es: possiamo approfondire qualsiasi materia colmando le nostre lacune accrescendo il nostro livello culturale) e soprattutto “gratis”, poiché nessuno vi chiede del denaro in cambio dell’informazione. Certo, molti siti come questo inseriscono qualche banner pubblicitario, ma vi garantisco (i blogger lo sanno) che il guadagno è davvero minimo, anzi quasi inesistente se paragoniamo il lavoro che c’è dietro (lasciamo perdere, non voglio entrare nel dettaglio).

E’ solo grazie all’informazione che molte persone hanno conosciuto il mondo, quello che c’è veramente là fuori, le varie culture, leggi assurde, a volte degne di epoche preistoriche. Nonostante vi siano paesi che faticano ad evolversi culturalmente, sono nati molti piccoli gruppi che hanno cominciato a “ribellarsi” e questo solo grazie all’informazione. Forse non ce ne rendiamo conto ma fino a qualche decennio fa si moriva ancora per una banale febbre, oggi puoi ordinare il farmaco tramite il WEB. Allo stesso modo, le persone che per vari motivi non hanno potuto frequentare le scuole (molti non hanno neanche la licenza media inferiore) possono togliersi lo sfizio di “conoscere/approfondire” la cultura che in un certo senso gli è stata negata in passato.

Questa è una delle ragioni per il quale i siti non andrebbero censurati (immagini estreme a parte, ricordiamo che molti adolescenti sanno muoversi su Internet), perché tutte le persone hanno diritto di sapere ciò che accade dall’altra parte del mondo, e non solo dall’altra parte della strada, inoltre se una persona vuole studiare/imparare/conoscere da autodidatta, perché negarglielo?

Bene, come spesso accade, mi lascio prendere dai pensieri ed esagero con l’introduzione. Abbiate pazienza, ora mi concentrerò sull’argomento principale.

Gli integratori naturali utili (anche) per combattere il colesterolo

Ho iniziato parlando dell’informazione divulgata sul WEB proprio perché è solo grazie a quest’ultima che oggi molte persone hanno scoperto una delle cause principali delle malattie, ovvero, l’alimentazione. Vi garantisco (per chi non lo sapesse) che fino a qualche anno fa, malattie come il cancro avevano una natura “sconosciuta”, e quando si domandava ai medici la possibile causa considerando che le persone sviluppavano il cancro anche se “non fumatrici”, rispondevano con leggerezza e ambiguità. Una volta (forse ancora oggi) molte persone collegavano il cancro alle sigarette, ma in realtà le sigarette agevolano solo alcuni tipi di cancro (smetti di fumare lo stesso perché ti stai avvelenando, ricorda le oltre 100 sostanze chimiche contenute in ogni sigaretta). Quindi ci si chiedeva come potesse svilupparsi questa malattia che può diventare mortale? Si scoprì poi, che il cibo è una delle cause da tenere in considerazione.

Sappiamo che il tumore, altro non è, che una cellula malata la quale non riesce ad autodistruggersi come dovrebbe accadere in natura, e dopo vari procedimenti si trasforma in cancro. In un organismo sano una cellula malata si autodistrugge creando una copia identica sana (un clone di se stessa), se questo non funziona nascono delle complicazioni (in parole povere).

In realtà ciò che innesca tale processo potrebbe dipendere da diversi fattori. Sono convinto al 200% che lo scienziato conosce la vera causa, ma essendo una persona qualunque mi sono fatto un’idea (da parecchi anni) per motivi che non starò qui a spiegare. A mio parere il nemico numero uno è sempre stato l’inquinamento che aimè ci viene trasmesso anche tramite il cibo (pesticidi e fertilizzanti, prodotti chimici introdotti nel mare “anche” per causa nostra). Per conoscere a fondo gli effetti di determinati prodotti chimici, è uso comune che prima un certo numero di persone debbano pagare con la propria vita. Solo dopo diversi anni si cominciano a prendere precauzioni (eliminando tali sostanze dal mercato), cosa che molto spesso non avviene del tutto. La seconda causa (mio parere) anche se non so fino a che punto incida “veramente”, è l’inquinamento da onde elettromagnetiche. Perché sono arrivato a questa conclusione (da solo)? Semplice, le persone che presentavano alcuni tipi di cancro, guarda caso vivevano a distanza ravvicinata dai famosi “ricevitori” per cellulari, quelli che ad un certo punto hanno cominciato a piazzare sopra i tetti delle case popolari. E come sempre ci vanno di mezzo le persone che non possono permettersi di vivere in una casa indipendente.

Ora che sappiamo quanto sia importante l’alimentazione, tra l’altro alcuni propongono di seguire 7 – 8 semplici regole per vivere più serenamente e in salute (l’ottava è facoltativa – preghiera e meditazione):

  1. Una dieta a base di cereali integrali, poiché una dieta corretta guarisce le malattie. Tutto il resto è secondario.
  2. Assumere integratori naturali (ne esistono 20 scientificamente raccomandati per ultraquarantenni, e 8 per le persone più giovani).
  3. Equilibrare i livelli ormonali, 14 ormoni sono fondamentali e dovrebbero lavorare tutti in reciproca armonia.
  4. Esercizio regolare, basta anche una passeggiata di 30 minuti al giorno, sempre meglio comunque, un’attività aerobica o di resistenza.
  5. Viene consigliato di digiunare una volta alla settimana bevendo solo acqua. Il digiuno viene considerato il metodo terapeutico più efficace per l’uomo (chiaramente non è rivolto a chi già mangia poco di suo).
  6. Non bisognerebbe assumere farmaci, se non temporaneamente antibiotici o analgesici in casi di emergenza (eccezione per i diabetici che necessitano di insulina, per esempio).
  7. Andrebbero limitate, o eliminate, cattive abitudini come alcol, caffè, droghe ricreative o dolci. Precisando che, non è necessario diventare dei santi, ma è opportuno essere coerenti con se stessi.

integratori-naturali-colesterolo

Detto questo parliamo finalmente degli integratori naturali.

Acetil L-carnitina: Importante anche per il metabolismo cerebrale, aiuta a mantenere una buona memoria e lucidità mentale con l’avanzare dell’età. Potrebbe essere aggiunto nella dieta degli ultraquarantennni.

Acidofilo: E’ importante per mantenere in equilibrio la nostra flora intestinale, poiché l’intestino crasso digerisce tutti i lipidi ed è qui che il colesterolo viene assorbito o eliminato. La cattiva digestione è dovuta da eccessive quantità di cibo e/o alimenti raffinati, caffè, alcol, troppi grassi, troppe proteine e troppo zucchero. Pare che l’acidofilo sia benefico anche per la salute cardiovascolare.

Aglio: Insopportabile per alcuni, ma presenta diversi benefici (comprovati) per la salute e tra questi viene riscontrato un miglioramento dei livelli di colesterolo.

Alginato: Molto efficace per abbassare i livelli ematici di lipidi ed eliminare dal sangue metalli pesanti tossici come mercurio, piombo e cadmio. Stranamente gli scienziati conoscono da decenni i suoi benefici ma non è mai divenuto un supplemento di largo impiego. Sarà per questo che non è facile trovarlo nei negozi al dettaglio (cerca: alginato di sodio), tuttavia è considerato sicuro, poco costoso e di provata efficacia.

Betacarotene: Si tratta di un’antiossidante molto più efficace della vitamina A. E’ comprovato che le sue proprietà contribuiscono a regolare il metabolismo del colesterolo e a proteggere dall’aterosclerosi.

Betaglucano: Stimola e potenzia il sistema immunitario ed è il più efficace, noto alla scienza. Si tratta di un polisaccaride presente nell’avena, nell’orzo, nel lievito e nei funghi. Tra le sue straordinarie capacità vi è quella di abbassare i livelli di colesterolo e trigliceridi. Basta consumare farina d’avena 3 volte a settimana se non vuoi comprare integratori.

Carnosina: E’ un aminoacido (L-carnosina) che aiuta a mantenere sano il cuore riducendo la glicazione (zuccheri che si legano a proteine) e ha proprietà antinvecchimaneto, per cui è consigliata agli ultraquarantenni.

Curcumina: L’ingrediente attivo della curcuma (spezia) che tra i suoi benefici per l’organismo presenta anche quello di combattere il colesterolo. Tuttavia, trattandosi di un integratore esogeno non è consigliabile assumerlo per più di 6-12 mesi, a seconda della persona.

DIM (diindolilmetano): Questo aiuta a mantenere bassi i livelli di estradiolo e di estrone. Contrariamente a quello che alcuni pensano, alti valori di estrogeni negli uomini o nelle donne sono nocivi per la salute generale.

Fibre: Molto utili per mantenere basso il colesterolo, al naturale sono presenti nei frutti di mare, come la chitina, o fibre vegetali come la gomma di guar, glucomannano, pectina di frutta (mele, agrumi), crusca di avena o di grano, etc.

Glutammina: Un aminoacido che si rivela benefico per la salute intestinale, inoltre è stato dimostrato che innalza i livelli dell’ormone della crescita umana, se assunta in dosi di un grammo due volte al giorno (mattina e sera).

Lecitina: Agisce riducendo l’assorbimento di colesterolo nell’intestino e con altri meccanismi. Si tratta di una sostanza estratta dai semi di soia nota anche come fosfatidilcolina, utile per la salute cerebrale e la memoria. Inoltre, studi hanno dimostrato che l’efficacia nell’abbassare i livelli di colesterolo totale e LDL, e di omocisteina. Aiuta a mantenere le arterie libere da accumuli di lipidi.

Tè: Quello verde contribuisce a mantenere basso il colesterolo poiché le catechine e i polifenoli che contiene sono antiossidanti molto potenti. Tra l’altro molti non sanno che il tè verde è in realtà comune tè nero non fermentato. Ricordarsi sempre che contiene tanta teina.

TMG (trimetilglicina o betaina): Presenta potenti proprietà disintossicanti per il fegato che viene sottoposto continuamente a stress a causa di un’alimentazione ricca di grassi, farmaci, droghe ricreative, alcol, caffè e conservanti.

Vitamina C: Ottimo antiossidante se usata quotidianamente in quantità non superiori a 250 mg. Assumere troppa acidifica il sangue quindi squilibra l’organismo. Occhio a non abusarne.

Vitamina E: Necessaria per la salute del cuore e delle arterie ed è contenuta nei cereali integrali, quindi è solitamente molto carente nella nostra alimentazione.

La lista non può essere completa, ad ogni modo sono stati inseriti una quantità soddisfacente (credo) di integratori utili soprattutto utili per abbassare il livello di colesterolo. E’ chiaro che prima di consumare qualsiasi integratore sarebbe opportuno consigliare un medico di fiducia. Questa cosa in passato l’ho sempre data per scontata non considerando che ognuno di noi ha una sua mentalità. Sappiamo che qualsiasi abuso non può che far male, quindi presta sempre attenzione al “fai da te”.

Letture che potrebbero interessarti:

Abbassare il colesterolo senza farmaci. Metodi naturali per curare l’ipercolesterolemia

Aminoacidi: Tutto quello che c’è da sapere aminoacidi essenziali (aminoacidi non essenziali Too)!

Guida per i consumatori di integratori per lo sport. Alimentazione completa per uno stile di vita attivo

loading...

Altri articoli che potrebbero interessarti ...dello stesso autore

Mostra i commenti (2)
(javascript deve essere abilitato)