Salute: La marijuana per combattere le cellule cancerogene

E’ risaputo che la marijuana blocca in qualche maniera, lo sviluppo delle cellule tumorali, (non uccide il cancro, ma lo blocca secondo chi l’ha provato sul suo organismo) anche se per varie ragioni, non è ancora stato confermato dalla medicina. D’altra parte come si potrebbe spiegare alla gente che un prodotto giudicato illegale e pericoloso dalla giustizia, possa in realtà essere molto utile per combattere una malattia mortale?

Ci sono parecchi documentari che parlano della marijuana, basta cercare anche solo, su youtube. La famosa “storia della marijuana”, che riassumendola in due parole, vuole dimostrare che negli anni 60, credo di ricordare, veniva sfruttata questa pianta per una miriade di cose. Addirittura per vestiti, fogli (invece di sterminare intere foreste) e medicine naturali, ma per qualche ragione un giorno, i governi “stranamente” hanno deciso che quel prodotto faceva male e quindi lo hanno trasformato in un prodotto illegale. (consiglio di guardarlo, io qui ve l’ho spiegato molto alla buona)

Forse perché le aziende non riuscivano a trarne profitti?

Ma a quanto pare gli scienziati ricercano le proprietà analgesiche della marijuana, e hanno scoperto che il farmaco è più efficace in forma di pillola che durante il fumo.

 

maria

L’esperimento è stato condotto presso la Columbia University di New York tra gli utenti regolari di cannabis. I ricercatori stanno studiando il principio attivo della marijuana – tetraidrocannabinolo.

Secondo gli scienziati, il farmaco in compresse può essere usato come un analgesico per il cancro e la sclerosi multipla in luoghi dove la marijuana non è legale.

Anche se, i ricercatori aggiungono, che per ottenere risultati accurati sia necessario effettuare ulteriori esperimenti.

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO