Salute: Magnesio di solfato e rischio salute feto

Magnesio di solfato avvertenze per le donne gravide

La FDA, l’ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici,

ha appena annunciato che sconsiglia ai medici di somministrare iniezioni di magnesio di solfato per le donne in gravidanza per più di 5 giorni.

L’uso del farmaco non è approvato dalla FDA, tuttavia, i medici spesso lo usano. La FDA ha riferito che ci sono numerosi rischi associati alla somministrazione di iniezione, di magnesio di solfato per le donne in gravidanza per più di 5 giorni.

L’uso del farmaco, secondo l’ente governativo, può portare i seguenti problemi di salute nel bambino in via di sviluppo o del feto; bassi livelli di calcio, problemi alle ossa, osteopatia e fratture.

L’agenzia dice di non essere sicura di conoscere con certezza quale periodo possa essere ritenuto sicuro per un trattamento con iniezioni di magnesio di solfato, ne tanto meno per quanto riguarda la riduzione dei problemi di salute per il feto.

Questa non è la prima volta che gli esperti mettono in guardia i medici, riguardo i potenziali rischi per la salute associati a una somministrazione di iniezioni di magnesio di solfato per le donne in gravidanza, per un periodo prolungato.

Secondo un rapporto di Obstetrics and Gynecology,  il magnesio di solfato somministrato per via endovenosa ad una donna incinta, la quale sta per dare alla luce un neonato prematuro, il trattamento inefficace e potenzialmente fatali non confermato.

magnesio di solfatomagnesio di solfato


Cos’è il magnesio di solfato, e per cosa viene utilizzato?

Il magnesio di solfato, comunemente noto come sale inglese, o Epsom Salt, la prima volta fu estratto dall’ebollizione di acqua minerale. Viene utilizzato in agricoltura e giardinaggio poiché il magnesio è un elemento essenziale nella composizione della molecola della clorofilla.

Ma il magnesio di solfato viene utilizzato anche in medicina, come purgante, in caso di eclampsia per la prevenzione delle convulsioni ricorrenti, utile anche nelle donne che hanno una condizione di preeclampsia con rischio di evoluzione nell’eclampsia vera e propria. Utilizzato anche per prevenire dolori dovuti da crampi e contrazioni.

Infine, per prevenire la paralisi cerebrale nei bambini prematuri, secondo uno studio presentato dalla Society for Maternal-Fetal Medicine’s (SMFM), il quale ha mostrato che l’uso di solfato di magnesio (Mg) riduce in modo significativo il danno cerebrale neonatale associato a infiammazione materna o infezione materna.

Per la gestione di attacchi di asma grave, prevenire crisi epilettiche in preeclampsia e controllo delle crisi epilettiche in eclampsia.

Tuttavia, alla luce della nuova comunicazione di sicurezza della FDA riguardo il farmaco, i medici devono interrompere la somministrazione di solfato di magnesio per i periodi prolungati alle donne in gravidanza.

Il nuovo farmaco avrà delle modifiche sull’etichetta seguite da nuove informazioni che riguardano la sicurezza del farmaco, l’agenzia dovrà fare diverse modifiche sulle indicazioni terapeutiche che riguardano le iniezioni di magnesio di solfato, prima di metterlo in commercio. Le nuove informazioni includeranno un avviso che indicherà, che nei bambini potranno verificarsi bassi livelli di calcio e alterazioni ossee dovute a seguito di iniezione di magnesio di solfato, prolungate ai 5-7 giorni “durante la gravidanza”.

Infine sarà sottolineato che l’uso di iniezione di magnesio di solfato per il trattamento di travaglio pre-termine non è approvato dalla FDA e potrebbe non essere sicuro. (fonte: medical news today)

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO