Salute: Scienziati impiantano falsa memoria nei topi

Immagina per un momento, di essere un topo terrorizzato perché uno scienziato ti sta introducendo dentro una stanza dove la tua memoria ti fa ricordare che in quella stanza c’è una bassa scarica elettrica quasi continua.

Quello che non sai è che gli scienziati hanno alterato i tuoi neuroni manipolando la tua memoria per generare una una falsa versione del tuo passato. In realtà, non hai mai ricevuto una scossa dentro questa stanza.

Anche se può sembrare una scienza da film horror, è quello che è accaduto in un laboratorio. Gli scienziati affermano che per la prima volta, sono riusciti ha generare un falso ricordo in un animale, riuscendo a manipolare i neuroni che codificano queste informazioni. E’ stato pubblicato questa settimana sulla rivista Science.

memoria topi

Inoltre, i ricercatori affermano che gli eventi cellulari per formare un falso ricordo sono simili a quello che accade quando si crea una vera e propria memoria. Questo coincide con la memoria di alcuni esseri umani, che credono fermamente che i ricordi sono reali, falsi ricordi di eventi che non si sono mai verificati.

“Dobbiamo continuare ricordando alla società che la memoria può essere molto poco affidabile”, riferisce uno degli autori dello studio Susumu Tonegawa, direttore del Centro RIKEN-MIT per Neural Circuit Genetics, una collaborazione tra gli istituti di Saitama, in Giappone, e Cambridge in Massachusetts, Stati Uniti.

Controllare il cervello con la luce

I topi per questo studio sono stati sottomessi ad una tecnica di scansione cerebrale chiamata optogenetica, un mezzo per manipolare i singoli neuroni con la luce.

Il team di Tonegawa ha identificato le cellule dell’ippocampo, una struttura del cervello a forma di cavalluccio marino, che codifica i ricordi di certe esperienze.

In seguito alterarono geneticamente queste cellule ricche di informazioni con una proteina chiamata canairodopsina, che è fotosensibile. Di conseguenza, le cellule acquisirono la caratteristica di fotosensibilità e divenne possibile una loro reazione ad una luce lampeggiante blu.

Tonegawa e i suoi colleghi hanno utilizzato questo metodo nel 2012 per dimostrare di poter attivare la memoria di un topo attraverso la luce. Collocarono un topo in una camera applicandogli una piccola scossa elettrica alle zampe. Poi alterarono con canairodopsina i neuroni corrispondenti al ricordo di aver ricevuto una scarica elettrica in quella camera.


Quando il topo fu posizionato in una camera diversa, non reagì con paura. Tuttavia, quando la luce blu lampeggiava sui neuroni del topo la cui memoria era stata alterata geneticamente, si paralizzava dalla paura, perché si era attivato il ricordo.

“Abbiamo sostituito artificialmente i segnali della reminiscenza con la luce”, afferma Tonegawa.

Questa volta invece, i ricercatori hanno fatto un passo avanti. Hanno dimostrato che se si può specificamente attivare alcune cellule per mezzo della luce, quindi si ha il potere di far vivere ad un’animale un esperienza mai accaduta nella realtà.

Falsi ricordi nell’uomo

I ricercatori prevedono di manipolare la memoria umana utilizzando una tecnica simile nelle persone.

“Eticamente non bisognerebbe nemmeno provare”, afferma Tonegawa.

Il cervello di un topo non è un modello perfetto per il cervello umano, mentre i topi hanno circa 75 miliardi di neuroni, gli esseri umani ne hanno mille volte di più.

Tuttavia, le strutture importanti per la memoria, come l’ippocampo e l’amigdala, sono presenti sia nei topi che negli umani.

Lo studio sulla rivista Science potrebbe influenzare la futura esplorazione del trattamento di disturbi psichiatrici in cui il paziente ha un falso senso di realtà, secondo Tonegawa. Nel caso della schizofrenia, per esempio, i pazienti possono sperimentare allucinazioni, percezioni sensoriali di eventi non reali. Questo è quello che pensa uno scienziato..

Fonte: http://news.discovery.com/tech/biotechnology/creating-false-memories-mice-130725.htm

Leggi qualcosa sul controllo mentale..

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO