Studente tedesco trova modo per sfruttare energia free

Uno studente è riuscito a sfruttare a suo favore i campi elettromagnetici che ci circondano, creando un apparecchio in grado di immagazzinare energia.
L’apparecchio dello studente tedesco è in grado di raccogliere energia elettrica gratuita da qualsiasi cosa, comprese le linee elettriche aeree, macchine da caffè, frigoriferi, o anche le emissioni dei router Wi-Fi o smartphone.

Dennis Siegel, dell’Università di Arti di Brema, non ha specificato come ci è riuscito perché probabilmente vuole brevettare la sua idea, ma secondo una sua descrizione di base, ha utilizzato delle bobine e diodi ad alta frequenza.

Siegel riferisce di aver costruito due tipi di apparecchi in grado immagazzinare energia, uno per le frequenze molto basse, come i segnali di alimentazione di rete 50/60Hz – e un altro per le frequenze alte, megahertz (radio, GSM) e gigahertz (bluetooth/WiFi).
L’efficienza di ricarica wireless, tuttavia, dipende fortemente dalla gamma e l’orientamento del trasmettitore, e quanto bene la bobina sia sintonizzata alla frequenza del trasmettitore.

raccogliere energia free

Secondo Siegel, il suo apparecchio è in grado di ricaricare una batteria AA al giorno (batteria di uno smartphone). Tuttavia, non è molto chiaro cosa intende per 1 al giorno e in che modo, ma presumibilmente è necessario immagazzinare energia da una sottostazione elettrica enorme.
In un futuro non molto lontano potremmo sfruttare questi apparecchi per tutti i dispositivi che abbiamo in casa, che non richiedono molta energia, ad esempio sensori, apparecchi acustici, pc, etc..

Per approfondimenti: http://www.extremetech.com/extreme/148247-german-student-creates-electromagnetic-harvester-that-gathers-free-electricity-from-thin-air

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO