Generatore elettrico che funziona con urina

Vengono già utilizzati diversi rifiuti per produrre energia: rifiuti provenienti dall’agricoltura e allevamenti; noccioli di olive, potature, letame etc..

Tuttavia, qualcuno è riuscito ad utilizzare i rifiuti che produciamo gli esseri umani, e non si tratta della spazzatura che buttiamo, ma di rifiuti naturali come l’urina.

Le persone, come gli animali e le piante, ingeriscono sostanze nutrienti, da cui ne ricaviamo l’energia necessaria per vivere, ma come sappiamo in tale processo, produciamo degli scarti.

In questo tipo di rifiuti è contenuta ancora dell’energia, solo che il nostro corpo proprio non riesce ad usufruirne. Tuttavia, quattro adolescenti africani hanno messo a punto un metodo per sfruttarla. Hanno ideato un generatore elettrico che funziona con l’urina umana (e animale).

generatore elettrico a urina

L’idea è venuta a tre studenti di quattordici e quindici anni: Duro-Aina Adebola, Akindele Abiola, e Bello Eniola.

L’idea geniale è stata presentata a Lagos (Nigeria) nella fiera Maker Faire Africa, dove vengono presentate innovazioni per migliorare le condizioni di vita in Africa. Proprio la mancanza di accesso all’energia elettrica è un grave problema in molte aree del continente.

Un litro di urina per sei ore di elettricità

Secondo il sito web della fiera, questo dispositivo di energia pulita e rinnovabile (nel senso che non emette sostanze inquinanti, ovviamente), è in grado di produrre sei ore di elettricità con un litro di urina.

La procedura avviene in questo modo: L’urina viene introdotta in una cella elettrolitica. Dove verrà estratto l’idrogeno contenuto nei rifiuti umani principalmente da urea, una delle sue principali componenti. L’idrogeno viene purificato mediante un filtro dell’acqua che verrà poi trattenuto in un contenitore. Poi si trasferisce ad un’altra bottiglia contenente borace liquido per rimuovere l’umidità. Infine, l’idrogeno purificato, grazie ad un generatore, viene trasformato in energia elettrica.

Questo generatore può essere utilizzato per le emergenze e per aiutare le famiglie povere nei paesi in via di sviluppo, migliorando il loro stile di vita, per poter studiare, e lavorare di notte.

Inoltre, si potrebbe smettere di utilizzare i pericolosi generatori alimentati a carbone e a legna.

Inoltre, disegnato per essere utilizzato su larga scala, gli impianti di trattamento delle acque residue potrebbero generare energia.

Rating: 5.0. From 1 vote.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO