La NSA chiese di inserire backdor su Linux

Linus Benedict Torvalds, programmatore e informatico finlandese e creatore della prima versione del kernel Linux, nonché coordinatore del progetto di sviluppo stesso, ha ammesso che fu contattato per l’installazione di una backdoor nella struttura del sistema. Linux è il sistema operativo preferito riguardo la privacy.

Questa è solo l’ultima di una serie di rivelazioni che illustrano come la NSA si è comportata per certo numero di anni, tentando di intervenire nella struttura stessa della comunicazione online e crittografia, per riuscire ad ottenere il massimo controllo sulla sorveglianza.

 

linus torvaldsLinus Benedict Torvalds

Tuttavia, sembra che Torvalds abbia resistito alle pressioni del governo.

In un intervista gli è stato anche chiesto se fosse mai stato avvicinato dal governo USA per inserire una backdoor in Linux. Torvalds ha risposto “no”, mentre annuiva con la testa “sì”, facendo scoppiare il pubblico in una risata spontanea.

Linus Benedict Torvalds è colui che iniziò lo sviluppo del kernel Linux. Il sistema operativo GNU/Linux entrò nella storia come valida alternativa ai sistemi operativi commerciali a licenza chiusa, come ad esempio Microsoft Windows, Mac OS X e Unix, con la “sola” differenza che quest’ultimo “Linux” è un software libero, quindi chiunque può accedere al codice sorgente del sistema operativo e modificarlo a piacimento.

Fonte: wikipedia – http://www.salon.com/2013/09/19/linux_creator_admits_nsa_demanded_backdoor/

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO