Tecnologia: Sweat Machine acqua potabile dal sudore

L’Unicef ha invitato l’ingegnere Andreas Hammar per la progettazione di una macchina in grado di purificare i nostri liquidi trasformandoli in acqua potabile. L’idea era quella di trovare misure alternative per combattere la carenza di acqua potabile in alcune zone del nostro pianeta.

La Sweat Machine è stata sviluppata da HVR e The Royal Institute of Technology di Stoccolma, questo apparecchio è in grado di filtrare sostanze liquide come ad esempio il nostro sudore trasformandolo in acqua potabile. Il sistema viene chiamato distillazione a membrana, si utilizza una cassetta plastica in cui l’acqua da filtrare viene riscaldata in vapore e fatta circolare tra due membrane.

E’ la differenza con conseguente pressione che forza il vapore attraverso le membrane, provocando, afferma HVR, la “separazione assoluta di tutte le sostanze non volatili”.

sweat machine

L’Unicef con la speranza di aumentare la consapevolezza del problema, ha invitato i visitatori e calciatori al torneo di Gothia Cup di calcio della scorsa settimana a partecipare provando l’acqua filtrata da  Sweat Machine.

unicef

Hammar sostiene che l’acqua è più potabile persino di quella che esce dai rubinetti svedesi.

Secondo l’ingegnere Andreas Hammar, il dispositivo è simile alla macchina utilizzata sulla Stazione Spaziale per filtrare l’urina, ma più economico.

Per maggiori informazioni:

http://www.gizmag.com/sweat-machine/28401/ – http://www.hvr.se/technology.html

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO