Tecnologia: Un chip per desalinizzare l’acqua di mare

I ricercatori dell’Università del Texas, Austin, e l’Università di Marburg, in Germania, in collaborazione con la startup aziendale Okeanos Technologies (Università di credito del Texas ad Austin), hanno creato un prototipo di un chip che sarebbe in grado di desalinizzare l’acqua di mare.

Un nuovo metodo per la desalinizzazione dell’acqua di mare, che consumerebbe meno energia ed è notevolmente più semplice rispetto alle tecniche convenzionali.

Il nuovo metodo comprende l’utilizzo di un chip per creare un piccolo campo elettrico che consente di rimuovere i sali dall’acqua di mare , e richiede pochissima energia, tanto da potersi permettere di acquistare le batterie in un qualsiasi negozio.

water chipwater chip

“La disponibilità di acqua potabile per soddisfare il fabbisogno umano e per l’irrigazione delle colture, è uno dei requisiti di base per mantenere e migliorare la salute umana”, afferma Richard Crooks dell’Università del Texas ad Austin, che ha guidato la ricerca con Ulrich Tallarek dell’Università di Marburg.

I ricercatori hanno applicato 3.0 volt di elettricità ad un piccolo chip di plastica riempito con acqua di mare.

Il chip contiene un microcanale con due rami. Alla giunzione del canale, un elettrodo incorporato crea una “zona di svuotamento ionico” che aumenta il campo elettrico locale rispetto al resto del canale.

Questo cambiamento nel campo elettrico reindirizza i sali in un canale, consentendo di desalinizzare l’acqua passando attraverso l’altro.

Crooks ed i suoi colleghi hanno finora ottenuto il 25 per cento di desalinizzazione. L’acqua potabile richiede il 99 per cento di desalinizzazione, ma gli scienziati sono fiduciosi nella loro teoria. Sono convinti che riusciranno a completare la desalinizzazione.

Questa tecnica, chiamata elettrochimica mediata, è in attesa di brevetto ed è in fase di uno sviluppo commerciale, della startup company Okeanos Technologies.

“La gente sta morendo a causa della mancanza di acqua dolce”, ribadisce Tony Frudakis, fondatore e CEO di Okeanos Technologies. “E continueranno a morire fino a quando non vi sarà una sorta di passo avanti, ed è quello che ci auguriamo con la nostra tecnologia”.

Maggiori dettagli: http://www.treehugger.com/clean-technology/new-water-chip-promises-simple-portable-membrane-free-water-desalination.html

No votes yet.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO