Svelato il mistero: Tamu Massif, quella che si pensava fosse una catena di vulcani è in realtà un unico enorme vulcano

Un professore dell’Università di Houston (UH) ha guidato un team di scienziati con i quali ha scoperto il più grande vulcano documentato sulla Terra. LA sua superficie è più o meno equivalente alle isole britanniche o lo stato del New Mexico, questo vulcano, soprannominato Tamu Massif (il Massiccio Tamu), è grande quasi quanto i vulcani giganti di Marte, questa scoperto lo colloca tra i più grandi (conosciuti) del Sistema Solare.

William Sager, professore presso il Department of Earth and Atmospheric Sciences a Houston, iniziò i suoi studi circa 20 anni fa presso la Texas A&M College of Geosciences. I risultati di questi studi saranno pubblicati su Nature Geosceince, nella rivista mensile dell’8 settembre.

Il vulcano è situato a circa 1.000 km a est del Giappone, Tamu Massif fa parte di Shatsky Rise, la più grande catena montuosa sottomarina che si formò circa 130-145 milioni di anni fa, dall’eruzione di alcuni vulcani sottomarini. Fino ad ora, non era chiaro se Tamu Massif era un singolo vulcano, o faceva parte di un gruppo di con molti punti di eruzione. Esaminando diverse fonti, tra cui i campioni di carote e dati raccolti a bordo della nave di ricerca JOIDES Resolution, gli autori hanno confermato che la massa di basalto che costituisce Tamu Massif ha effettivamente eruttato da una singola fonte vicino al centro.

Tamu Massif 500x280“Tamu Massif è il più grande vulcano mai scoperto sulla Terra”, afferma Sager. “Possono esistere vulcani più grandi, di cui però non abbiamo ancora i dati che lo confermano, uno di questi potrebbe essere Ontong Java Plateau, ma come dicevo prima, non sappiamo se fa parte di una catena complessa di vulcani”.

Tamu Massif spicca tra i vulcani sottomarini non solo per le sue dimensioni, ma anche per la sua forma. E’ basso e largo, il che significa che i flussi di lava eruttati devono aver viaggiato per lunghe distanze rispetto alla maggior parte degli altri vulcani sulla Terra. Il fondo del mare è costellato da migliaia di vulcani sottomarini, o montagne sottomarine, la maggior parte delle quali sono piccole e ripide rispetto all’immenso Tamu Massif.

Tamu Massif si estende su una superficie di circa 120.000 chilometri quadrati. A confronto, il Mauna Loa, delle Hawaii, il più grande vulcano attivo sulla Terra, è circa 2.000 chilometri quadrati, ovvero circa il 2 per cento delle dimensioni di Tamu Massif. Per trovare un paragone degno di questo gigante, si deve guardare verso il cielo sul pianeta Marte, dove è presente Olympus Mons (il Monte Olimpo). Questo vulcano gigante, che è visibile in una chiara notte con un buon telescopio, è solo circa il 25 per cento più grande del volume di Massif Tamu.

vulcani a confronto 650x366Non abbiamo una immagine di Tamu Massif, ma questa rappresentazione forse rende meglio l’idea delle sue dimensioni (25 per cento più piccolo dell’Olympus Mons)

Secondo Sager, Massiccio Tamu si formò circa 145 milioni di anni fa, ed è diventato inattivo entro pochi milioni di anni dopo la sua formazione. La sua cima si trova a circa 6.500 metri sotto la superficie dell’oceano, mentre gran parte della sua base, secondo gli esperti, si trova a quasi 6 km di profondità.

Rating: 5.0. From 1 vote.
Please wait...

Prosegui con la lettura (usa il menu di navigazione).
* Nell'ultima pagina puoi trovare eventuali link del libro recensito.

loading...

LASCIA UN COMMENTO